Come realizzare un pouf fai da te: 7 idee creative

Condividi L'articolo su

Il pouf è un complemento d’arredo molto flessibile e adattabile a diverse soluzioni d’ambiente, oltre che a diversi utilizzi.

Oggi che sempre più persone si appassionano dell’arte del riciclo e più in generale dell’home made, realizzare un pouf da soli non è così difficile.

Ecco alcune idee e spunti creativi per realizzare un pouf fai da te.

Realizzare un pouf fai da te

Chi di noi non si è accomodato almeno una volta nella sua vita su un morbidissimo e accogliente pouf?!
Seduta informale, poggiapiedi, tavolino, portariviste: questi sono solo alcuni dei tantissimi utilizzi che si possono fare del pouf.

Oggi in tutti gli ambienti, da quelli più moderni e di design, agli spazi industriali, alle case arredate in stile classico, il pouf è un elemento d’arredo che trova spazio e significato a prescindere da tutto il resto.

Sono tantissimi i pouf presenti sul mercato realizzati dalle varie aziende di arredamento; ma è possibile anche realizzarlo a mano, in casa. Non serve infatti investire risorse economiche importanti, né avere particolari abilità.
Basta solo un po’ di creatività e fantasia, e il pouf home made è presto fatto.

7 idee creative per un pouf fai da te

Rotondo, quadrato, basso, morbido, con la seduta rigida, con piedini o senza, in stoffa, di pelle, in legno, piccolo o grande. Quanta scelta abbiamo su come realizzare un pouf home made! E questi sono solo alcuni aspetti su cui indirizzare le nostre decisioni prima di realizzare il proprio pouf preferito.
Ecco allora di seguito alcuni spunti e idee creative per realizzare un pouf fai da te.

pouf tavolino

pouf utilizzato come tavolino davanti al divano – Photo by Marat Gilyadzinov on Unsplash

Pouf fai da te con cassette di legno

Le cassette di legno sono un’ottima base sulla quale costruire un pouf adatto ad un ambiente country, o in stile shabby chic. Ma anche per una casa di campagna, per la cameretta dei bambini. Oppure da mettere in terrazzo o in giardino.
Per realizzare un pouf con le cassette di legno è sufficiente recuperare una cassetta di legno di quelle a listelli spessi e piuttosto resistenti. Comprate o recuperate anche una tavola sempre di legno della stessa misura della casetta perché servirà a chiudere la cassetta stessa e sarà la base della seduta.
Scegliete quindi che stile dare al vostro pouf: moderno, vintage, shabby chic, country. E, in base allo stile scegliete la stoffa con la quale rivestire l’asse di legno. E i colori con i quali verniciare la cassetta.

Per rendere più morbida la seduta recuperate delle vecchie imbottiture di cuscini, oppure della gomma piuma, o delle vecchie coperte, e posizionatele sopra l’asse di legno, che poi rivestirete con la stoffa che avete scelto, da abbinare ai colori della cassetta, in modo da mantenere lo stesso stile.

pouf camera

 pouf realizzato con una cassetta di legno, rivestita in stoffa – Foto di Max Vakhtbovych da Pexel

Pouf con un bidone di vernice

Un pouf realizzato con un bidone di vernice è sicuramente una scelta molto originale e adatta a chi ama un arredamento in stile industrial. Ma può essere inserito anche in ambienti molto moderni e colorati.
Realizzare un pouf con un bidone di vernice è davvero un’operazione semplicissima.

Una volta recuperato il bidone di vernice vuoto, occorrerà solamente scegliere il colore con il quale verniciare il bidone, e cercare poi un cuscino rotondo da abbinare, e da posizionare sopra il coperchio così da rendere più morbida e confortevole la seduta. Per questo tipo di pouf sono molto consigliati anche i colori fluo e pop, che ben si abbinano con lo stile industrial.

Pouf a sacco

Il pouf a sacco è una vera e propria icona del design d’interni, tornato di gran moda negli ultimi anni. Comodissimo, perché assicura una seduta avvolgente e morbida, è utilizzato non solo in ambienti interni ma anche su balconi, terrazzi, e nei dehors di molti locali.

Per realizzare un pouf a sacco il nostro consiglio è quello di scegliere una stoffa particolarmente resistente. Tra le stoffe più usate ci sono l’ecopelle, la ciniglia, il cotone spesso, il velluto, o tessuti in plastica soprattutto se il pouf è destinato ad essere collocato all’aperto.
Per realizzare l’imbottitura la scelta ideale è il polistirolo espanso o la gommapiuma, da inserire all’interno di una fodera della stessa dimensione del pouf, in modo che il pouf stesso sia sfoderabile e possiate lavarlo regolarmente.

pouf a sacco

pouf a sacco – Foto di Aga Maszota da Pixabay

Pouf con pneumatici

Riciclare pneumatici usati e trasformali in pouf è davvero un’idea originale, e molto diffusa, perché garantisce risultati molto interessanti, creativi, e con un bassissimo costo. Sono diversi i modelli di pouf che si possono realizzare con gli pneumatici.

pneumatici riciclati

i pneumatici, una volta colorati, sono pronti per essere trasformati in pouf – Photo by Markus Spiske on Unsplash

La versione più semplice è quella di sovrapporre due o più pneumatici in base all’altezza che volete dare al vostro pouf, e colorarli così da renderli un interessante oggetto d’arredo, oltre che una comoda seduta.
Sempre usando gli pneumatici, è possibile realizzare un pouf più originale, adatto ad un ambiente etno-chic rivestendo il pneumatico con una corda o con della juta. E poi coprendo la parte vuota della ruota con un cuscino a tema floreale o jungle.

Pouf poggiapiedi

Per realizzare un pouf che svolga la funzione di poggiapiedi, potete partire recuperando uno sgabello piccolino in legno , di quelli che una volta usavano le nonne per sedersi davanti al camino.
Recuperato lo sgabello, prendete della gomma piuma o ritagliate parti da una vecchia coperta così da creare una soffice imbottitura sulla seduta. E rivestite poi la seduta di legno con l’imbottitura con una stoffa che ben si abbini al vostro divano. E così avrete un comodissimo poggiapiedi home made.

pouf poggiapiedi

pouf poggiapiedi – Foto di Charlotte May da Pexel

Pouf fai da te con una bobina di legno

Le bobine di legno sono sempre più utilizzate per creare complementi d’arredo con materiale riciclato. E quindi anche per realizzare un pouf home made.

Potete semplicemente colorare la bobina e posizionargli sopra un cuscino. Oppure potete rivestire completamente la bobina di legno con una stoffa, magari a righe colorate, e poi creare una seduta morbida sempre con un cuscino. Un’altra soluzione per realizzare la seduta è scegliere la stoffa monocolore da abbinare alla stoffa a righe della struttura. E inoltre, per sollevare leggermente da terra il pouf, potrete anche avvitare sulla superficie inferiore quattro piedini in legno.

pouf capitonne

pouf rivestito con pelle effetto capitonnè – Photo by Jason Leung on Unsplash

Pouf con un vecchio cassetto

Avete mai pensato che anche un vecchio cassetto può essere trasformato in un comodo ed originalissimo  pouf? Ecco come fare.
Procuratevi un vecchio cassetto di legno, di medie dimensioni, e ancora in buono stato. Poi acquistate un asse di legno delle stesse dimensioni della superficie del cassetto, che servirà per creare la seduta del pouf.
A questo punto non vi resta che scegliere quale stile dovrà avere il vostro pouf a cassetto. E se lo volete appoggiato per terra, o leggermente sollevato. Per questa seconda scelta dovrete allora avvitare sotto al cassetto quattro piedini di legno, oppure quattro rotelle se desiderate un pouf mobile.
Per la seduta potrete optare per un cuscino rettangolare delle dimensioni del cassetto, oppure creare una imbottitura con coperte, gommapiuma ed altro materiale morbido di riciclo.

In base allo stile che vorrete dare al vostro pouf, e all’ambiente in cui sarà inserito, scegliete quindi i colori per dipingere il cassetto, e i colori per il cuscino o per la stoffa con cui rivestire la seduta.
E il pouf vintage sarà presto pronto per accogliere comodamente voi e i vostri ospiti.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati presentati al Salone del Mobile lo scorso giugno 2022, l’Italia esporta quasi il 60% della sua produzione totale di mobili, prevalentemente in Francia, Germania, Stati Uniti e Cina
  • In Italia si recuperano ogni anno il 78% dei rifiuti da costruzione e demolizione di mobili. Rifiuti che vengono utilizzati per creare nuovi arredi con materiali di riciclo, in ottica di economia circolare. 

 TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Post Tags
Scritto da

Divido il mio tempo tra la professione di comunicatore pubblico e l’arte della danza contemporanea, che mi porta sui palcoscenici italiani come danzatore e coreografo. L'arte, il teatro, la danza, i viaggi e la cucina sono le mie passioni. L’incontro con Habitante è un’avventura di scrittura che mi permette di raccontare, con stimoli nuovi, i mondi che ho conosciuto e imparato ad apprezzare negli anni.