I migliori marchi italiani di piastrelle

State progettando la vostra nuova casa o dovete ristrutturare quella nella quale vivete?
La scelta delle piastrelle è davvero un momento importante. Oggi l’offerta del mercato è molto varia. Facciamo una panoramica dei migliori marchi italiani di piastrelle.

Quali sono i migliori marchi italiani di piastrelle?

I marchi italiani di piastrelle sono sempre molto più richiesti non solo sul mercato nazionale ma anche dai mercati esteri.
I migliori pavimenti sono quelli realizzati in gres porcellanato, in marmo o in ceramica. Inoltre le più recenti tecniche di produzione consentono di ottenere piastrelle di qualunque spessore, formato e stile estetico.

Arredare con il marmo: idee per rendere la tua casa elegante

Vediamo quindi cinque tra i migliori marchi italiani di piastrelle:

Marazzi

Marazzi è il marchio più noto nel settore delle piastrelle di ceramica. Da sempre sinonimo di ceramica di qualità, è ormai presente in oltre 140 Paesi, e rappresenta il meglio del made in Italy nel settore dell’arredamento e del design.

Lea Ceramiche

Si tratta di un’azienda che opera da anni nel settore dei pavimenti e rivestimenti in gres porcellanato. La produzione di Lea Ceramiche è molto focalizzata sulla ricerca estetica e stilistica dei materiali.

Atlas Concorde

Dal 1969, Atlas Concorde si è affermata come uno tra i principali brand nel panorama ceramico mondiale. Realizza gres porcellanato e rivestimenti ceramici di eccellenza in grado di rispondere a ogni esigenza dell’architettura contemporanea. Innovazione, ricerca tecnologica, stile italiano, responsabilità sociale e ambientale sono i valori cardine di questo marchio italiano di piastrelle.

FAP Ceramiche

Azienda nata a metà degli anni 60 a Sassuolo come Fabbrica Artistica Piastrelle, oggi offre un catalogo di oltre 30 collezioni, che spaziano dalle piastrelle colorate, a quelle lucidate, satinate, decorate. Con linee ispirate al marmo, alla pietra grezza, al legno e una scelta di formati che spazia dai più tradizionali a quelli più originali.

Cotto d’Este

Da oltre 20 anni, Cotto d’Este produce piastrelle per rivestimenti e pavimenti in gres porcellanato di altissimo livello. Prodotti materici, intensi, caratterizzati da un’eccellenza produttiva, una perseverante ricerca estetica e una profonda cura per il dettaglio.

piastrelle italiane

I migliori marchi italiani di piastrelle – Foto di 2427999 da Pixabay

Quali elementi valutare nella scelta delle piastrelle

Ecco i principali elementi da valutare nella scelta delle piastrelle:

  • Spessore: i più recenti sistemi produttivi permettono di avere lastre con spessori che variano da 3,0 mm sino a 20 mm. Le lastre sottili sono molto utilizzate, ad esempio, per i rivestimenti.
  • Formato: è possibile scegliere tra piastrelle di maxi formato a quelle molto molto piccole, che ricordano lo stile vintage. La scelta è strettamente legata all’ambiente da arredare e allo stile preferito.
  • Effetto: oggi ormai la creatività la fa da padrona anche in questo settore. E così è possibile soddisfare ogni gusto estetico, spaziando dai pavimenti effetto legno alle texture super originali.
  • Manutenzione: la pulizia quotidiana e la manutenzione di pavimenti in ceramica, marmo, e gres porcellanato non richiede particolari accortezze né l’utilizzo di prodotti specifici o particolarmente aggressivi.
  • Durata: oggi ormai la produzione offre materiale davvero molto resistente, che dura anche più di 20 anni senza essere soggetto a perdita di colore, graffi, e usura in generale.

Pillole di Interior Design: rivestimenti per tutti i gusti

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati di Confindustria Ceramica, in Italia nel 2020 si sono venduti circa 391 milioni di metri quadrati di piastrelle (-4% rispetto al 2019, causa pandemia). Negli USA invece il calo è stato pari al 3.5% con un totale di 236 milioni di metri quadri di piastrelle vendute.
  • La piastrella è diventata negli anni anche simbolo di diverse località turistiche. E così da elemento di arredo si è trasformata in vero e proprio oggetto artistico di produzione locale. Tra gli esempi più noti, le ceramiche di Vietri, gli Azulejos portoghesi, le ceramiche di Santo Stefano di Camastra.
  • Extraordinary Size è il nome della piastrella più grande del mondo. Presentata nel 2015 a Bologna, è tutta made in Italy e misura 320×160 centimetri, spessore 6 millimetri.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Divido il mio tempo tra la mia professione di comunicatore pubblico e l’arte della danza contemporanea, che pratico fin dall’infanzia e che mi porta sui palcoscenici italiani come danzatore e coreografo. Sono un appassionato di new media con particolare riguardo alla comunicazione pubblica e istituzionale: la partecipazione, la trasparenza, la reputazione sono le aree di maggiore interesse. Ho iniziato molto tempo fa con importanti incarichi nella pubblica amministrazione, passando da progetti di consulenza e formazione in ambito pubblico sul posizionamento di nuovi servizi al cittadino alla ideazione di format culturali. Mi piace pensarmi un divulgatore di best practices nell'innovazione sociale e nel public branding. Attualmente lavoro presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca nell'Area Affari Istituzionali e Comunicazione. L’incontro con Habitante è un’avventura di scrittura che mi permette di raccontare, con stimoli nuovi, i mondi che ho conosciuto e imparato ad apprezzare negli anni.