Pasqua 2020, come organizzare il barbecue sul balcone

Quest’anno Pasqua 2020 sarà il 12 aprile e, seguendo l’iniziativa #iorestoacasa, festeggeremo questa festività a casa. Quale migliore occasione per un barbecue sul balcone?

Pasqua 2020, un giorno di festività per gli abitanti italiani che quest’anno, per l’emergenza Covid-19, reinventeranno le tradizioni pasquali sulle proprie tavole.

Non mancheranno nelle case degli abitanti italiani i dolci tipici e le ricette tradizionali di Pasqua, ma soprattutto il protagonista indiscusso di questa festività: il barbecue.

Cookie Studio – SHUTTERSTOCK

Pasqua 2020 a casa: ecco le idee per festeggiare in allegria 

Stiamo rispettando le regole per salvaguardare la nostra salute e quella di tutti, per cui anche a Pasqua e Pasquetta resteremo a casa, cercando di trascorrere le festività al riparo, ma comunque in allegria.

Ecco qualche idea per una Pasqua e Pasquetta in casa rispettando le tradizioni:

Il barbecue sul balcone: la normativa

Prima di parlare di barbecue sul balcone, rispondiamo alla domanda che tutti si pongono: è possibile installare il barbecue sul terrazzo? Cosa dice la legge?

La risposta la si trova nei regolamenti del proprio comune,che potrebbero limitarne o impedirne l’uso e che sarebbero assolutamente legittimi e da rispettare.

Dunque, se nel regolamento condominiale è espressamente fatto divieto di installare barbecue sul terrazzo e di fare grigliate sul balcone, anche secondo alcune sentenze della Corte di Cassazione è assolutamente legittimo ed è da rispettare. 

Se il regolamento vi permette di organizzare il barbecue sul vostro balcone o terrazzo vi consigliamo di acquistare modelli elettrici o a gas in grado di limitare di molto l’emissione di fumi ed esalazioni, permettendo comunque di mantenere buoni rapporti di vicinato, rispettare i regolamenti condominiali e comunali, e godere comunque del piacere di una grigliata all’aperto per festeggiare questa Pasqua 2020.

Esiste il barbecue perfetto ed economico? Guida alla scelta

Il barbecue sul balcone: non solo carne

Sappiamo che le abitudini alimentari degli abitanti italiani stanno cambiando e che c’è una maggiore attenzione alla salute. Tra le diverse tendenze alimentari sulle tavole degli italiani troviamo quella del barbecue vegetariano: grigliata non vuol dire necessariamente carne, ma anche verdure. Ci sono tanti modi, infatti, di arricchire il barbeque con sapori originali e gustosi, spaziando dall’antipasto al dolce. Scopriamoli insieme.

grigliata di verdure barbecue sul balcone

Foto di Canva

Grigliata vegetariana

Per un barbecue vegetariano pensiamo al tofu e al seitan, che possono essere utilizzati per comporre dei gustosi spiedini, da accompagnare con gli ortaggi. Per chi si vuole mantenere sul “tradizionale”, le verdure che si prestano maggiormente alla cottura alla brace sono i funghi, le melanzane, i peperoni, i pomodori, il radicchio di Treviso e le zucchine, ma sono ottimi anche le patate affettate, i finocchi e le pannocchie di mais. Per la cottura delle verdure che tendono a seccarsi, come per esempio le melanzane, una buona soluzione è farle precedentemente marinare, per poi cuocerle a una temperatura moderata coperte con un foglio di alluminio, in modo da impedire un’evaporazione eccessiva.

Frutta e dolci al barbecue

Frutta e dolci al barbecue

Foto di Canva

La frutta di stagione può essere un elemento aggiuntivo del vostro barbecue sul balcone. Il modo migliore per cuocere la frutta a tagliarla a cubetti dello stesso spessore e infilzarla negli appositi spiedini di legno. Prima, però, lasciatela marinare per circa un’ora in uno sciroppo ottenuto con zucchero, acqua e un po’ di liquore. Per finire in bellezza la grigliata non potete non concedervi il dolce, da preparare rigorosamente sulla brace. Un esempio? Puntate sui sapori “a stelle e strisce” e scegliete i marshmallows da cuocere con gli spiedini. 

Pasqua 2020, tradizioni culinarie 

Oltre al barbecue, non dimentichiamo le tradizionali ricette di Pasqua per imbandire la nostra tavola e vivere in allegria questa giornata di festività.

Cosa si mangia a Pasqua in Italia? Ecco i 10 piatti tipici:

  1. Agnello
  2. Pasta fatta in casa
  3. Uova
  4. Casatiello
  5. Torta Pasqualina
  6. Torta al formaggio
  7. Impanata ragusana
  8. Ortaggi e fave
  9. Brasato al Barolo
  10. Affettati

Decorare casa a Pasqua con le uova

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Ogni Paese nel mondoha delle tipiche tradizioni che accompagnano la Pasqua. Ve ne diciamo qualcuna:

    Bulgaria
    Nei giorni precedenti la Pasqua si fanno grandi pulizie nelle case, si cucinano i “kozunaks” e si colorano uova: il primo uovo deve essere colorato di rosso, perché possa portare la salute. A mezzanotte del Sabato Santo la gente si scambia gli auguri e le uova di Pasqua.

    Danimarca
    A Pasqua, in Danimarca, tradizione vuole che tutto sia colorato di giallo, dalle candele alla tovaglia, mentre le case vengono decorate con rami fioriti e uova dipinte.

    Finlandia
    La Pasqua in Finlandia ha gli stessi riti e tradizioni della vicina Svezia. Durante il pranzo pasquale, si mangiano il “Pasha” a base di formaggio e il “Mammi“, il tradizionale budino pasquale di segale.

  • Leggi l’articolo completo sulla normativa del barbecue sul balcone qui 

 TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by