Arredamento sostenibile: i tappeti naturali ed ecologici

La scelta di arredare casa all’insegna della sostenibilità è sempre diffusa tra gli abitanti. Tanti sono gli arredi sostenibili realizzati con materiali naturali ed eco friendly, e le texture? Anche i tessuti possono essere di tendenza e allo stesso tempo salutari e sostenibili.

I tappeti arricchiscono ogni stanza e creano un’atmosfera accogliente e confortevole. Ecco le principali tipologie di tappeti perfetti per un arredamento sostenibile.

Pillole di Interior Design: come scegliere il tappeto giusto per arredare una stanza

Inquinamento domestico e tessuti

L’inquinamento domestico dell’aria può essere molto pericoloso e causa di malessere. Molti materiali utilizzati nell’arredamento d’interni come il legno compensato o i tessuti sintetici, rilasciano nell’aria delle sostanze tossiche e dunque pericolose.

Sono i cosiddetti VOC, Composti Organici Volatili, capaci di causare irritazioni di mucose, cefalee e disturbi al sistema nervoso.

Le texture non ecologiche che arredano la casa, in modo particolare i tappeti, sono realizzati con tessuti chimici che derivano dal petrolio. Tra questi, per esempio, vi è la fibra acrilica e polipropilenica.

Esistono invece tappeti realizzati con materiali che tutelano la salubrità della casa e rendono più vivibile un ambiente. Si tratta di tessuti privi di formaldeide, trattati con olio vegetale alle erbe e balsamo di cera d’api.

Oggi, nell’interior, i tappeti sintetici sono sostituiti, del tutto o in parte, dai tappeti naturali, realizzati con canapa, bamboo, lana o seta.

Il tappeto, protagonista della casa

Tappeti naturali in canapa

La canapa è una fibra naturale anallergica, che fa del tappeto un complemento d’arredo bello e durevole nel tempo.

I tappeti ecologici realizzati con la canapa sono particolarmente resistenti. Vengono realizzati interamente in modo artigianale. Una caratteristica tipica dei tappeti in canapa è il colore. Le tinte di queste texture sono avvolgenti, calde, perfette per ricreare ambienti che richiamano la bellezza della natura. L’unica caratteristica per così dire negativa, è la loro poca morbidezza.

tappeti naturali ed ecologici

Arredamento sostenibile: i tappeti naturali ed ecologici – Canva

Tappeti naturali in sisal e bamboo

tappeti in sisal e bamboo per le loro caratteristiche materiali, sono capaci di ricreare ambienti molto naturali e accattivanti.

Il bamboo è uno dei materiali più ecologici e sostenibili presente in natura. Si tratta di una pianta molto resistente e rapida nella crescita. I tappeti in bamboo, così come la pianta, sono particolarmente resistenti e durevoli nel tempo. Sono semplici da lavare: per detergere il bamboo basta una soluzione di aceto e acqua. L’uso dell’aceto consentirà di disinfettare il tappeto e di ravvivarne il colore.

Mobili in bamboo: ecologici ed economici

I tappeti naturali in sisal sono realizzati con le fibre estratte dalle foglie dell’Agave sisalana, un’erba liscia e dura, originaria di alcune zone costiere della Cina e dell’India. Vengono realizzati mediante una particolare lavorazione in grado di mantenere una fibra forte nel tempo. I tappeti in sisal sono quindi resistenti all’usura ma anche antimacchia. Si adattano a diversi stili d’arredamento.

Tappeti naturali in lana o seta

I tappeti in lana sono molto apprezzati e sostenibili. Una volta tosata, la lana viene suddivisa per qualità, poi pulita e lavata. Attraverso la cardatura si prepara la lana e si separano le fibre. La cardatura può essere fatta a macchina o a mano. La filatura avviene con intensità diversa a seconda se il filato debba essere utilizzato per l’ordito, la trama o il vello.

tappeti in seta sono tra i più costosi ma sicuramente di qualità. La seta viene utilizzata nell’ordito, la trama e il vello nei tappeti più piccoli e raffinati di Isfahan, Ghom, Nain e Keshan nonché per gli Hereke turchi. Alcuni tappeti hanno l’ordito di seta e il vello di lana, oltre ad alcuni particolari del motivo contrassegnati con la seta.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • In un tappeto, l’ordito rappresenta i fili verticali che si fanno passare intorno al telaio. I fili orizzontali che passano attraverso l’ordito vengono chiamati trama. Quest’ultima non si deve vedere sul dritto e viene coperta dal vello e dai nodi. Come per l’ordito la trama si può realizzare o in cotone o in seta.
  • Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio sulla casa, nel 2019 il 46% degli italiani ha condiviso con il resto della famiglia la scelta degli acquisti per la casa. Il 54% invece si è occupato personalmente della scelta e dell’acquisto degli arredi di casa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web