Arredare gli esterni con le amache da giardino

Quando arriva l’estate è assolutamente necessario riuscire a concedersi momenti di relax. Il modo migliore per farlo è quello di sdraiarsi su un’amaca scegliendo uno dei tanti modelli di amache da giardino esistenti, un arredo tornato di moda sia negli esterni che negli interni.

L’amaca è una seduta molto semplice, tanto da essere definita come una forma primordiale di giaciglio. Negli ultimi anni le amache da giardino sono tornate ad arredare gli spazi outdoor di moltissime abitazioni. Non solo, sempre più spesso questa particolare seduta da esterni trova spazio anche negli angoli più confortevoli di casa. Questo anche grazie alla ricca varietà di modelli proposti dal mercato.

L’amaca semplice o con supporti per arredare la casa o il giardino

Il modello più famoso di amaca è senza dubbio quello sospeso. Composto da una struttura, ovvero la parte che accoglie il corpo, fatta di cotone, corda, rete o stoffa. Questa tipologia di amaca perché possa essere usata, deve necessariamente essere dotata di funi alle due estremità. Esse vanno legate ad alberi, pali o altri tipi di supporti. Questo è fondamentale affinché l’amaca resti sospesa da terra e ci si possa sdraiare sopra. Importante è anche che l’amaca, una volta legata in modo efficace ai pali o all’albero, sia tesa e sostenga il carico del corpo di una persona sdraiata.

In alcuni cotesti però può anche capitare che in prossimità del punto cui si desidera posizionare l’amaca non ci siano ne pali ne alberi. In questi casi la soluzione sono le amache con supporti.

Si tratta di modelli di amaca che nella parte centrale hanno le stesse caratteristiche dell’amaca sospesa. La sola differenza è legata al fatto che hanno una struttura indipendente e autoportante capace di sostenere e tenere in tensione l’amaca. Questa struttura può essere in metallo o in legno. Il vantaggio di questo tipo di amache è senza dubbio dato dal fatto che possono essere posizionate ovunque. In giardino, sul bordo piscina, in veranda, così come in terrazza ma senza bisogno di prevedere sostegni.

Creare in casa un angolo relax con l’amaca

Tanti modelli per arredare il giardino con l’amaca

Una degli vantaggi delle amache semplici ossia a sospensione, è legato al fatto che possono essere trasportate ovunque senza occupare troppo spazio. Di contro uno degli svantaggi delle amache con supporti, dotate di struttura rigida sembrerebbe essere proprio l’opposto. Ossia che non si possono portare in viaggio. Ma non è così. Oggi tra i modelli di amaca in commercio ci sono anche quelli per campeggiatori. La caratteristica di queste amache è che sono dotate di struttura autoportante ma facilmente richiudibile e trasportabile in una sacca. Nello specifico questi modelli per appassionati di campeggio hanno anche la possibilità di aggiungervi zanzariere. Questo consentendo così di trascorrere sopra un’amaca anche intere notti sotto le stelle.

Ma se è vero che i modelli più noti di amaca sono quelli sospesi e quelli con supporti, va anche detto che a questi si affiancano anche altre tipologie, che aggiungono comfort e praticità nell’utilizzo di questa originale seduta.

Ad esempio esistono le amache autoportanti dotate di struttura parasole. Questi modelli rappresentano la soluzione ideale in contesti quali il bordo piscina, dove difficilmente ci sono alberi per legare l’amaca e per fare l’ombra a chi si trova sdraiato sull’amaca. Altro modello alternativo ai classici modelli di amaca è quella a due posti. La versione matrimoniale che permette a due persone di sdraiarsi completamente.

Amache da giardino per arredare la casa

Arredare gli esterni con le amache da giardino – Pexels Foto di Ksenia Chernaya

Come posizionare correttamente l’amaca

In origine pare che l’amaca fosse considerata un vero e proprio letto, tipico del Sud America, importato in Europa da Cristoforo Colombo. La seduta era ricavata con fibre della pianta di Hamack, presente in quelle aree geografiche e da cui deriva il nome.

Su questa particolare seduta sono stati fatti alcuni studi scientifici pubblicati anche da Current Biology. Quello che è emerso è che grazie alla sua oscillazione l’amaca fa bene al sonno. Questo movimento ondulato infatti regola alcuni importanti parametri fisiologici del sonno. 

La cosa importante quando si installa l’amaca è la curva della seduta che deve essere perfetta. Nelle amache con supporto la struttura metallica definisce già la giusta curvatura per accogliere la tua tela. In ogni caso ci sono sempre i due ganci e per regolare la curvatura basta far scorrere il nodo dell’amaca.

Diverso è per l’amaca sospesa da fissare ad albero, tra due pali o due muri. Per avere la curva ideale esiste un calcolo ossia la lunghezza tra i due punti di aggancio divisa per due è uguale all’altezza dell’attacco.

Arredare un giardino tra comodità e natura: da dove iniziare

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati Istat la spesa media mensile delle famiglie residenti in Italia è di 2.571 euro. Se si considerano le singole voci la maggior parte della spesa mensile è riservata alla casa la quale assorbe il 35,1% del totale per una cifra di 903 euro. Essa comprende acqua, elettricità e altri combustibili, manutenzione ordinaria e straordinaria.
  • Sempre secondo l’ultima indagine Istat aggiornata con i dati del 2018, il comparto casa che rappresenta il 46% dei consumi di beni durevoli ed è pari a 75 miliardi di euro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post