Vai al contenuto
Il marrone nell’arredamento

Il marrone nell’arredamento: atmosfere accoglienti e naturali con le sfumature del legno

Condividi L'articolo su

Il ruolo del marrone nell’arredamento

I colori negli interni hanno un ruolo molto importante, possono trasmettere armonia, tranquillità o eccitazione. La scelta di un colore in favore di un altro, può avere un valore sia dal punto vista estetico che psichico, ossia per quello che comunica.

Tra i colori più usati per le sue intense sfumature c’è il marrone, colore che nella simbologia è tra quelli maggiormente associati alla terra e al radicamento. Il marrone nell’arredamento trova da sempre molto spazio in molti ambiti: dal mobilio ai complementi, dai tessuti alle pareti fino ai pavimenti.

Tendenze casa: colori e stili perfetti per l’estate 2022

Il legno protagonista del marrone nell’arredamento

Uno dei motivi principali per cui il marrone trova molto spazio nell’arredo è perché il marrone è il colore del legno. Con questo materiale e di conseguenza con questo colore, si realizzano infatti: gli arredi, i pavimenti, i rivestimenti nonché i complementi. Il legno così come il marrone, suggerisce un senso di calore domestico che nessun altro materiale è capace di infondere.

Può essere usato per arredare la cucina, il bagno, la camera da letto. Insomma praticamente trova spazio e da ottimi risultati, in ogni ambiente della casa. Il marrone è una tonalità scura dell’arancione, un colore rassicurante che trasmette un senso di stabilità ed equilibrio.

Rientra nella gamma delle tinte neutre e naturali. Del marrone esistono tanti toni che variano molto. Si va dal marrone chiaro allo scuro, dal rossastro al giallastro fino al grigio-marrone.

Così come ci sono vari toni di marrone ci sono anche varie tonalità di legno. Ad esempio, se si parla di rovere si deve immaginare una tonalità di legno che può andare dal marrone chiaro a quello scuro. Non solo, con il passare del tempo potrà anche arrivare ad assumere una tonalità ambrata.

Sempre a titolo di esempio c’è invece il legno di faggio che ha una gamma di colori che va dal crema chiaro al marrone rossiccio con sfumature rosa/arancio. Anch’esso è soggetto ad una variazione cromatica con il passare del tempo con una leggera mutazione dei colori: dall’arancio ai toni ambrati. Variazione comprensibile se si pensa che il legno non trattato è materiale naturale. La subisce anche il legno di frassino che nel tempo cambia da un leggero color sabbia ad un tono paglierino/marrone chiaro o il noce americano, che ha una variazione di tonalità medio/alta con lo schiarimento del durame che va dal marrone scuro ad un tono più dorato.

Il marrone nell’arredamento
Il marrone nell’arredamento: atmosfere accoglienti e naturali con le sfumature del legno – Shutterstock di Followtheflow

Abbinare il marrone nell’arredamento

Il marrone scuro crea un’atmosfera accogliente ed è quindi particolarmente adatto nelle stanze molto grandi che spesso mancano di calore, personalità e carattere. Altra caratteristica riconosciuta al marrone è che può essere facilmente abbinato. Sta bene con i colori accesi (come il verde o l’arancione) e con quelli neutri come il grigio, il crema, il sabbia, il beige e il tortora.

Per creare un ambiente sofisticato ma riposante, il marrone scuro può essere abbinato al beige, alla crema, al color sabbia ma anche al verde e all’azzurro chiaro. Per un ambiente dinamico, meglio le tinte più intense tipo il fucsia o il turchese. Il marrone scuro è un colore che può sostituire efficacemente il nero dato che esprime lo stesso senso di serietà ma in modo più calmo e dolce. 

Sull’onda dell’interesse per la protezione dell’ambiente e del crescente bisogno di riavvicinarsi alla natura oggi al marrone viene spesso associato il concetto di ecologia. E per meglio il concetto di un ambiente naturale, spesso lo si abbina anche ai motivi floreali.

Il marrone è ideale nello stile scandinavo per la sua naturalezza, un tavolo in legno naturale su un pavimento in parquet è l’ideale per  un effetto romantico e moderno.

Per uno stile industriale invece lo si ottiene meglio con il marrone scuro da usare su arredi e superfici. Perfetto se combinato con la pelle che conferisce un aspetto nobile e rustico.

Ovviamente la presenza del marrone non deve essere eccessiva. Il gioco di equilibri è necessario e va smorzato non solo con il colori ma anche con i materiali. Ad esempio toni del marrone caramellato possono armonizzarsi con materiali naturali come cotone, lino o juta. Perfetto anche l’accostamento con elementi decorativi di rafia o rattan.

I colori di casa influenzano l’umore. Come scegliere quelli più adatti

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo il barometro dell’Osservatorio mensile Findomestic di maggio 2022 quasi il 40% del campione intervistato ha intenzione di acquistare l’arredo nei prossimi 3 mesi.
  • Sempre secondo l’Osservatorio mensile Findomestic, solo per il 27% delle famiglie oggi è un buon momento per fare acquisti. Ma in prospettiva le intenzioni d’acquisto recuperano il calo subito in marzo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News