I trend per la casa del futuro: nuovi stili di vita

Nuovi stili di vita si stanno affacciando e, con loro, arrivano i trend per la casa del futuro. Il cambiamento c’è, è già in atto. Soprattutto sotto questa emergenza sanitaria che ha accentuato di più la trasformazione sull’utilizzo della casa e delle nostre necessità. Basta notare come ci ha cambiati il lock-down, lo smart-working e il distanziamento sociale obbligato. Già oggi cerchiamo di soddisfare determinati requisiti, che includeranno i trend per la casa del futuro:

  • pragmaticità;
  • necessità;
  • comfort.

Cosa è cambiato?

Una volta la casa era il luogo dove ci si rifugiava dopo il lavoro, per riposare e per sentirsi liberi e in assoluta privacy; dove al massimo si invitava la famiglia o qualche amico a pranzo di domenica. Si usciva spesso e si stava all’aria aperta. Ogni posto aveva la sua cosa e ogni cosa aveva il suo posto. Tutto ben delineato e separato. Oggi no: la maggior parte delle persone preferisce restare a casa, magari ordinando a domicilio la cena, invece che uscire; lavorando da casa, la privacy e libertà sono ridotte e si ha l’esigenza di una casa funzionale per queste nuove necessità.

I nuovi trend per la casa del futuro

La nostra idea di casa e il suo utilizzo stanno cambiando, cosicché la casa del futuro dovrà soddisfare alcuni requisiti essenziali. I nuovi trend per la casa del futuro sono:

  • tecnologia;
  • essenzialità funzionale;
  • multifunzionalità fluida;
  • condivisione eco-sostenibile.
nuovi trend

Foto di Pixabay per Pexels

Tecnologia

Anche se già stiamo assaggiando la tecnologia in vari ambiti, sicuramente quasi tutte le persone, in casa, possiedono un elettrodomestico elettrico. Perché? Perché è comodo, veloce, ci permette di ottimizzare i tempi e gli spazi. Questa è la domotica. Elettrodomestici intelligenti che possono essere programmati in base alle proprie necessità e che ci aiutano a migliorare il nostro stile di vita. Nella casa del futuro (prossimo) immaginate di avere, per quando rientrate a casa, la cena già pronta e calda, grazie al vostro forno programmato; luci soffuse e musica rilassante di sottofondo che vi accolgono in un ambiente riscaldato, dopo una lunga giornata di freddo…e così via. Il tutto solamente con dei comandi vocali o battito di mani. Insomma, la domotica sarà un must!

Essenzialità Funzionale

Uno spirito minimalista nell’arredamento. Pochi oggetti, mobili, arredi. Ma funzionali: che non siano solo di bellezza o messi lì a prendere la polvere. Devono soddisfare anche delle necessità. Insomma: se son lì, c’è un motivo!

Multifunzionalità Fluida

Essenziali e necessari, certo, ma anche multifunzionali e fluidi. Poche cose che, all’occorrenza, possono soddisfare più necessità. Per esempio un tavolo da cucina mobile, si trasforma nel tavolo da lavoro, in un’altra area della casa; la sedia da pranzo diventa da ufficio, ecc…saremo noi a decidere cosa e come utilizzare o muovere dei nostri arredi.  Gli spazi verranno ridefiniti e non sarà strano ritrovarsi una vasca da bagno in camera!

Quali saranno i trend del 2020? Ce lo svela Pinterest!

Condivisione eco-sostenibile

Per i condomini si progetteranno aree sempre più comuni: gli spazi all’aperto, zona fitness e relax, lavanderia e anche la cucina. Non solo permette la socializzazione e i rapporti umani ma aiuta ad ottimizzare gli sprechi di energia ed i costi. Ps Sicuramente ci sarà chi non sarà d’accordo, preferirà la sua ‘privacy‘; ma anche questo concetto di intimità diventerà obsoleto. L’unica privacy che rimarrà sarà nel proprio letto!

In generale, si può dire che la qualità vincerà sulla quantità. Le persone prediligeranno ampi spazi, puliti e ordinati, che facciano vivere quasi un’esperienza domestica. Nel futuro, la casa, verrà molto più ‘sfruttata’; sarà una casa intelligente e comoda.

E voi cosa ne pensate? Cosa dev’essere indispensabile a casa vostra?

10 materiali sostenibili per la casa del futuro

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Nel 2014, a Las Vegas, è stata presentata la Goji Smart Lock, una fotocamera integrata che invia, tramite sms, le immagini di chi c’è davanti alla porta;
  • Secondo le previsioni di Zion Market Research, quello della smart home è un mercato che, a livello globale, farà registrare un tasso di crescita del 14,5% tra il 2017 e il 2022.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Interior&Garden designer