Vai al contenuto
Design e sostenibilità

Design e sostenibilità: complementi d’arredo per una casa salubre

Condividi L'articolo su

Arredare la casa in modo sostenibile

Design e sostenibilità: complementi d’arredo per una casa salubre – Il design se abbinato alla sostenibilità permette di avere in casa prodotti rispettosi dell’ambiente e sostenibili. Ciò rappresenta un desiderio degli italiani. Infatti, quando si progetta o si ristruttura una casa, l’attenzione è sempre più rivolta verso soluzioni sostenibili ed eco-friendly, a dimostrazione di come questa cultura si stia diffondendo sempre di più.

Una casa salubre e sostenibile

I designer contemporanei sono sempre più orientati verso arredi che prendono ispirazione dal mondo della natura per dare vita a mobili in grado di essere utilizzati all’infinito. Il riciclo, anche se rimane centrale, ormai non è più sufficiente e gli esperti di arredi eco-friendly hanno deciso di adottare materiali in grado di essere utilizzati e riutilizzati più volte al fine di non produrre alcun rifiuto. Accanto a questi non possono mancare i materiali ecosostenibili in grado di essere al 100% biodegradabili e l’alternativa second-hand.

Design e sostenibilità
Design e sostenibilità: complementi d’arredo per una casa salubre – shutterstock foto di Followtheflow

Come scegliere i complementi d’arredo per una casa salubre

Realizzare una casa seguendo i principi della sostenibilità e avere un appartamento eco-friendly lascia ampio spazio decisionale nella progettazione. Infatti, l’importante è fare le giuste scelte green che rispecchiano al meglio il proprio personale stile.

Complementi d’arredo second-hand: i nuovi protagonisti della casa

Uno dei modi per rendere la casa sostenibile è quello di scegliere complementi d’arredo second-hand. Ciò permette di risparmiare, e allo stesso tempo evitare gli sprechi dando vita a nuovi mobili. Credenze e bauli, se rimessi a nuovo, possono diventare elementi che rendono unica la stanza. Un modo per recuperare mobili antichi è quello di girare per mercatini o scrutare con attenzione ciò che c’è in cantina. Anche seguire siti, pagine e gruppi sui social network in cui si vendono e si scambiano oggetti vintage, può essere un buon modo per arredare con complementi d’arredo second-hand. Oltre a mobili come credenze e comodini, ci sono molti oggetti che possono andare a decorare le stanze in maniera originale e sostenibile. Vecchie scale di legno, per esempio, possono diventare un appendiabiti o una libreria, mentre sono ormai noti i mille usi dei pallet che è possibile trasformare in tavolini, divanetti e comodini.

I trend per la casa del futuro: nuovi stili di vita

Progettazione a zero impatto ambientale

Il Low Impact Living è un tipo di arredo sostenibile basato sulla scelta di componenti caratterizzati da materiali a impatto zero sull’ambiente. Infatti, rispettano a pieno le normative europee sulla sostenibilità in quanto sono realizzati con vernici e colle naturali e lampade a basso consumo energetico.

Anche il nuovo filone Zero Waste Design è un’alternativa che consente di arredare la casa in modo salubre. Grazie al riciclo di elementi scartati si è in grado di dare vita a materiali innovativi con caratteristiche tecniche elevate. Ciò anche grazie all’utilizzo di bottiglie di vetro, lattine e cartoni per dare vita a tanti oggetti che racchiudono in sé il concetto di sostenibilità e hanno allo stesso tempo anche un grande impatto di design.

Una casa salubre con le piante indoor

Avere delle piante in casa è un ottimo modo per progettare una casa salubre. Oltre ad essere un bellissimo modo per decorare gli ambienti, permette anche di purificare l’aria e ridurre l’umidità.  

La cucina e il bagno eco-sostenibile

Per realizzare una cucina in armonia con l’ambiente per prima cosa è bene sapere che più la cucina resiste nel tempo, meno impatto avrà sull’ambiente. Inoltre, è necessario che i materiali impiegati siano riciclabili, così da poter essere riutilizzati limitando gli sprechi. In più è bene conoscere la provenienza del legname, se presente, e controllarne l’eventuale certificazione.

Anche in bagno se si applicano alcuni piccoli accorgimenti è possibile creare un ambiente salubre. Per esempio per il lavandino è possibile scegliere un lavandino con miscelatore monocomando che si aziona con leva, molto più efficiente rispetto alle classiche manopole.

Anche installare un soffione moderno alla doccia permette di risparmiare molta acqua. Invece, per quanto riguarda le pareti è consigliabile utilizzare materiali che meglio sopportano l’umidità, come ad esempio la ceramica.

Casa Smart: la casa di domani costa meno di 500 euro

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo la ricerca GFK sulla smart home, in Italia i più favorevoli a un approccio smart sono i Millennial italiani che hanno speso più degli altri per apparecchi e servizi di casa intelligente. 1 su 4 ha proprio dichiarato di voler incrementare gli investimenti nel rendere l’abitazione più confortevole, più sicura e soprattutto più “sana”.
  • Inoltre, Il 52% dei consumatori italiani è convinto, in base alla stessa ricerca, che nei prossimi 2-3 anni le tecnologie digitali avranno un impatto assolutamente positivo sulla propria abitazione.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News