Italia on the road: i migliori itinerari per scoprire il Belpaese in auto

L’estate 2020 è particolare per tutti dopo il Covid-19: nuove regole da rispettare ma esigenze di sempre di andare in vacanza. Ecco i migliori itinerari per scoprire l’Italia on the road.

Viaggiare on the road

Viaggiare on the road appassiona sempre più persone e avventurarsi non è semplice se si tratta di viaggiare in auto. L’organizzazione di un road trip non è come quello di un viaggio qualsiasi: bisogna conoscere il tipo di percorso senza trascurare i minimi particolari. I vantaggi di questo tipo di vacanza sono la totale libertà di pianificazione, il budget ridotto, il fascino dell’avventura.

Occorrono principalmente tre cose:

  • Un’auto o una moto proprie, o da prendere a noleggio
  • Un bagaglio leggero
  • Un navigatore per orientarsi

Un tipo di viaggio che ha origini americane, coglie l’interesse di tanti giovani che vogliono scoprire il Belpaese in un modo originale.

Italia on the road: i migliori itinerari per scoprire il Belpaese in auto

Credits: shutterstock_KELENY

Valorizzare l’Italia scoprendola a tappe

Un momento perfetto questo per rimanere nel nostro Paese e riscoprire luoghi meravigliosi anziché fuggire all’estero. Il turismo italiano ha bisogno di sostegno poiché costituisce una grossa fetta del mercato del nostro Paese. Questa estate, per ovvie ragioni, diminuiranno moltissimo gli stranieri in viaggio che soggiorneranno negli hotel, nelle spiagge o nei musei italiani. Quale migliore occasione questa per concentrarci sui tesori che possiede la nostra Penisola. Borghilaghi, tratti di costa, cittadine e località montane danno il meglio durante il periodo estivo. L’importante è scegliere itinerari da percorrere in auto a ritmo slow, lasciandosi guidare dall’istinto, senza programmare troppo. Poche le tappe prefissate per scoprire l’Italia on the road, tante le deviazioni impreviste, per godersi il mare nei giorni di sole o per deliziare il palato un po’ più a lungo nella trattoria scoperta per caso. Per passeggiare tra le viuzze di un antico borgo o per rilassarsi con un aperitivo in riva a un lago.

Il turismo lento: 10 buone pratiche per un turismo sostenibile secondo il Wttc

Ecco i migliori itinerari per scoprire l’Italia on the road

Aosta e dintorni: in auto alla scoperta di castelli e mulini

Il Forte di Bard, tra i complessi fortificati più affascinanti d’Europa, è il punto di partenza di un viaggio in auto tra natura, storia e arte nel cuore dell’Italia nordoccidentale. E se già nella fortezza si soddisfa il desiderio di visitare mostre di fotografia e musei che raccontano il meraviglioso mondo delle Alpi, basta spostarsi di una manciata di chilometri per scoprire Arnad con il suo celebre lardo, il Castello di Issogne con i celebri affreschi e il Sentiero dei Mulini di La Magdeleine, perfetto per un viaggio a ritroso nel tempo. Inoltre, c’è l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta (OAVdA), ideale per guardare le stelle. Poi si riparte in direzione di Aosta, con i suoi monumenti di epoca romana. Tappa obbligata alle Miniere di Cogne e poi, sempre in auto, via verso Courmayeur per salire sullo SkyWay Monte Bianco, la spettacolare funivia che porta a Punta Helbronner, a 3.466 metri di quota. In viaggio con i bambini? Da non perdere la Fattoria didattica Naturalys, a Gaby.

Alpine Green Experience: la vacanza in Valle d’Aosta diventa ecosostenibile

Le Ville venete del Palladio: architettura e storia dell’Italia on the road

L’unico modo per poter ammirare di persona le splendide architetture venete dello straordinario architetto e teorico dell’architettura Andrea Palladio è on the road. Con un itinerario che va da Venezia a Vicenza, attraversando le campagne venete, si incontreranno splendide ville tutte da ammirare. Si parte da Mira, in provincia di Venezia, dove si possono visitare le bellissime Villa Widmann Foscari e Villa Venier Contarini. Si prosegue poi in direzione di Vicenza dove si trovano Villa la Rotonda, Villa Cordellina Lombardi e Villa da Porto “La Favorita”. Gran parte dell’opera architettonica di Palladio fu realizzata proprio nella città di Vicenza, a partire dal 1540. L’edificio simbolo della città è la Basilica che insiste su un antico Palazzo della Ragione in stile gotico e che ha per rivestimento le logge realizzate da Andrea Palladio.

Alla scoperta del Friuli Venezia Giulia, tradizioni e numeri della regione dove si incontrano popoli e culture

Un viaggio avventuroso da Sirmione alle strade di 007

Alcune scene dell’ultimo film di James Bond, in uscita nel 2020, sono state girate proprio qui, lungo le strade che costeggiano il Lago di Garda. Percorsi tortuosi, avventurosi, pieni di tornanti e con panorami incredibili. Già da soli un’ottima motivazione per andare alla scoperta di questo territorio, un concentrato di sorprese. Dalla penisola di Sirmione, terra di terme, lago e buon cibo a Lonato, con la sua rocca del X secolo. E ancora: Desenzano, famosa per il Porto Vecchio, e Gardone con il suo Vittoriale. Un viaggio che non deluderà i palati gourmand, l’olio d’oliva è uno dei tesori del territorio e nei vari frantoi non mancano le occasioni per degustarlo, m nemmeno gli appassionati di cinema visto che, andando verso Tremosine, si incontra il bivio per la Strada della Forra: precipizi, tornanti e gole di roccia che lascerebbero a bocca aperta chiunque.

Il borgo di Tremosine sul Garda: il paradiso sugli strapiombi

Liguria scenografica: dalle spiagge Bandiera Blu ai borghi più antichi

Un’altra idea di viaggio, per chi vuole organizzare un viaggio alla scoperta dell’Italia on the road, porta nella Liguria di Ponente. Una terra di spiagge Bandiera Blu e borghi antichi, colline e pareti rocciose a strapiombo sul mare. Da Varazze, con il suo piacevole lungomare, a Celle Ligure, rinomato per il settecentesco palazzo Ferri, oggi sede del municipio, sono tanti i tesori da scoprire. Città-icone come Savona, con i suoi carruggi, e paesini incantevoli come Noli, un gioiello già ai tempi delle Repubbliche Marinare, con le sue 72 torri per altrettante famiglie di mercanti. E poi Varigotti, con il suo bel borgo, e Finale Ligure, oggi capitale del free climbing – l’arrampicata sportiva – sulle numerose falesie di granito. Tappe di un viaggio in auto a ritmo slow, con il mare sempre fuori dal finestrino, in un’area d’Italia in grado di stupire anche il viaggiatore più esigente.

Alla scoperta della Liguria, tradizioni e numeri della regione delle Cinque Terre

Italia on the road: la Costiera Amalfitana

È considerata la strada panoramica più bella d’Italia, ed è veramente impossibile sostenere il contrario. La Costiera Amalfitana percorrere il tratto di costiera da Meta a Vietri sul Mare: 60 km di tornanti e di magnifiche località, di paesaggi mozzafiato e di mare blu tanto che meritare il titolo di patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La prima tappa è Positano: basterebbe fermarsi a guardare quella manciata di case bianche affacciate sul mare per apprezzare la bellezza di questa località. Il viaggio prosegue alla volta di Praiano. Qui vale la pena concedersi un po’ di relax approfittando delle due belle spiagge: la Praia esposta al sole durante la mattina e la Gavitella, soleggiata nel pomeriggio. La vicina Amalfi, e il borgo di pescatori di Atrani poco distante, regalano il sapore della Dolce Vita di un tempo. Il viaggio on the road lungo la Costiera Amalfitana procede alla volta di Cetara, con la Torre Vicereale di epoca angioina. La località è celebre per il piatto di spaghetti con la colatura di alici locali. Vietri sul Mare è invece famosa per le sue splendide maioliche che si possono ammirare nella cupola di San Giovanni Battista.

Italia on the road: i migliori itinerari per scoprire il Belpaese in auto

Credits: shutterstock_EpicStockMedia

Sicilia: un viaggio nel tempo 

La Sicilia è una delle più belle regioni italiane e, allo stesso tempo, sufficientemente ampia per organizzare un viaggio estivo on the road. Antiche rovine, spiagge spettacolari, città e borghi pieni di tradizione. Ma anche scogliere a strapiombo sul mare e street food tra i più invidiati al mondo. Sono questi gli ingredienti di un viaggio on the road nella Sicilia nordoccidentale. Un percorso in auto che inizia a Palermo, tra cattedrali, antichi teatri e cappelle riccamente decorate, e che prosegue fino a Trapani passando per il Duomo di Monreale e il Tempio di Segesta. Se è nella Riserva dello Zingaro che ci si rilassa lungo una delle coste più belle e spettacolari d’Italia, è alle saline di Trapani che, al tramonto, si gode di uno spettacolo davvero unico, mentre il sole colora l’acqua di sfumature mai viste. Chicche del viaggio, il suggestivo borgo di Erice, dalla tipica atmosfera medievale, e Marsala, entrata nella storia per lo sbarco di Garibaldi.

Viaggiare in auto: ecco 10 road trip in Europa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Un ottimo modo per mettere in pratica il turismo lento è riscoprire i borghi: piccoli gioielli incastonati tra le montagne italiane lungo tutto la penisola. Dedicarci un weekend per respirare aria pulita in zone lontane dal caos frenetico delle città. Scopri di più sul borgo di Tremosine sul GardaTreia, Quaglietta, Bevagna, Castelmezzano, Castel di Tora.
  • La Route des Grandes Alpes è uno dei road trip più noti in Francia e attraversa ben 4 parchi nazionali e 16 valichi di montagna, tra bellezze naturali sorprendenti.
  • L’Autobahn è il sistema autostradale tedesco, non ci sono limiti di velocità nelle regioni non urbane (anche se si raccomanda di non superare i 130 km/h) e non ci sono stazioni di pedaggio.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.