La vita all’insegna della sostenibilità e della natura raccontata da Benedetta Moccia

Una vita all’insegna della sostenibilità. Ci parla Benedetta Moccia, blogger ed insegnante di yoga attenta e sensibile ad importanti problematiche attuali.

Friland: le mini case italiane sostenibili dove soggiornare in mezzo alla natura selvaggia

Vita all’insegna della sostenibilità: chi è Benedetta Moccia?

Mi piace presentarmi come una persona entusiasta della vita ed alla continua ricerca di una sostenibilità profonda. Trovo che il rispetto della natura sia uno dei pilastri portanti all’interno della mia vita.

Per inseguire quelli che sono i miei valori amo compiere scelte a lungo termine. Ad esempio, acquisto alimenti a basso impatto ambientale, preferendo cibi i chilometro zero ed evitando il più possibile il packaging in plastica.

Aiutare il nostro pianeta è per me fondamentale, proprio per questo, cerco di far comprendere alle persone che mi circondando l’importanza di alcune mie scelte.”

Ti sei trasferita in un luogo lontano dalla frenesia della città, perché questa scelta?

Oggi vivo a Zone, un comune in provincia di Brescia con poco più di mille abitanti.

Nel nostro Paese, purtroppo, sono moltissimi i piccoli comuni che si stanno spopolando. Tutti desiderano avvicinarsi la città per molte comodità, portando, però, i piccoli paesi a perdere i propri servizi.

Andare controcorrente, inoltre, mi ha permesso di avvicinarmi alla natura, ai paesaggi mozzafiato ed all’aria più pulita. A Zone tutti si conoscono e si ricercano le cose genuine, proprio come una volta.”

Sei insegnate e praticante di Yoga, c’è una connessione tra le tue scelte e questa disciplina?

“Assolutamente sì. Lo Yoga è capace di creare una connessione profonda tra mente e corpo portando una maggior sensibilità nei confronti di ciò che ci circonda.

Grazie a questa disciplina mi sento connessa alla natura. Questa forte relazione mi aiuta a compiere le giuste scelte ed a portare avanti i miei valori.”

La vita all’insegna della sostenibilità

La vita all’insegna della sostenibilità: intervista a Benedetta Moccia – Credits Photo Benedetta Moccia

Che cos’è il plogging e perché si rivela così importante?

Il plogging è una disciplina capace di unire la corsa alla raccolta dei rifiuti. Con questa attività è possibile pulire l’ambiente, fare sport ed allo stesso tempo divertirsi scoprendo posti nuovi.

Quest’attività, inoltre, è capace di coinvolgere adulti e bambini, facendo comprendere come i piccoli cambiamenti e l’impegno di ognuno di noi possano davvero fare la differenza.

Oggi più che mai l’ambiente ha bisogno del nostro aiuto ed io sono fiera di contribuire.”

Per te un piccolo passo può fare la differenza. Quali attività consiglieresti per rendere il mondo un posto più sostenibile?

Sicuramente vivere a stretto contatto con la natura, riscoprendone la sua bellezza, può aiutare a comprendere quanto questa vada sostenuta e rispettata.

Ritengo, inoltre, che la meditazione e lo yoga possano aiutare a trovare la giusta connessione tra il corpo, la mente e la natura che ci circonda. Noi siamo parte di quest’ultima ed è importante prenderne consapevolezza.

Per concludere, nel nostro quotidiano, è possibile compiere le scelte giuste. Evitando il più possibile la plastica, mantenendo l’ambiente che ci circonda pulito e scegliendo alimenti sani e genuini.

Habitante a tavola: cibo industriale e cibo naturale, quali sono le differenze

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Lo yoga nel nostro Paese è praticato da oltre 2 milioni di persone. Sono oltre 2 mila, inoltre, gli istituti dove questa disciplina viene insegnata, il doppio rispetto a 10 anni fa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione