Frutta e verdura di stagione: cosa mangiare a dicembre

Nel mese di dicembre la natura mette in tavola dei prodotti gustosi e salutari, importanti per contrastare i malanni di stagione. Frutta e verdura tipiche di dicembre, non solo aumentano le difese immunitarie ma consentono anche la preparazione di ottime pietanze, dagli antipasti ai dolci. Ecco allora cosa mangiare a dicembre.

I benefici del melograno: il frutto alleato della nostra salute

Ecco la frutta del mese di dicembre

  • arance
  • bergamotto
  • cachi
  • castagne
  • clementine
  • cedri
  • pompelmi
  • limoni
  • mandarini
  • mele
  • melograno
  • kiwi
  • pere
  • pompelmi
  • uva.

Kiwi, ipocalorico, combatte la stitichezza e utile contro i disturbi del sonno

Ecco la verdura del mese di dicembre

  • aglio
  • barbabietole
  • bietole a coste
  • broccoli
  • broccolo romanesco
  • carciofi
  • cardi
  • carote
  • cavolfiore
  • cavolini di Bruxelles
  • cavolo cappuccio
  • cavolo verza
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolle
  • finocchi
  • indivia
  • lattuga
  • patate
  • porri
  • radicchio
  • topinambur
  • valerianella
  • spinaci
  • tartufo bianco
  • tartufo nero
  • sedano
  • sedano rapa
  • porri
  • zucca

5 benefici dell’uva

Frutta e verdura di dicembre: proprietà benefiche

Gli agrumi sono il prodotto simbolo della stagione invernale. Gustosi e dalle tante proprietà benefiche, gli agrumi sono ipocalorici, dissetanti, ricchi di vitamine del gruppo B e C. Contengono acido ascorbico, alleato contro lo stress. Kiwi e cachi hanno un elevato contenuto di fibre che aiuta a regolarizzare l’intestino; pere e mele possiedono invece la pectina e, ricche di calcio e fibre, sono utili per prevenire l’osteoporosi. Cavoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles e broccoli, sono verdure perfette per combattere la carenza di ferro. Barbabietola rossa, cipolle e porri hanno proprietà antianemiche e sono ricchi di sali minerali. Il carciofo è un perfetto antiossidante. Depurativo e diuretico è altresì indicato per combattere i disturbi di fegato e colecisti.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • L’agrume meno calorico è il limone: contiene circa 11 kcal.
  • I semi di pompelmo si trovano in commercio sotto forma di integratori alimentari dalle mille proprietà: sono considerati un antibiotico naturale e un antibatterico, aiutano a rafforzare il sistema immunitario e sono utilissimi se assunti durante i cambi di stagione.
  • Le arance sono tra gli alimenti più ricchi di antiossidanti, carotenoidi, bio flavonoidi e vitamina C. Tutti composti che combattono l’invecchiamento precoce.
  • Gli agrumi non provocano acidità di stomaco: l’acido citrico contenuto in questi frutti si disperde nell’arco di 12 ore, ripristinando il pH naturale allo stato precedente, prima dell’assunzione di questo frutto.
  • Marinare gli alimenti come carne e pesce con il succo di limone prima della cottura, alleggerisce il lavoro dello stomaco durante la digestione, in quanto l’acido citrico predigerisce le proteine contenute in queste carni.
  • Gli agrumi possono essere utilizzati in cosmesi per i loro principi attivi: antirughe, schiarenti, antiossidanti, stimolanti nella sintesi del collagene, anti macchie dovute all’età o all’eccessiva esposizione al sole.
  • La vitamina C contenuta negli agrumi, come acclarato, è un valido supporto per affrontare i malanni di stagione. Tuttavia è bene prestare attenzione all’apporto calorico fornito. Ecco una classifica degli agrumi più conosciuti e il loro relativo contenuto calorico per 30 grammi di alimento:
    • Limone: 8 kcal.
    • Lime: 8,5 kcal.
    • Pompelmo: 12 kcal.
    • Arancia: 13 kcal.
    • Mandarini:15 kcal.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web