Perché a Natale e Capodanno si usa il rosso?

Forse sarà capitato anche a voi di chiedervi perché a Natale e Capodanno si usa il rosso come colore ben augurante. Una tradizione che arriva da lontano nel tempo e che continuiamo a portare avanti ancora oggi quando realizziamo i nostri addobbi natalizi.

Perché a Natale si usa il rosso?

Come tutte le storie e le tradizioni che ci sono state tramandate, anche quella che racconta il perché a Natale a Capodanno si usa il rosso è ricca di interpretazioni.

Guardando indietro nel tempo si scopre che in epoca romana il rosso era considerato un colore nobiliare. Veniva utilizzato nel vestiario al fine di distinguere i nobili dalla plebe. Così fu anche nel Medioevo, epoca in cui il rosso continuò ad essere considerato il colore simbolo di prestigio e regalità. Soprattutto i papi e i cardinali, figure molto potenti, iniziarono a vestire le classiche mantelle rosse, riprodotte in molti ritratti famosi. Allo stesso modo fecero anche i cavalieri di vari ordini.

Pare infatti che in passato le persone usassero identificare il loro status all’interno della società non solo nel modo di vestirsi ma anche a secondo dei colori usati. Rossi erano anche i tappeti in velluto dei castelli e le sedute dei troni.  

Ma se si parla della tradizione natalizia allora il riferimento principale è nella figura di San Nicola. Personaggio che si dice sia realmente esistito, a cui si lega il mito di Babbo Natale.

San Nicola o Sinter Claes, come lo chiamano nei paesi nordici, da quando si apprende guardando le riproduzioni del santo, indossa un mantello rosso. Colore a cui vengono associati il concetto di stabilità, sicurezza e protezione. 

Ma il rosso da sempre ha nell’immaginario collettivo, valenza simbolica molto profonda ed importante. Viene identificato come un colore con un legame intrinseco con la vita, la nascita e la rinascita. Questo ci lascia così intendere, anche una correlazione profonda con il Natale, festa della nascita di Gesù.

Come il Natale e la sua atmosfera influenzano il nostro benessere

Perché a Capodanno si indossa e si usa il rosso

Tradizione vuole che il rosso sia anche il colore simbolo della festa di Capodanno. Anche riguardo a questa usanza, si trovano riscontri nell’antichità. Alcuni studiosi riportano che già gli antichi romani intorno al 31 a.c. ai tempi di Ottaviano Augusto, avessero  la tradizione del rosso a Capodanno. Durante il Capodanno romano, festività che cadeva il 1 marzo e cui si  rinnova il fuoco di Vesta, gli uomini e donne indossavano qualcosa di rosso come simbolo di potere, fertilità, salute e ricchezza . Il rosso pare fosse già considerato il colore della passione e dell’energia .

Al culto di Vesta divinità romana erano legati le vestali  sacerdotesse il cui compito quello di   custodire il fuoco sacro alla dea, acceso all’interno del tempio a lei dedicato, evitando che questo si spegnesse. Probabile quindi che l’usanza del rosso nel nostro Capodanno, sia da ricollegare alla celebrazione del fuoco rosso dentro al sacro del tempio.

Perché a Natale e Capodanno si usa il rosso simbolo di fortuna e non solo per addobbare l'albero

Perché a Natale e Capodanno si usa il rosso simbolo di fortuna e non solo Foto di Jill Wellington da Pixabay

Il rosso come colore del Capodanno anche in Oriente

Ma la tradizione del rosso a Capodanno non è solo una tradizione Occidentale. Anche in Oriente per il Capodanno cinese si usa come colore della festa il rosso. 

In Oriente però al colore rosso viene dato un significato diverso, essendo usato anche per le feste nuziali. Il rosso è considerato il colore della fortuna, della prosperità e della buona sorte.

Anche in Cina l’usanza di usare il rosso a Capodanno arriva dall’antichità. In quanto i cinesi usavano il rosso per scacciare il Niàn, una figura mitologica che secondo tradizione, farebbe la sua comparsa proprio durante il Capodanno cinese. Il rosso sarebbe quindi un colore “scaccia demoni”  e per questo considerato un colore portafortuna.

Di che colore è la tua casa? Il rosso

Usare il rosso nelle festività natalizie

In sintesi il motivo che spiega il perché si usa il colore rosso a Natale e Capodanno è da ricollegare a vari riferimenti sia religiosi che pagani. Riguardo a queste feste gli studiosi di antropologia culturale ci ricordano che il rosso è un colore che già nella preistoria era un colore di culto, che ricorda il sangue e rimanda al principio della vita. Il 25 dicembre oltre ad essere  la data in cui si festeggia la nascita di Cristo è anche il periodo in cui fin dalle epoche più lontane si facevano riti propiziatori per il raccolto del nuovo anno.

Da qui probabilmente deriva il rito moderno che facciamo quando usiamo il rosso come colore per le festività natalizie a cui solo in epoche più recente si è aggiunta la figura di Babbo Natale come lo conosciamo oggi, con il classico  vestito e cappello rosso. Ovvero così come venne raffigurato negli anni trenta, dal pittore statunitense Haddon Sundblom per la celebre bevanda gassata.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?
  • Secondo la tradizione contemporanea la notte del 31 dicembre si dovrebbero indossare dei capi rossi nuovi che sono stati ricevuti come regalo. Dopo averli indossati nella notte di San Silvestro, questi  andrebbero gettati il giorno seguente.
  • Oltre al rosso gli altri colori ricorrenti, tradizionalmente legati alle festività natalizie sono il verde, il bianco e l’oro simbolo di regalità e ricchezza.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it