Raccolto di gennaio: frutta di stagione

Un mese che ci porta nella stagione più fredda dell’anno in cui il raccolto di gennaio e la frutta di stagione ci accompagnano nelle giornate più gelide e grigie. I mercati ortofrutticoli sono colmi di colori sgargianti e tutto ciò che questo mese ci offre è colmo di vitamine importanti per il nostro organismo. Seguire la stagionalità della frutta vuol dire assaporare i pieni gusti della frutta a seconda del mese e ovviamente se ne assumono i principali nutrienti.

Habitante a tavola: com’è cambiato il consumo di frutta e verdura con la pandemia?

Cosa ci offre gennaio: la frutta

Tra i banchi ortofrutticoli troviamo sfumature di colori accessi, l’arancione degli agrumi e cachi fino ad arrivare al giallo delle pere e delle mele, siamo circondati da prodotti di color vivace. Non mancano i colori del verde, perché a gennaio vediamo anche i kiwi protagonisti nei supermercati, con le proprietà antiossidanti. Sulle nostre tavole abbondano colori sgargianti, i cestini della frutta sono colmi di mandarini e noi ci rimpinziamo di vitamina c. Infatti, i colori della salute di gennaio nei mandarini, arance, kiwi, ci aiutano ad aumentare le nostre difese immunitarie. Essendo un mese freddo, in cui molte volte veniamo colpiti dai malanni di stagione, consumare questo tipo di frutta nei periodi freddi ci aiuta a proteggerci dal raffreddore e dal mal di gola. Vediamo cosa ci offre gennaio, un elenco completo della frutta di questo mese freddo che segna il vero inizio dell’inverno.

  • Arancia
  • Cachi
  • Kiwi
  • Mandarancio
  • Mandarino
  • Melagrana
  • Mele
  • Pere
  • Limone
  • Pompelmo
  • Cedro
  • Clementine
Raccolta di gennaio

Raccolta di gennaio: frutta di stagione – SHUTTERSTOCK DI Yuri-ss

Alcune ricette da provare

Protagonisti di questa stagione sono gli agrumi, con cui si possono fare molte ricette gustose. I dolci non sono gli unici piatti in cui inserire l’arancia o la sua scorza, infatti l’arancia può essere utilizzata anche nei piatti salati, come nei primi e anche nei secondi. Si possono cucinare dei risotti con la scorza di arancia, ma non solo, anche bistecche all’arancia, oppure uno spezzatino agli agrumi con cipolle rosse. Gennaio ci regala i limoni, con il loro gusto pungente e aspro ma dal profumo ineguagliabile, possono essere cucinati con carciofi al limone, oppure un dolce sempre gradito come la crostata con crema al limone. Non dimentichiamo i kiwi, con cui si possono creare delle crostate con ricotta e kiwi deliziose. Infine il pompelmo, dal colore raggiante e dal profumo avvolgente, un frutto con cui si possono fare molti dolci, ma anche piatti salati, come un’insalata di pollo, avocado e pompelmo. Per le merende invernali si possono cucinare anche delle deliziose girelle al pompelmo, oppure torte con l’aroma del pompelmo. Gennaio ci regala i gusti decisi e pungenti dell’arancio, del limone, kiwi, pompelmo e del cedro, un bagaglio di vitamine con cui combattere i malanni di stagione.

Habitante a tavola: frutta e verdura in polvere contro lo spreco alimentare

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Un’indagine condotta dall’ANSA rileva che in Italia, i giovani mangiano una percentuale di verdura al giorno, pari al 60%. Invece gli adulti ne consumano di più, pari all’80%. In entrambi i casi, viene consumata troppa poca verdura di quanta ne servirebbe per avere un’alimentazione equilibrata.
  • I tipi più comuni di cachi che si trovano al supermercato sono due varietà giapponesi: Fuyu e Hachiya. I cachi Fuyu possono essere utilizzati nelle insalate, come questa insalata di cachi di melagrana e melograno, aggiunti ai cereali per la colazione o congelati per l’uso nei frullati. La principale differenza tra i cachi hachiya e fuyus è che gli hachiya sono estremamente duri fino a quando non sono completamente morbidi e maturi.
  • Una drupa è un frutto a nocciolo.Le pesche, le prugne e le ciliegie sono drupe, ma lo sono anche le noci, le mandorle e le noci pecan (anche se si mangia il seme all’interno di queste invece del frutto).
TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post