Come abbinare i colori negli interni contemporanei

Negli arredi contemporanei la scelta del colore è importante

Il giusto abbinamento di colori negli interni contemporanei è difficile da rendere perché le varietà cromatiche esistenti sono molteplici e diverse. La scelta dipende da vari fattori, tra cui anche dal tipo di stile dalla stanza che si intende arredare.

Ci sono alcune regole per scegliere la combinazione di colore ideale per gli interni contemporanei. Prima di tutto, scegli cosa mettere in risalto tra i vari elementi della stanza come pareti, pavimento o arredamento. Bisogna poi seguire una palette di colori in base anche ai propri gusti personali.

In generale comunque, il consiglio è quello di dare risalto alla luce di un interno scegliendo colori chiari per aumentare la percezione di luminosità e quelli scuri per allentarla.

I colori negli Interni contemporanei

Secondo l’architetto-designer Gaia Maicola la regola è scegliere 3 colori chiave che devono essere sempre presenti in un interno, ovvero:

  • Colore di base, solitamente neutro, ma caldo. Ideale per pavimento, tendaggi, pareti e infissi. Questi devono avere tutti lo stesso colore o gradazioni simili.
  • Colore intenso, più scuro e acceso, da riservare a pochi pezzi di arredo, come ad esempio una parete o un divano.
  • Colore di rottura, che rompe la monotonia di due sole tonalità da riservare a pochi elementi non troppo centrali. Non deve mai essere uguale al colore di base, oppure scegliere bianco o nero.

In ogni caso, un interno non dovrebbe avere una palette di più di 6 colori, considerando anche le nuances dei materiali e delle loro venature.

Abbinamento colori negli Interni contemporanei con pavimento chiaro

In questo caso è interessante abbinare il colore del pavimento alla tinta dei muri. Scegliendo come colore base un grigio, un elemento di contrasto è dato dal verde di un elemento come la porta che si accosta al colore del divano. La rottura può essere data dal bianco di un tavolo con sedie nere.

Colore Naturale

Per un arredamento contemporaneo chic, in caso di pavimento neutro, si possono scegliere come elemento di rottura dalle listellature in legno naturale, con venature a vista. Il divano può avere un colore Intenso, rosso o verde che spezza la monotonia cromatica e rende l’insieme armonioso.

colore negli arredi contemporanei

Foto di Santiago Cornejo da Shutterstock

La scelta dei colori dark

Anche per interni molto scuri valgono le stesse regole. Se il colore di base è il grigio scuro, con cui sono state trattate pareti, gli infissi e i soffitti, il colore di rottura può essere dato da un divano verde scuro in primo piano. Il colore intenso può essere il ramato del banco di un tavolo.

I colori negli interni contemporanei a effetto tropicale

Anche in situazioni più strong, come in caso di piante o colori audaci, è possibile controllare la resa cromatica della stanza. Ideale sarebbe che il colore di base fosse dato dal parquet scegliendo per le tappezzerie il colore di rottura, magari in marrone scuro.

Il colore intenso verde può essere reso dai quadri e delle piante presenti all’interno dell’ambiente che rappresentano un elemento fondante della composizione.

Come abbinare i colori delle pareti

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nei bagni è meglio ridurre la palette a sfumature molto simili, per un effetto più minimalista e un maggiore controllo della parte decorativa. Con le decorazioni infatti, è bene non eccedere con i colori, in modo da farle risaltare. Il colore di base solitamente è il bianco, presente su muri, soffitti, infissi e persiane. L’acciaio cromato è un possibile colore di base. Il colore intenso è il marrone del legno, con le sue venature. Il colore di rottura scelto per la decorazione, può essere il beige.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it