L’ABC dell’igiene perfetta nella propria casa

L’acronimo ABC indica i termini ambiente, bagno e cucina. Questi sono considerati i tre capisaldi su cui fondare l’igiene della propria casa. Vediamo consigli e regole che nel loro insieme costituiscono l’ABC dell’igiene perfetta.

L’ABC dell’igiene perfetta nella propria casa

Il tempo che si trascorre tra le mura domestiche spesso non è molto. Tra lavoro, figli e impegni vari a volte può risultare difficile dedicare il giusto tempo alle pulizie. Purtroppo non esiste alcuna formula segreta che permette di riordinare e pulire tutta la casa in un batter d’occhio. Ma qualcosa che può tornare utile esiste. Ecco, però, tre consigli per far risplendere la propria cosa e organizzare le pulizie in non troppo tempo.

Le 3 soluzioni naturali ideali per la pulizia dei tappeti

A come ambiente

Con il termine ambiente ci si riferisce sia allo spazio stesso della casa che al rispetto che è necessario avere verso l’ambiente che ci circonda. In quest’ultimo caso, molto spesso, siamo portati ad acquistare molti detergenti chimici e dimentichiamo che è possibile ricorrere, in determinati frangenti, a rimedi naturali. Sapevi che è possibile pulire la lavastoviglie usando prodotti naturali che tutti abbiamo abitualmente in casa, come limone, bicarbonato di sodio e aceto?

E’ consigliabile ricorrere, quando possibile, a detergenti naturali. In questo modo si eviterà, almeno in parte, la tossicità che caratterizza invece la maggior parte dei detersivi che si trovano oggi in commercio. I rimedi usati dalle nostre nonne possono, quindi, risultare utili per igienizzare al meglio la casa e gli oggetti in essa presenti. 

L'ABC dell'igiene perfetta

PIXABAY.COM

B come bagno

Il bagno costituisce l’ambiente di cui è necessario avere maggiore cura. In questo caso la pulizia dovrà essere non solo profonda ma anche quotidiana. Questa stanza presenta il più alto numero di posti in cui i batteri si possono annidare, basti pensare ai sanitari, alle intercapedini del bidet, al lavandino o dietro ai mobiletti.

Si consiglia, quindi, di utilizzare detergenti igienizzanti e disinfettanti per la pulizia gionaliera. Anche in questo caso si può ricorrere a prodotti naturali. Per esempio è possibile usare acqua e alcol oppure acqua e limone (quest’ultimo molto utile per la sua azione sbiancante). Poi una volta a settimana è bene utilizzare della candeggina pura per igienizzare l’interno del water. In questo modo, non solo si eviterà la proliferazione di batteri, ma si neutralizzeranno anche i cattivi odori.  

Pulire casa in modo naturale: 6 prodotti per farlo!

C come cucina

L’ABC dell’igiene perfetta passa anche per la cucina. Anche questa stanza, infatti, richiede particolari attenzioni, in virtù del fatto che viene utilizzata ogni giorno ed è una delle stanze più vissute. Questo spazio è dedicato alla preparazione e al consumo dei pasti, proprio per questo la sua igiene è molto importante. I cibi di per sè possono essere veicoli di batteri e patologie ma lo sono ancora di più se preparati in un ambiente non ben pulito.

Si consiglia di pulire in maniera profonda il frigorifero, in cui vengono conservati i prodotti alimentari, e il piano cottura unitamente al lavello atti, rispettivamente, alla pulizia e cottura di questi. E’ necessario, inoltre, pulire con costanza l’interno dei mobili e della dispensa. Si raccomanda l’uso di detergenti naturali, come per esempio una soluzione di acqua e aceto, per evitare che residui di prodotti chimici entrino in contatto con i cibi che poi consumiamo. 

Come pulire i fornelli rapidamente

Un dettaglio da non dimenticare sono le tende. Purtroppo queste assorbono gli odori, la polvere e lo sporco in generale. Per questo motivo si consiglia fortemente di lavarle almeno quattro volte l’anno.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • I sanitari presenti nel bagno possono essere puliti utilizzando semplicemente acqua ed aceto caldo.
  • Per igienizzare gli spazzolini da denti è sufficiente immergerli in una soluzione preparata con acqua, un pò di aceto e una punta di bicarbonato. 
  • Per la pulizia della lavastoviglie è bene usare l’aceto contro il calcare, il limone contro grasso e cattivi odori e infine il bicarbonato per la una pulizia straordinaria profonda. 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa