Arredare il bagno della casa al mare

Arredare il bagno della casa al mare per vivere al meglio le vacanze estive.

In vista delle giornate di relax e dei weekend più caldi in arrivo, progettare la casa al mare diventa l’obiettivo di molti italiani. Vediamo alcuni spunti per arredare con stile la stanza più importante della casa.

Il bagno della casa al mare

L’estetica e la cura del dettaglio risultano la chiave vincente per realizzare un bagno di tendenza. Il colore principe è senza dubbio il blu e tutte le sue sfumature. Ma non temete, la personalizzazione di questa stanza è possibile mixando i giusti rivestimenti e gli accessori.

Investire nella casa al mare è spesso qualcosa che riteniamo poco importante e dispendiosa, ma la stanza più importante da curare è proprio il bagno.

Shutterstock – Photographee.eu

Si tratta infatti della stanza più usata durante il giorno, che necessita una continua pulizia per eliminare la sabbia che, si sa, tende a finire ovunque dopo le giornate in spiaggia.

Quindi la scelta dei rivestimenti è importante perché questi ultimi, ai fini della pulizia, devono risultare facilmente lavabili.

I rivestimenti del bagno della casa al mare

Shutterstock – luceluce

Come rivestire il bagno? Consigliati rivestimenti impermeabili che tendono al bianco che farà da sfondo per tutte le tonalità di blu da abbinare. Se non vogliamo un bagno minimal o non amiamo le pareti bianche, possiamo optare per delle texture da creare con le piastrelle, matte o lucide a seconda dei nostri gusti.

Shutterstock – Barnaby Chambers

Colori brillanti o pastello sono così abbinati a sanitari dalle forme particolari, oppure classiche, ma valorizzati dalla giusta luce naturale. Pochi gli elementi metallici e molti gli elementi naturali: via libera alle fibre naturali, ai tessuti chiari, agli asciugamani abbinati e alle nuance dell’arredo bagno.

Gli accessori del bagno della casa al mare

Shutterstock – Africa Studio

Secondo la ricerca dell’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia, gli italiani sono molto vicini al tema dell’eco-sostenibilità e vogliono trasformare la loro casa nel 2019 con materiali idonei a questi principi. Possiamo infatti decorare la casa e, in particolare, il bagno della casa al mare, con elementi legati al mare: corde, conchiglie, sassolini, bottiglie, reti da pesca, barche. Tutto ciò che rimanda all’immaginario marino, se abbinato con stile, ci darà l’atmosfera giusta per le nostre fughe di relax.

Elementi che rimandano alla sabbia e alla pietra si affacciano sul mercato per poterci aiutare nella cura del corpo e del viso: un esempio interessante sono gli accessori di Desivero, che dedicano grande cura a questo materiale ecosostenibile.

Credits: www.desivero.com

Consigliato anche l’abbinamento con il legno dalla finitura chiara e desaturata, tendente al bianco secondo uno stile minimal o shabby chic.

Gli arredi per il bagno della casa al mare

La scelta più consigliata è un arredo in legno, ma che tipo di arredi servono?

Rispetto al bagno della casa che viviamo quotidianamente, il bagno della casa al mare non è molto diverso. Ha sicuramente esigenze particolari legate all’uso differente che se ne fa.

Va dato molto spazio utile per eliminare la sabbia in eccesso, prima di entrare in doccia: risulta utile un tappeto o un contenitore impermeabili e, quindi, facilmente lavabili su cui poter poggiare costumi e infradito insabbiati.

Una cassettiera più o meno grande per contenere costumi di ricambio, nonché asciugamani e accappatoio puliti. Servirà una mensola o un mobiletto a colonna che conterranno i nostri prodotti per proteggere i capelli e la pelle esposti ai raggi solari.

Shutterstock – Waleed Shah

Se il bagno è condiviso, dovremo quindi identificare quali sono gli spazi comuni e quali quelli individuali. Se la doccia o la vasca sono in comune, avremo bisogno di una o più mensole ampie per ospitare i prodotti per la cura del corpo.

Potrebbe interessarti “come arredare un bagno per due”.

In un mercato che ci consente la massima personalizzazione, arredare il bagno diventa sempre più semplice e a portata di tutti. Gli abitanti sentono sempre più vicina la stanza più importante della casa e per il loro benessere.

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Gli italiani che sono andati in vacanza l’anno scorso, secondo i dati forniti dall’Istat, consultabili qui, sono poco più di 25 milioni e mezzo di persone (25.571.000): questi sono colori che si sono allontanati da casa per concedersi almeno una notte altrove. Gli altri 35 milioni e 18 mila italiani, invece, non si sono mai mossi dal luogo in cui abitano, se non per tornarvi nella stessa giornata.
  • Nel 2012, la percentuale delle persone in Italia che riuscivano a permettersi almeno un viaggio o una villeggiatura era più alta: diceva di aver lasciato la propria casa almeno cinque giorni per una vacanza quasi la metà della popolazione (il 45,6%). E nel 2008 le cose andavano ancora meglio: quell’anno oltre il 50% degli italiani riuscì a concedersi almeno una vacanza lunga fuori casa.

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Immagine in evidenza: Shutterstock – archideaphoto

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.