Arredare la casa con il legno e i materiali più sostenibili

Rendere la nostra dimora rispettosa dell’ambiente passa anche attraverso la scelta dei mobili: ecco come arredare la casa con il legno e i materiali più sostenibili.

Il legno è uno dei materiali più usati nella storia dell’interior design: living, camera da letto, cucina e bagno da sempre posseggono almeno un elemento in legno. Che la vostra abitazione sia in stile classico, rustrial o shabby chic, la scelta del legno è consigliata e farà la differenza.

Non solo il legno, ma anche altri materiali sostenibili, vengono oggi suggeriti dagli architetti e dai designers: riciclare materiali e vecchi mobili per dargli nuova vita è un primo modo per risultare sostenibili; ma tra i nuovi prodotti scopriamo anche il cartone, il bamboo, i pannelli in OSB (Oriented Strand Board) e la canapa.

Come arredare la casa con il legno

Shutterstock – ImageFlow

Concentrandoci sulle possibili combinazioni di interior con il legno, scopriamo alcune idee di arredamento. Rendere la nostra casa naturale è possibile fin dal rivestimento delle pareti: ottenere un look nude è anche economico. Basterà avere le pareti senza vernici o trattamenti specifici. Se invece amate le pareti dipinte, sono consigliate delle pitture ecologiche.

Per gli appassionati della staticità, che, quindi, non amano trasformare la loro casa o sostituire le decorazioni nelle varie stagioni dell’anno, consigliatissimo è il wooden style. Ciò non significa rendere gli ambienti interni simili a una baita di montagna, ma riuscire a dare un richiamo molto naturale grazie agli arredi e ai rivestimenti in legno.

La scelta del colore per arredare la casa con il legno

Shutterstock – Vika Zhuyko

Il tipo di legno, la trama, il suo trattamento e il colore contribuiscono al look finale e, quindi, all’atmosfera dei nostri ambienti. Ma come fare per scegliere il legno che fa per noi?

Per ottenere un look shabby chic è necessario virare a tonalità fredde che si basano sul bianco e accostare accessori e arredi dalle nuance pastello.

Lo stile rustrial si inserisce nel 2019 tra le preferenze degli italiani: questa nuova tendenza indica, dunque, uno stile che si propone di mixare due stili già esistenti, il rustico e l’industriale, per dare vita ad uno stile nuovo ed originale. Basandosi sull’accostamento di elementi metallici ad altri in legno naturale, questa soluzione si propone come assolutamente originale di casa in casa.

Amare il legno non esclude uno stile minimal. Infatti, una possibile declinazione è il mobiletto da salotto: la scelta verte sicuramente o su un legno molto scuro o molto chiaro, che si possa abbinare agli elementi d’arredo più eclettici, i veri protagonisti dell’ambiente. In foto vediamo un esempio di arredo con elementi naturali e piante: una proposta di Maisons du Monde, da sempre impegnata nella sostenibilità ambientale.

Credits: Maisons du monde

Inserire un mobile dalle nuance calde e con le venature a vista è la soluzione ideale per chi ama colori tenui e un modo di vivere lo spazio in relax. Che sia il soggiorno o la camera da letto, l’atmosfera naturale che daremo alla nostra casa risulterà distensiva e naturale.

Credits: Maisons du Monde

Gli accessori giusti per arredare la casa con il legno

Dopo aver scelto lo stile più idoneo per la nostra dimora, passiamo alla scelta degli accessori d’arredo. In vista delle stagioni più calde, senza dubbio sono consigliati tavoli, ceste, mensole, soprammobili e decori in vimini e fibre naturali. Abbinare il vimine con i tessuti delle tende, dei cuscini e dei copri-divani che virano verso delle fibre più materiche, come il lino, il cotone, la tela e la canapa, renderà l’ambiente molto sobrio.

Anche l’home office potrà rispecchiare lo stile del nuovo living in legno: basterà circondarsi di colori ed elementi tenui, nonchè uno scrittoio pratico ed elegante, come questo in foto proposto da Maisons du Monde.

Credits: Maisons du Monde

Il legno è un materiale piuttosto malleabile, infatti basta scegliere bene il ceppo per ottenere innumerevoli soluzioni. Un’idea per arricchire le pareti è usare delle mensole o delle cornici, magari mixandole lungo tutta la superficie con posizioni particolari. Se vi annoiano le mensole orizzontali, si può optare per dei cubi aperti in legno oppure per forme personalizzate.

Shutterstock – Ayman alakhras

Davvero tante le soluzioni possibili con questo materiale versatile e, soprattutto, ecosostenibile.

La deforestazione è una delle cause principali del declino della biodiversità e del riscaldamento globale ed è per questo che le aziende virtuose del settore si impegnano nella gestione sostenibile della risorsa del legno. Questo avviene grazie alla tracciabilità della materia prima dalla coltura al trattamento finale.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Cosa vuol dire legno controllato? Il Legno Controllato è un materiale che può essere mescolato con quello certificato durante la realizzazione di prodotti etichettati come FSC Misto. Questo permette ai produttori di gestire l’offerta di materiale forestale certificato FSC, creando la domanda per il legno certificato FSC.
  • Le Organizzazioni certificate secondo la Catena di Custodia FSC devono implementare un sistema di Dovuta Diligenza per valutare e mitigare il rischio associato a materiale fornito senza una dichiarazione FSC così come definito dallo Standard FSC-STD-40-005 Requisiti per l’approvvigionamento di Legno Controllato FSC.
  • PEFC è la più grande organizzazione al mondo di certificazione forestale. Due terzi delle foreste certificate nel mondo sono gestiti in conformità ai criteri PEFC di Sostenibilità. PEFC offre la più ampia offerta di legname certificato a livello globale, fornendo alle aziende scelta e disponibilità.
Immagine in evidenza: shutterstock_Photographee.eu

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.