Oltre lo specchio: come installare una vasca idromassaggio in casa

Oggi installare una vasca idromassaggio in casa è molto più semplice che in passato. Perché anche se è vero che molti per arredare il bagno scelgono la doccia, la vasca resta comunque nell’immaginario collettivo il vero simbolo del relax psico-fisico dallo stress quotidiano. Gli attuali modelli proposti dal mercato, permettono di realizzare una spa domestica in modo facile e veloce. In questo modo la stanza da bagno non sarà più solo uno spazio funzionale, ma un vero angolo di relax di cui poter usufruire tutti i giorni.

Installare una vasca idromassaggio in casa: quello che devi sapere

Gli attuali modelli di vasca idromassaggio possono essere installati in qualsiasi bagno in modo semplice e senza occupare troppo spazio. Basta scegliere il modello giusto per dimensione e stile. Per posarla non serve necessariamente ristrutturare l’intero bagno, ma è sufficiente svolgere dei lavori non più impegnativi di quelli previsti per una classica sostituzione vasca.

La vasca idromassaggio non è altro che una vasca dotata di bocchette interne capaci di rilasciare potenti getti d’aria e acqua. Questi vengono prodotti tramite una pompa elettrica che ne mescola le giuste proporzioni.

È preferibile che l’installazione della vasca idromassaggio venga fatta da personale qualificato. Anche se con un po’ di conoscenze e manualità, in alcuni si può anche riuscire a farlo da soli. Ovviamente seguendo le istruzioni del modello scelto. Rispetto all’installazione di una vasca normale la vasca idromassaggio prevede il collegamento dell’impianto alla rete elettrica.

Per compiere questa operazione è necessario interrompere l’alimentazione dell’impianto idrico dell’abitazione e l’elettricità.

L’alimentazione elettrica di una vasca idromassaggio richiede una presa di corrente destinata all’alimentazione del sistema di idromassaggio. Pertanto, nessun altro apparato potrà essere collegato a questa presa. 

Ovviamente l’impianto elettrico dovrà essere a norma, con relativo certificato di conformità e dotato di interruttori differenziali di protezione. Se ciò non fosse sta ad un tecnico specializzato creare un nuovo punto presa. Prima di installare una vasca idromassaggio a casa è importante considerare che l’impianto domestico esistente, deve poter supportare il carico generato dal motore della vasca. Allo stesso tempo anche la pressione dell’acqua nell’impianto idraulico deve essere sufficientemente potente da garantire il corretto ed efficace massaggio dei getti d’acqua.

Arredare il bagno di casa come una spa

Gli interventi da eseguire prima della posa

Per la corretta installazione della vasca idromassaggio, oltre agli impianti sono da considerare eventuali piccoli lavori edili di adeguamento. Gli stessi che si rendono necessari quando si posa una normale vasca.

Al momento della posa il luogo scelto per l’installazione deve essere libero e pulito. Ovviamente in prossimità di esso, devono essere presenti lo scarico per l’acqua e gli ingressi di acqua calda e fredda, resi adatti per questo tipo di impianto.

La vasca idromassaggio può essere in posizione free-standing o appoggiata a parete. Se appoggiata al muro, le pareti dovranno ricevere un trattamento idrofugo oppure essere dotate di un rivestimento adeguato. Inoltre è opportuno considerare che quando il motore della vasca è in azione, si possono generare delle vibrazioni. Per questo se la vasca è installata contro una o più pareti è consigliato spostarla per attenuare le vibrazioni e incollare sui bordi o sugli elementi portanti, una guarnizione.

In questo modo si eviterà che le vibrazioni, vengano trasmesse alle pareti della casa. 

Altro aspetto importante riguarda il pavimento di posa della vasca. Esso deve essere in piano, se ciò non fosse va livellato. La vasca deve risultare in posizione perfettamente orizzontale, sia sulla lunghezza che sulla larghezza. Internamente però tutte le vasche idromassaggio hanno un dislivello interno che permette di regolare il deflusso dell’acqua verso lo scarico.

In caso di ristrutturazione l’installazione della vasca idromassaggio va fatta dopo la posa del rivestimento e del pavimento.

Come installare una vasca idromassaggio in casa come quella di una spa

Come installare una vasca idromassaggio in casa – Shutterstock Di Antonio Gravante

Scegliere la vasca idromassaggio in casa

La vasca idromassaggio è la soluzione adatta per rendere la stanza da bagno elegante e sofisticataSe non si ha molto spazio a disposizione esistono vasche idromassaggio compatte, delle dimensioni di 160×70 cm. Chi ha spazi sufficientemente ampi invece, può anche scegliere una soluzione angolare, le cui dimensioni vanno dai 120 ai 150 cm. Chi non ha problemi di spazio, invece, può scegliere una vasca ovale, rotonda o quadrata di grandi dimensioni. Adatte per soluzioni free standing il cui ingombro va dai 160 ai 200 cm.

Per le vasche di grandi dimensioni, però bisogna considerare non solo il volume ma anche il peso totale a pieno carico. Perché il solaio potrebbe non reggere tale peso. È quindi opportuno richiedere un supporto tecnico per evitare di correre rischi.

Le vasche idromassaggio possono essere fatte di vari materiali. Le migliori sono quelle in acrilico, ma non sono riparabili in caso di rottura. In vetroresina smaltata, robuste e leggere e polistirene espanso, un materiale altrettanto leggero, rigido e robusto. Anche i sistemi di idromassaggio sono vari: il sistema whirlpool, con getto d’acqua e aria, il sistema airpool con solo getto d’aria o il sistema combinato.

Alla nuova vasca idromassaggio può essere aggiunto un miscelatore a cascata o delle doccette per la cura del corpo. Ma se non ci sono rubinetti aggiuntivi allora si dovrà posizionare solo il raccordo allo scarico, perché il rubinetto principale sarà quello già presente.

La manutenzione della vasca idromassaggio

Per garantire la massima sicurezza nell’uso delle vasche si deve far riferimento alle specifiche norme UNI EN 12764:2015 per apparecchi sanitari e specifiche per l’ idromassaggio. 

Per consentire controlli periodici ogni vasca dovrebbe essere dotata di un pannello asportabile anteriore, che permetta l’ispezione e la ventilazione dell’impianto. Oppure dovrebbe essere almeno dotata di aperture, fori o griglie.

La manutenzione e la corretta gestione della vasca idromassaggio è importante. Ad esempio si deve sapere che nell’idromassaggio non vanno versati bagnoschiuma perché si genererebbe una schiuma eccessiva. Meglio quindi usare oli o essenze.

Anche la pulizia, va fatta con prodotti delicati come il detersivo per piatti o prodotti casalinghi specifici alla pulizia di vasche da bagno. Del tutto sconsigliato l’uso di polveri abrasive.

Anche la disinfezione della è un processo da compiere almeno ogni 2 mesi circa. Per farlo meglio usare candeggina e acqua, mentre per la rimozione del calcare, da compiere almeno ogni 6 mesi circa a seconda dell’utilizzo e alla durezza dell’acqua, meglio usare acqua e aceto bianco.

Installare la vasca idromassaggio in casa e usarla ogni giorno, porta grandi benefici. L’acqua calda che producono insieme all’azione massaggiante rilassa la mente, tonifica il corpo e allontanando lo stress favorendo così un buon riposo. Se poi a questo si aggiungono anche i vantaggi della cromoterapia avere una piccola spa in casa è sicuramente un buon modo per ritemprarsi dalle giornate frenetiche.

I benefici della cromoterapia in bagno

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Durante un’indagine condotta dall’Osservatorio sulla Casa è stato chiesto ad un numero campione di utenti il motivo per cui, nel corso dell’anno non avessero effettuato lavori sulla loro abitazione. Dall’indagine è emerso che il 55% non ha effettuato nessuna ristrutturazione perché riteneva che la casa non necessitasse di interventi mentre il 31% non lo ha fatto per mancanza di budget. Solo il 6% non li ha fatti per mancanza di tempo, il restante 5% non lo ha fatto per altri motivi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it