Casa Smart: la casa di domani costa meno di 500 euro

Il pensiero comune, quando si parla di tecnologia correlata alla casa, è quello di credere che i prodotti di domotica siano molto costosi. La casa di domani include molta tecnologia che va ad aiutarci nella gestione e nelle azioni di casa. Questi strumenti smart funzionano tramite Wi-Fi o Bluetooth. Vediamo attraverso alcuni oggetti intelligenti, in che modo trasformare, gradualmente, il nostro ambiente in una casa smart spendendo meno di 500 euro.

I trend per la casa del futuro: nuovi stili di vita

Casa Smart: come arredarla in stile 2.0 spendendo poco

L’Intelligenza Artificiale sta prendendo sempre più piede in ogni aspetto della vita. Alcuni potrebbero ritenerla superflua, altri un magnifico progresso e qualcosa di cui non si può più fare a meno. In questo articolo prenderemo in considerazione alcuni prodotti da inserire per rendere la vostra casa smart, con costi trattenuti e soprattutto che non abbiano bisogno di particolari installazioni evitando così ulteriori scocciature e spese extra. Andremo ad elencare dei complementi da inserire per iniziare a trasformare la vostra casa in un ambiente smart, con alcuni componenti davvero utili. Doveroso precisare che, sul mercato, sono 3 gli ecosistemi che gestiscono la domotica:

  1. Apple HomeKit (vincolato a dispositivi iOS)
  2. Google Assistant
  3. Amazon Alexa

Il lato positivo è che sono interoperabili. Diversi Brand possono tranquillamente dialogare tra loro attraverso degli input simili. L’unica attenzione da porre è proprio questa specifica al momento dell’acquisto.

L’importanza dell’illuminazione per una casa smart

Certamente è una delle tendenze più gettonate quella di installare delle luci smart. È una delle migliori comodità nonché più apprezzate. Ma non solo per le luci, anche per alcuni elettrodomestici smart da cucina è possibile integrare un controllo da remoto. Nel settore dell’illuminazione intelligente uno fra i nomi che spiccano di più è quello di Philips Hue. Il suo starter kit, che comprende alcuni prodotti, non è però economico. Ci aggiriamo su un centinaio di euro circa. Per questo svieremo invece sul sistema di Ikea. Il suo kit è composto da un controller e da una lampadina Trådfri, il quale si aggira intorno ai 30 euro. Considerando che, per un ambiente abbastanza ampio, si necessita di un controller e 4 lampadine (da meno di 15 euro cada una), si risparmia un bel po’. Se poi voleste controllare l’impianto dal vostro smartphone, si potrebbe acquistare anche il gateway, il cui prezzo si aggira intorno ai 25/30 euro.

Meglio Amazon Echo o Google Home?

La risposta non è univoca. Sono entrambi di buona qualità. Quel che è certo è che una casa 2.0 non può definirsi tale senza un dispositivo di assistenza virtuale formato di A.I. L’importante è che permetta il controllo degli utensili smart presenti in casa tramite il controllo vocale. Molto semplicemente si necessita di una presa di corrente e di una buona copertura di Wi-Fi. Oltre alla famosa Alexa di Amazon e il dispositivo di Google Home troviamo, in versione ridotta, anche:

Entrambi anche con un prezzo inferiore rispetto al formato ‘standard’.

casa smart

Casa Smart: la casa del domani costa meno di 500 euro – Yasin Hasan per shutterstock

Smart Home: come videosorvegliare casa

Di tutt’altro genere troviamo un elemento importante per la sicurezza della casa: le videocamere di sorveglianza o IP Camera. Qui la scelta è molto ampia. Si può trovare di tutto. Diciamo che un pacchetto completo con sistema di sorveglianza che comprende 3 – 4 videocamere più un kit di controllo può arrivare a costare anche 1000 euro. Ma per rientrare nel nostro budget, ci limiteremo a qualcosa di altrettanto funzionale e meno costoso. Come opzione, sempre su Amazon, è disponibile la D-Link DCS-932L, wireless, la potete trovare sotto i 40 euro in offerta.

Altrimenti, se preferite qualcosa più in incognito e meno invadente, si potrebbe optare per una lampadina con videocamera integrata.

Il termostato smart che non può mancare in casa

Un ausilio intelligente che vi regalerà tante soddisfazioni e che vi farà risparmiare anche in bolletta. L’acquisto di un termostato e valvole termostatiche smart incide anche sul risparmio energetico. Anche se c’è da investirci un po’, la possibilità di controllarlo da remoto e la sua autonomia nel gestire lui stesso la temperatura in base alla vostra presenza o meno in casa e le vostre abitudini e preferenze, non è cosa da poco. Tra le aziende più note troviamo:

  • Nest: in acciaio inossidabile e di terza generazione si classifica in fascia alta di prezzo.
  • Tado: fascia medio – alta ma interessante il prezzo in offerta per il kit di base.
  • Netatmo Thermostat o kit di base: di fascia media e dal design firmato Philippe Starck.

10 buoni propositi per la casa 2021

Smart-lock: aprire e chiudere casa con lo smartphone

Infine un altro elemento importante per la domotica e per la sicurezza della vostra casa è il tipo di apertura e chiusura intelligente. La tradizionale chiave farà posto ad un accesso digitale. Si stanno proponendo diverse versioni di smart lock che permettono di aprire e chiudere casa senza le chiavi. Dal proprio smartphone, a debita distanza, è possibile accedere all’ingresso. Si possono anche cedere i permessi d’accesso alle persone fidate, sempre in via digitale. Un dispositivo di questo tipo può arrivare a costare anche 300 euro, qui proponiamo una versione più cheap di equiva smart lock via Bluetooth.

Questi sono solo alcuni dei prodotti di domotica che potete iniziare ad inserire nella vostra casa smart. Non sono stati citati elettrodomestici come frigoriferi, robot per pavimenti, microonde e così via. Sicuramente più costosi ed ingombranti. Già con questi elementi si inizierà a modellare una casa smart entry level.

Serramenti intelligenti per una casa smart

Pillole di Curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il 59% degli italiani ha sentito parlare, almeno una volta, di casa intelligente mentre il 41% possiede almeno un oggetto smart.
  • Tra i servizi di domotica i più quotati sono quelli per la sicurezza, dispositivi vocali e smart home speaker, elettrodomestici.
  • Tra gli elettrodomestici di tendenza primeggiano i forni smart e a vapore, con una crescita del 20% di vendite tra gennaio – novembre 2020. (Dati de Il Sole 24 ore per Gfk).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior-Garden designer& Web project