Arredare un giardino tra comodità e natura: da dove iniziare

Se si possiede uno spazio esterno è importante dargli valore con un arredamento adeguato trovando il giusto compromesso tra comodità e natura. Ecco perché è fondamentale sapere come arredare un giardino.

Come realizzare un giardino segreto

Come arredare un giardino

Il giardino è un vero e proprio angolo di relax. È il luogo perfetto per passare piacevoli giornate e serate all’insegna della comodità e sempre a contatto con la natura. A volte però è difficile renderlo accogliente senza rinunciare all’eleganza.

I consigli e i suggerimenti possono essere davvero tanti. Si può, tra gli altri, optare per:

  1. giardini all’inglese
  2. area relax stile tropicale
  3. giardino zen alla spettacolarità
  4. giardini alla francese.

Arredare un giardino: consigli da seguire

Vediamo nel dettaglio i tantissimi elementi decorativi e accessori da giardino utili per organizzare il proprio spazio verde in base ai vari stili.

1.      Giardino all’inglese

Una delle soluzioni più affascinanti perché permette davvero a chiunque lo veda, di vivere a stretto contatto con la natura.

Le piante e la vegetazione sono ben curate e si mostrano resistenti allo scorrere del tempo e alle intemperie. Il tutto abbellito da strutture decorative come fontane, ruscelli, gazebo, sdraio, sedie e tavolini in coordinato.

La varietà dei colori e le tonalità dei fiori cambiano in base all’alternarsi delle stagioni, ovvero:

  • il rosa e il bianco sono primaverili
  • il giallo e all’azzurro danno il benvenuto alla stagione estiva
  • l’arancione e i colori della terra sono tipici dell’arrivo dell’autunno
  • il verde e il rosso sono le tonalità cromatiche più utilizzate in inverno, soprattutto nel periodo natalizio.

2.      Giardino esotico

Per chi ama le pause di relax tra la natura, il giardino esotico è proprio ciò che serve per trascorrere piacevoli e rilassanti momenti all’aria aperta. Le piante più frequenti in questo habitat sono cactus, piante grasse e coloratissimi fiori esotici. Questi si sposano bene a un gazebo o a un’amaca e a delle sedie a dondolo con cuscini vari, perfetti per un po’ di riposo tra le piante.

3.      Piccolo giardino zen

Il fascino orientale conquista tutti. Il giardino zen giapponese infatti, è una soluzione architettonica molto gettonata e perfetta per chi desidera ricreare lo stile di vita e la cultura orientale in casa propria.

Chi ha abbastanza spazio e ama le lunghe passeggiate, può progettare un percorso con pietre naturali per esterni, in modo da far sentire chiunque in un’atmosfera completamente naturale arricchita con corsi d’acqua, vialetti di ghiaia o legno e fiori orientali.

4.      Giardini alla francese

Una caratteristica unica di questi giardini è la broderie, ovvero il “ricamo” delle aiuole riprodotto con sabbie colorate e piccole siepi. Qui tutto fa pare di un’attenzione rigorosa alle viste prospettiche. I viali e i grandi canali d’acqua esprimono alla perfezione l’architettura dell’inconfondibile arte del giardinaggio francese del classicismo barocco.

La cura dei dettagli, oltre che negli arbusti e nelle siepi, è rintracciabile nella presenza di fontane con o senza statue o, in ambienti molto grandi, scale che collegano le diverse zone del giardino. Le pietre per esterni sono ideali inoltre per costruire eleganti viali.

Consigli e idee per il tuo giardino di primavera

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Dai dati dell’Osservatorio sulla Casa, è emerso che il 59% delle abitazioni in Italia hanno almeno un balcone e il 47% ha uno spazio dedicato al giardino. Solo il 3% invece, ha una serra.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it