10 modi per arredare la cucina spendendo poco

Può capitare di cambiare casa o semplicemente di voler rinnovare o rinfrescare gli ambienti, donando stile e colori differenti. Può accadere spesso in cucina, area molto utilizzata e dove ci si raccoglie per i momenti conviviali. Come si può arredare la cucina spendendo poco? Attraverso le giuste ricerche, il riciclo e l’introduzione di oggetti e complementi, piccole modifiche e tocchi di colore, vi elenchiamo 10 modi per farlo.

Progettare una cucina: quali saranno le tendenze per il 2022?

Arredare la cucina spendendo poco: da dove partire

Innanzitutto, il primo passo per evitare di spendere troppo e male, sarà aver chiaro cosa e come disporre in cucina. Quindi, sono da evitare acquisti singoli dei mobili che magari non andranno a dare un’armonia e funzionalità all’area.

Per arredarla ex-novo, la struttura di mobili, mensole ed elettrodomestici, dovrà essere ponderata nell’insieme e attentamente valutata. Certo è che i mobili vanno selezionati di una certa qualità, durevoli e di bell’aspetto, in quanto la cucina è un’area molto vissuta ed utilizzata nella casa.

Per questo, ci si può rivolgere ai numerosi siti di e-commerce d’arredamento, i quali offrono a prezzi scontati e moderati numerose opzioni di arredi.

Altre due alternative generali per arredare la cucina spendendo poco, sono quelle di riciclare il più e per quanto possibile, vecchi mobili o oggetti e affidarsi ai mercatini dell’usato.

Queste sono le basi per evitare acquisti inutili e troppo costosi. Vediamo ora 10 modi per arredare la cucina e rinnovarla con piccoli cambiamenti e gesti che le possano donare un tocco in più.

1. Delineare lo spazio

Se avete una grande cucina abitabile e volete darle un aspetto più intimo e definito, è sufficiente interporre una grande libreria fra il soggiorno e la cucina, realizzando così due ambienti distinti.

In alternativa, si potrebbe posizionare una grossa madia o mobile multifunzione, sia da utilizzare come divisorio portaoggetti che come vero e proprio piano da appoggio utile per cucinare.

Se poi è riciclato dalla vecchia casa, da amici o da parenti, ancora meglio.

2. Cambiare il tavolo

Il tavolo è troppo grande o, viceversa, troppo piccolo per la nuova cucina? Cambiatelo! Il tavolo è un protagonista della zona pranzo e darà sicuramente un aspetto diverso a primo impatto. Oltretutto, se è datato, si può sostituire con gli innovativi tavoli da pranzo allungabili, perfetti in ogni contesto e adatti per ricevere ospiti.

Opzione più sostenibile, per gli amanti del bricolage, potrebbe essere quella di lavorare sul tavolo logoro e donargli una nuova vita e colore.

3. Rubinetteria nuova

Altro dettaglio che fa la differenza. Cambiare il rubinetto e le manopole, sostituendolo con altri formati, materiali e colori. Magari con qualche ultimo modello più innovativo. È sicuramente un modo economico per arredare la cucina.

arredare cucina

10 modi per arredare la cucina spendendo poco – Di AnjelikaGr shutterstock

4. Giochi di tende

Ogni cucina è provvista di una finestra. Posizionare delle tende diverse dalle precedenti, con colori, trame e materiali del tutto nuovi e sempre in linea con lo stile e tonalità della casa, darà una nuova vita a tutto l’ambiente.

La scelta delle tende da cucina è ampia. Dipende dai giochi di luce che volete dare e dalla posizione stessa della finestra. Le più indicate e pratiche, per questo ambiente, sono sicuramente le tendine a rullo, le veneziane e i classici tendaggi in tessuto di lunghezza poco oltre l’infisso.

5. Un tocco di pittura a pareti e arredi

Sempre per chi ha buona manualità e tanta voglia, un’idea low cost per rinnovare la cucina è senz’altro quella di cambiarne i colori.

Senza esagerare, si potrebbero ridipingere le ante dei mobili superiori, creando un effetto bicolore e di contrasto con quelli inferiori. Oppure, cambiare il colore delle piastrelle a parete sopra al lavello e fornelli, ridipingendole.

Stessa cosa per la stanza o le pareti della stanza. Ovviamente tra i colori delle superfici, dei mobili e dei complementi devono essere in cromia e adeguatamente dosati. Con una minima spesa solo per i materiali da lavoro, potete donare un nuovo arredamento alla vostra cucina, senza neanche grossi lavori.

6. Introdurre e cambiare complementi e stoviglie

Sicuramente l’aggiunta di nuovi servizi di piatti e bicchieri, ma anche set di tazze o da the, arrederà con stile e novità la cucina.

Magari si potrebbero anche scegliere delle stoviglie un po’ decorate, dei pezzi in ceramica dagli effetti, colori materici e dalle forme particolari.

Lo stesso vale per le posate, i tovaglioli in stoffa, tovaglie e tovagliette all’americana. Anche un nuovo centrotavola o un grande vaso, fanno la differenza. E senza investire un capitale.

Cucina: quali sono i colori più adatti?

7. Non cambiare il pavimento, cambia tappeto

Smantellare e posare una nuova pavimentazione è dispendioso in termini sia di tempo che di soldi. In alternativa, si può semplicemente introdurre o cambiare il tappeto della cucina.

Ne esistono di svariate tipologie e materiali. Scegliere possibilmente quelli in tessuto lavabile e facilmente asciugabile che lo rendono perfetto per una sciacquata veloce.

Evitare quelli che rischiano di farvi inciampare o scivolare e sempre occhio ad equilibrare colori e materiali con tende e complementi.

8. Concedetevi un elettrodomestico domotico

Per la casa di domani, la tecnologia oramai è un must. Non bisogna necessariamente avere tutta una serie di elettrodomestici high-tech per cucinare, ma almeno uno, che vi semplifichi la cucina e la vita. In commercio se ne trovano numerosi a prezzi vantaggiosi. Soprattutto durante i periodi degli sconti.

9. Aggiungere un tocco green

Piante ovunque, anche in cucina. Il green ha spopolato e sono immancabili numerose tipologie di piante in qualsiasi ambiente della casa; persino in bagno. Piante grasse, piccole o grandi, pendenti o da terra, non importa. Scegliete le vostre preferite, magari di quelle che purificano l’aria, per arredare la cucina in modo super naturale ed economico.

10. Sedie e sgabelli

Bancone all’americana o tavolino alto necessitano di sgabelli altrettanto lunghi. Cambiarli senza spendere una follia è possibile, basta cercare nei mercatini, outlet o web e si trovano interessanti offerte low cost.

In caso contrario, si potrebbe semplicemente aggiungere dei cuscini allo sgabello, colorati e che danno un’aurea differente e innovativa. Stesso discorso per le sedie. Si possono anche mixare con quelle che avete già per un gioco di stili e materiali.

I materiali eco-sostenibili per costruire una cucina moderna

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati raccolti, su un campione di 2000 intervistati, si è evinto che il 66% ha realizzato almeno un lavoro di manutenzione/ristrutturazione/abbellimento nella propria abitazione.
  • Di questi, il 46% si riferisce agli spazi interni, con riferimento preciso alla cucina di un 27%.
  • Il 23% degli intervistati ha acquistato mobili per la cucina, e solo il 16% ha effettuato da solo le modifiche dell’ambiente. Gli altri si sono fatti aiutare da amici o si sono affidati ad esperti.
  • Mentre, per l’abbellimento o manutenzione degli spazi interni, il 38% degli intervistati si è rivolto presso un centro fai da te, il 31% presso chi ha eseguito i lavori e, infine il 29% si è recato pesso un punto vendita specializzato.

Dati raccolti dall’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin, 2019.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Particolarmente affascinata da tutto ciò che anticipa le mode, da qualche anno mi occupo di coolhunting. Sono specializzata in habitat e abitare. In Habitante trovo il mio posto perfetto nel mondo.