Tendenze rivestimenti 2022: quali scegliere per una casa trendy?

Le principali tendenze rivestimenti 2022

Il colore torna ad essere il vero protagonista delle tendenze rivestimenti per il 2022.

Tra le principali proposte del settore spiccano i rivestimenti con temi decorativi importanti, proposti sia su carte da parati che su piastrelle. Inoltre, restano un must per la casa di tendenza anche le ceramiche effetto legno e marmo.

Arredare con il marmo: idee per rendere la tua casa elegante

Le tendenze rivestimenti bagno

Quando si parla di rivestimenti, a fare da padrone sono ancora le piastrelle, elemento privilegiato sia in cucina che in bagno.

Per soluzioni d’effetto di grande classe si conferma la piastrella che riproduce le trame del marmo. Ideale sia per una soluzione in stile classico che minimale e moderno.

Il mercato propone rivestimenti ceramici nelle più svariate nuance. Si va piastrelle che riproducono il Travertino, il Calacatta o il Nero Marquiña. Basta scegliere quello più in linea con il proprio stile ed il risultato sarà senza dubbio davvero elegante.

Torna di tendenza anche la piastrella in tinta unita, sia lucida che opaca da abbinare ad uno stucco colorato per un effetto originale e low cost.

Per quello che riguarda i formati delle piastrelle per la stanza da bagno, la tendenza ricade su prodotti di grandi dimensioni. Si parla di piastrelle che vanno dai 60 x 60 cm ai 120 x 60 cm. Fino ad arrivare alle medie dimensioni, come il 25×75 cm, da posare sia in verticale che orizzontale, a seconda degli effetti desiderati.

Sempre più richieste sono le piastrelle rettificate, ovvero che hanno subìto una lavorazione specifica praticata alla fine della produzione. Questa viene effettuata mediante l’uso di apposite frese, che permettono di squadrare perfettamente i bordi della piastrella formando angoli di 90°. Così, una volta posate, le piastrelle combaciano perfettamente e la presenza della fuga è ridotta al minimo.

Tendenze rivestimenti 2022

Tendenze rivestimenti 2022: quali scegliere per una casa trendy? – Shutterstock di united photo studio

Scegliere il rivestimento cucina: tendenze 2022

Quando si parla di rivestimenti casa, in bagno così come nelle altre stanze, le tendenze confermano l’ interesse anche per il 2022 per la carta da parati.

Questo materiale, oggi può essere usato in qualsiasi contesto, perfino all’interno del box doccia, scegliendo la carta da parati in fibra di vetro e non quella con fondo TNT. Quest’ultima è molto resistente, ma non è impermeabile, caratteristica garantita invece da quella in fibra di vetro, trattata con resine bicomponenti.

I temi delle carte da parati sono perfetti sulla parete principale del bagno cosi come nella cucina. Qui, se non si desidera usare la carta è possibile optare per piastrelle con supporto in gres porcellanato con grafiche realizzate a stampa digitale. In questo modo, infatti, si hanno tutti vantaggi della ceramica insieme alla bellezza del tema decorativo tipico della carta da parati.

A differenza del bagno, dove si preferisce sempre più spesso la piastrella grande formato, in cucina le tendenze riconfermano l’uso di piastrelle piccole, nelle dimensioni 10x10cm o 20 x20 cm. Sia che si tratti di soluzioni più audaci nella posa che pattern classici, come le cementine o le piastrelle smaltate.

Il cucina, il rivestimento può riguardare una o più pareti o limitarsi solo alla parte più importante, ovvero il paraschizzi. La tendenza generale, ad oggi, è quella di rivestire solo quest’area. Questa superficie muraria, deve essere impermeabile, durevole e facile da pulire. Si tratta dello spazio dietro i fuochi ed al piano di lavoro.

Prima di decidere se e come rivestirlo, però, bisogna tenere in considerazione il regolamento edilizio comunale, perché in esso sono riportate eventuali specifiche sul rivestimento di questa zona della cucina.

Se si opta per la pittura, essa deve essere adatta allo scopo. Vanno bene anche gli smalti lavabili con finitura antibatterica e resistenti all’abrasione.

Ideali anche le resine o i rivestimenti effetto cemento. Si può scegliere anche il metallo, poi, come materiale per rivestire il paraschizzi, certi che darà un effetto più luminoso. Questo, infatti, riflettendo la luce amplia lo spazio.

Infine, molti rivenditori di cucine oggi propongono di usare lo stesso materiale del piano di lavoro, come quarzo o un grés, donando così maggiore continuità all’insieme.

Progetto cucina: consigli per renderla confortevole

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • L’attenzione verso l’ambiente domestico è cresciuta esponenzialmente negli ultimi due anni. Tendenza confermata anche nei primi mesi del 2022 con gli italiani che continuano a progettare acquisti ed a pianificare interventi per migliorare la propria abitazione.
  • L’Osservatorio Findomestic di febbraio 2022 rileva un aumento delle intenzioni di ristrutturare casa (+4,4%), di acquistare impianti fotovoltaici (+21,9%) e impianti solari termici (+6,9%).
  • Stando ai dati rilasciati da Confindustria ceramica, a fine dicembre 2021 si evidenziano, per l’industria italiana delle piastrelle di ceramica, volumi di vendite intorno ai 458 milioni di metri quadrati (+12% rispetto al 2019). Tali quote derivano da esportazioni nell’ordine di 367 milioni di metri quadrati e vendite sul mercato italiano per oltre 91 milioni di metri quadrati .

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post