Vai al contenuto
risparmiare acqua in giardino

Come risparmiare acqua in giardino: ecco i trucchi

Condividi L'articolo su

Il risparmio idrico è una pratica essenziale che ognuno di noi dovrebbe attuare con piccoli semplici gesti quotidiani. Le case con il giardino hanno bisogno di molte cure, specialmente nel periodo estivo dove le piante hanno continuo bisogno di cura e acqua. Da ciò deriva un grande dispendio economico che è sinonimo di un eccessivo aumento della bolletta. Ma come risparmiare acqua in giardino? Ecco i trucchi.

Risparmiare acqua in giardino

Risparmiare acqua e vivere in modo sostenibile, oltre a garantire un cospicuo risparmio sulla bolletta, aiuta a prevenire l’inquinamento delle acque nei laghi, fiumi e bacini idrici vicini, causato dalle enormi perdite conseguenti al sovraccarico dei sistemi di fognatura locali.

risparmiare acqua in giardino
Come risparmiare acqua in giardino ecco i trucchi – shutterstock foto di Jurga Jot

Tutti i trucchi per risparmiare acqua in giardino

I trucchi per risparmiare acqua, il nostro oro blu, in giardino sono molteplici e possono essere attuati senza troppe rinunce.

Risparmiare acqua durante l’irrigazione del prato

La maggior parte dei prati domestici hanno bisogno di essere irrigati almeno una volta alla settimana. In molti però hanno l’abitudine di farlo molto più spesso. Quindi, è bene innaffiare il prato solo quando è effettivamente necessario.

Tra i modi per valutare se il prato necessita di acqua c’è quello di calpestarne l’erba. Se l’erba si sposta rialzandosi significa che è possibile attendere ancora un giorno prima dell’innaffiatura. Invece, se l’erba rimane piatta vuol dire che il prato ha bisogno di essere irrigato.

Un altro trucco è quello di scegliere di non irrigare il prato durante l’estate e di lasciarlo seccare leggermente fino a quando ritornerà un clima più fresco. Momento in cui riprenderà vigore grazie alla rugiada mattutina e alle piogge stagionali.

Come risparmiare acqua in casa

Utilizzare acqua piovana per innaffiare prato e piante

Tra i vari trucchi per risparmiare acqua in giardino c’è quello di utilizzare acqua piovana. Questa può essere raccolta in una cisterna o una botte, collocata lontano dai raggi solari e eventuali fonti di calore. Il giardino e l’orto irrigato con l’acqua piovana fa crescere fiori ed erba e frutta e verdura più rigogliosi. Ciò perché non contiene calcare, a differenza dell’acqua del rubinetto.

Mantenere il giardino ad un buon livello di umidità

Per contribuire a mantenere il giardino ad un buon livello di umidità, ed evitare che questo assorba troppa acqua, è bene aggiungere al terreno un po’ di fertilizzante organico ottenuto dal compost. Inoltre, è consigliabile innaffiarlo durante le prime ore della mattina, generalmente migliori rispetto a quelle serali in quanto si riduce al minimo l’evaporazione e si limita la crescita di funghi e la comparsa di lumache o parassiti.

Come ridurre il consumo d’acqua: 9 utili consigli per risparmiare

Effettuare la manutenzione del sistema di irrigazione

Un buon metodo che permette di risparmiare acqua in giardino è quello di effettuare la manutenzione periodica del sistema di irrigazione. Inoltre, è necessario regolare gli irrigatori in modo che sia innaffiato solo il prato e non le mura della casa, il marciapiede o la strada.

Tuttavia, il consiglio, per controllare l’acqua che viene consumata è quella di installare un sistema di irrigazione a goccia intorno agli alberi e alle siepi per irrigare in modo più efficiente.

Privare il giardino da erbacce superflue

Privare il giardino da erbacce superflue, oltre a migliorarne l’aspetto estetico produce nel complesso svariati vantaggi. Infatti, anche le erbacce per sopravvivere hanno bisogno di acqua e la loro presenza finisce per rubare una risorsa preziosa alle piantine più innocue.

La maggior parte delle erbacce possono essere estirpate a mano e con un attrezzo apposito. Mentre, nei casi estremi possono essere eliminate con un diserbante naturale composto da un litro di acqua calda, 250 ml di aceto bianco e 100 grammi di sale.

Rubinetti a risparmio idrico ed energetico: come sceglierli

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, Ipsos in collaborazione con Finish ha condotto un’indagine per comprendere la sensibilità degli italiani nei confronti dello spreco di acqua. Il 70% degli intervistati ritiene che il problema della scarsità dell’acqua sia legato alla stagionalità e interessi solo specifiche aree del Paese. Solo il 12% degli italiani si è definito preoccupato dalle problematiche legate all’acqua nel presente.
  • Secondo l’Istat ogni persona consuma in media 245 litri di acquapotabile al giorno.
  • Inoltre, dalle statistiche dell’Istat si sa che nel 2019, la spesa media mensile delle famiglie per la fornitura di acquanell’abitazione era in media 14,62 euro, pressoché invariata rispetto al 2018 e pari allo 0,6% della spesa complessiva per il consumo di beni e servizi. Questa voce di spesa è aumentata del 9,2% rispetto al 2015.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News