Come eliminare i cattivi odori in casa: accorgimenti utili

Se entrando in casa, o in una camera specifica, sentite dei cattivi odori significa che c’è qualcosa che si sta tralasciando. In genere questo problema interessa maggiormente la cucina e la camera da letto. Le cause possono essere diverse, per esempio una mancata areazione, la pattumiera o la presenza di tappeti e tappezzeria in genere. Vediamo quali sono gli accorgimenti da adottare e alcuni trucchetti per neutralizzare i cattivi odori in modo naturale senza ricorrere a soluzioni che inquinano l’ambiente come gli spray profumati.

Come eliminare i cattivi odori in casa: accorgimenti utili

Combattere i cattivi odori in casa non è difficile, è sufficiente disporre dei prodotti giusti (naturali e non inquinanti, ovviamente) e di alcuni accorgimenti da mettere in pratica con regolarità.

Perché ci sono i moscerini in casa? Scopriamone le cause e i possibili rimedi

Arieggiare quotidianamente tutte le camere della casa

Una buona circolazione dell’aria in casa è fondamentale per combattere i cattivi odori. Si consiglia di arieggiare ogni mattina tutte le stanze della propria abitazione, è sufficiente anche solo una mezz’ora al giorno, quando le temperature sono più rigide, e per più tempo quando sono più miti. Questo consentirà di eliminare gli odori che si sono accumulati per esempio in camera da letto durante la notte oppure in cucina in seguito alla preparazione dei pasti.

Avere cura della tappezzeria

Molto spesso il cattivo odore di una stanza può provenire dai tessuti, quindi tappeti, tendaggi e qualsiasi tessuto impiegato nell’arredamento. Per esempio nel caso dei tappeti si consiglia di passare spesso l’aspirapolvere e periodicamente lavarli a secco, a tale scopo un buon ingrediente può essere il bicarbonato di sodio. Nel caso dei tendaggi è bene effettuarne un lavaggio almeno 2 volte l’anno, intensificare tale frequenza se avete il camino in casa o se avete l’abitudine di fumare negli ambienti chiusi.

cattivi odori - potpourri

Come eliminare i cattivi odori in casa: accorgimenti utili – SHUTTERSTOCK di Piccia Neri

Attenzione a pattumiera e lettiera

Quando la temperatura aumenta è sempre bene intensificare la frequenza con cui si butta la spazzatura, in particolar modo la porzione organica, e quella con cui si cambia la lettiera di animali domestici, se presenti in casa. Il caldo crea un ambiente particolarmente favorevole alla crescita di microrganismi e velocizza il processo di putrefazione che genera inevitabilmente cattivo odore. Nel caso della spazzatura un piccolo trucchetto per allontanare gli odori è quello di porre sul fondo della busta del bicarbonato e qualche goccia di limone.

Trucchetti in cucina

La cucina, come anticipato, è uno dei luoghi in cui è più facile sentire cattivi odori provenienti  per esempio dal frigoriferi o generati da residui di cibo. Nel primo caso è sempre consigliabile sigillare tutto quello che viene conservato in frigo, in questo modo si evita che gli odori si diffondano e si mescolino tra loro generando cattivo odore. Periodicamente si consiglia una pulizia dell’elettrodomestico con ingredienti anti-odori come l’aceto o il limone. Per quanto riguarda il piano cottura e il lavabo i cattivi odori vengono sprigionati dai residui di cibo, per questo motivo è bene:

  • pulire il piano cottura e tutte le superfici subito dopo aver cucinato;
  • evitare di lasciare i piatti sporchi nel lavandino;
  • rimuovere eventuali residui di cibo dal filtro del lavandino.

L’ABC dell’igiene perfetta nella propria casa

Profumare l’ambiente con i potpourri

In spazi della casa come l’ingresso, i corridoi o il bagno il cattivo odore può presentarsi per esempio per mancanza di finestre quindi di ricambio d’aria. In questo caso oltre che provare a generare correnti d’aria che arrivino anche in queste zone della casa si può pensare si usare dei profumatori. Si sconsiglia l’uso di spray che oltre ad essere inquinanti hanno un’azione che dura poco. Meglio optare, invece, per qualcosa di naturale come i potpourri. La cosa bella di questa soluzione è che oltre a costituire un vero e proprio complemento d’arredo, lo si può preparare facilmente in casa, secondo il proprio gusto personale e spendendo poco.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Per deodorare il frigorifero porre un barattolino colmo di fondi di caffè oppure una ciotolina con bicarbonato di sodio che assorbe gli odori del cibo. La stessa ciotolina profuma anche la scarpiera.
  • Nel casi di abitazioni di fumatori si può riempire uno spruzzino con acqua, aceto e qualche goccia di olio essenziale di eucalipto. Spruzzato nell’ambiente coprirà il forte odore di tabacco.
  • Con l’estratto di vaniglia, invece, si rimuove l’odore di muffa dai mobili che restano sempre chiusi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Condividi su
Scritto da

Biologa