Consigli pratici e utili per proteggere la casa dal freddo

L’arrivo dell’inverno ci mette a dura prova, e non ci rende difficile solo le passeggiate per le vie cittadine, ma anche le nostre giornate tra le mura di casa. Per via di vari motivi ci troviamo costretti a scegliere tipologie di abitazioni che portano a dispersioni di calore esagerate. Per questo motivo è importante conoscere alcuni consigli pratici ed utili per proteggere la casa dal freddo.

Realizzare un cappotto termico obbliga al cambio degli infissi?

Qualche idea per proteggere la casa dal freddo

Siamo nel bel mezzo della stagione invernale e restare a casa sembrerebbe l’unica soluzione per evitare il freddo tra le vie del centro, anche se a volte, non è così. Per questo motivo è importante costruire un buon isolamento termico tra le mura di casa, proprio perché in molte abitazioni la dispersione di calore è garantita. Vediamo alcuni consigli pratici e utili per proteggere la casa dal freddo:

  1. Isolamento delle pareti, per creare un buon isolamento basta semplicemente utilizzare dei pannelli in polistirene. Questo tipo di panelli oltre ad essere economico, è anche un ottimo isolante termico. Per via del fatto che non ammuffisco o marciscono, non creare batteri e non sono nemici dell’ambiente, tanto meno far male all’uomo.
  2. Isolamento degli infissi, un modo per risparmiare sul nostro impianto di riscaldamento annullando gli spifferi che tanto ci perseguitano durante il giorno. Questo tipo di isolamento è utile anche per l’estate, seguendo lo stesso principio.
  3. Vetri doppi, sono sicuramente un modo efficace per un buon isolamento termico. I due vetri devono essere distanziati tra loro, proprio per garantire un perfetto isolamento termico. Possono essere sostituiti i vecchi già esistenti con nuove lastre oppure optare per l’aggiunta di una seconda intelaiatura che verrà aggiunta a quella già presente.
  4. Spugnette adesive, vengono applicate alle finestre e sono un’alternativa delle tende impermeabili, sempre adatte a ridurre gli spifferi. Sono una scelta estremamente economica rispetto alle altre, ma da provare.

Altri modi per ottenere un buon isolamento termico

Se ci si allontana dai metodi del DIY, ci troviamo ai vecchi, per così dire, modi per isolare il nostro ambiente domestico. Partendo dal più antico, quello più utilizzato nel tempo, il camino. Un elemento di arredo della casa al giorno d’oggi, ma da sempre il miglior amico del padrone di casa. Infatti, il camino è un’ottima fonte di calore, tant’è che riesce a riscaldare ambienti grossi in pochi minuti. Ma il camino non è l’unico modo per ottenere un buon isolamento termico, infatti possiamo passare alle prese d’aria e radiatori che sono uno dei migliori modi per creare isolamento. Infine, la stufa, ultima per via del fatto che sì riscalda in modo veloce l’ambiente, ma è estremamente pericolosa e va usata nel giusto modo.

Come arredare casa in inverno in 5 mosse

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il 50% del consumo energetico medio di una casa dipende dal riscaldamento. La scelta del giusto tipo di isolamento della casa per la tua ristrutturazione ti aiuterà a risparmiare energia sia durante la stagione di riscaldamento che di raffreddamento.
  • Le pareti fredde nelle stanze con livelli di umidità alti sono inclini alla crescita di muffe. Cucine e bagni sono aree che solitamente presentano questo tipo di problema. Il modo migliore per risolverlo è la creazione di una barriera al vapore e uno strato termoisolante, con rivestimento in cartongesso resistente al vapore e all’umidità. È bene ricordare che questo tipo di isolamento addenserà le pareti per un minimo di 5 cm, a seconda della struttura della stessa.
  • La parola inverno deriva dal tedesco “wintar” che a sua volta deriva dalla radice wed che significa “umido” o acqua, e quindi significa una stagione delle piogge.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it