Vai al contenuto
arredare casa spendendo poco

Come arredare casa spendendo poco: idee low cost

Condividi L'articolo su

Arredare casa è indubbiamente qualcosa di emozionante: tutto deve essere scelto con cura e ogni dettaglio deve rispecchiare la personalità di chi vive la casa. Non solo scelte gradevoli esteticamente, ma anche funzionali. Arredare casa secondo un certo gusto e un certo stile, può richiedere un determinato costo, ma è anche possibile personalizzare e arredare casa spendendo poco. Ecco delle idee low cost.

Pillole di interior design: idee creative sostenibili per la tua casa

Arredare casa spendendo poco utilizzando le mensole

La mensola è uno degli arredi più utilizzati e versatili nell’arredamento di una casa. Alcuni modelli hanno davvero prezzi bassissimi ma riescono a dare un tocco di stile alla casa. Giocando con forme e colori, è possibile allestire delle composizioni intelligenti per sfruttare al meglio il potenziale dei pensili e dello spazio. Sono tre i punti chiave per arredare casa con le mensole in modo adeguato: scegliere la mensola giusta. Disporre le mensole nel modo corretto. Collocare sulle mensole gli oggetti giusti.

Le mensole lineari e monocromatiche o in vetro, sono perfette per una casa arredata in stile moderno. Quelle in legno, invece, si adattano ad un ambiente più natural o scandinavo. Le mensole decapate sono perfette per una casa shabby.

Prima di collocare le mensole è bene studiare con cura le forme dei ripiani, le distanze, gli spazi, in modo da creare un allestimento coerente e ben bilanciato.

Arredare casa spendendo poco con la carta da parati

Negli ultimi anni la carta da parati è ritornata ad essere un trend nell’arredamento d’interni. Stendendo su una parete una carta da parati, in accordo allo stile d’arredo della casa, la stanza assumerà un altro aspetto e non occorrerà altro: niente quadri, niente specchi, niente tele. La carta da parati, da sola, completerà l’arredamento della parete, quindi con un’unica spesa sarà possibile decorare l’ambiente.

Arredare casa spendendo poco, con piante e fiori

Piante e fiori sono indubbiamente un’idea economica per arredare casa spendendo poco. Una soluzione low cost per dare un tocco green agli ambienti domestici. Arredare con le piante è molto più di una semplice tendenza. Piante ricadenti, fiori, bonsai, cactus: le piante portano vita, energia e colore in casa e fanno parte a tutti gli effetti dell’arredamento di una stanza. Le piante contribuiscono all’estetica della casa purificandone anche l’aria.

Creare un angolo verde è facile, basta scegliere le piante più adatte e optare per il vaso migliore, sia esteticamente, in linea con lo stile della casa, che a livello funzionale. Per un ulteriore risparmio è possibile creare vasi riciclando vecchi contenitori e dando spazio alla propria creatività. Di grande tendenza oggi sono i giardini verticali e lo stile urban jungle.

Arredare casa spendendo poco restaurando vecchi mobili

Perché acquistare mobili nuovi quando in cantina ce ne sono tanti da restaurare? Stili come il vintage, lo shabby, il classico, il mix & match, fusion, industrial, ben accettano l’inserimento di antichi mobili restaurati. Quindi, per arredare casa cercando di contenere la spesa, l’idea di restaurare i vecchi mobili della nonna è sicuramente la scelta ideale.

Non importa se sono mobili superati o la tonalità del legno non è particolarmente gradita, basta acquistare la vernice adatta, nel colore e nelle caratteristiche, e un vecchio mobile si trasformerà nell’arredo perfetto!

Arredare casa spendendo poco, riciclando!

Oggi, è risaputo, la casa è risparmiosa e attenta al rispetto della natura. Il legno è uno dei materiali sostenibili per eccellenza. Per arredare casa spendendo poco, si potrebbe pensare di utilizzare delle semplici ma versatili cassettine in legno o il pallet: un ottimo modo per abbellire casa a costo quasi zero. Quello che occorre è un po’ di creatività e manualità e, naturalmente, del materiale da riciclo.

Cassettine di legno e pallet, possono trasformarsi in veri e propri oggetti di design o in complementi d’arredo. Possono diventare delle originali e comode mensole per riporre libri e oggetti nell’home office. Dei portavasi da esterno componibili. Delle fioriere per un giardino in stile rustico. E ancora, dei tavolini da caffè, librerie, cassapanche.

Quello che conta è personalizzare l’oggetto in base allo stile d’arredo della casa e quindi valutare la scelta del colore e della lavorazione del materiale stesso.

Non solo cassette in legno e pallet. È possibile anche riciclare dei semplici barattoli in vetro per realizzare vasi, porta oggetti, lanterne, terrari, centrotavola. Arredare con materiali riciclati è una scelta ecologica e di tendenza: una soluzione a costo praticamente zero e gradevole alla vista.

Arredamento ecologico: idee economiche per arredare casa con un design sostenibile

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Samsung ha condotto un sondaggio in Gran Bretagna per indagare sui trend più odiati in ambito di interior design e home decor, con un focus sul decennio che probabilmente risulta il peggiore della storia, in ambito di progettazione e decorazione: gli anni Settanta. Sono state circa 2.000 le persone che hanno preso parte al sondaggio. Ecco alcuni tra i risultati del sondaggio, che rivelano i peggiori trend di interior design:
    • Tappeti da WC e tavolette WC pelose – 44%
    • Tassidermia – 39%
    • Bagni avocado– 32%
    • Arredamento floreale chintz– 28%
    • Letti ad acqua – 25%
    • Moquette nei bagni – 25%
    • Pareti con tecnica rag rolling – 23%
    • Incisioni, maschere e tendaggi tribali – 23%

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News