Le iniziative sostenibili nel mondo: lo shopping dal web torna nei negozi

Tra le iniziative sostenibili nel mondo: lo shopping dal web torna nei negozi. Lo rivela una ricerca Coldiretti/Censis su dati Istat che evidenzia come i piccoli negozi abbiano guadagnato terreno sul fronte degli acquisti con una crescita delle vendite del 5,8% nell’ultimo periodo del 2021. Ciò perché gli italiani vogliono recuperare quella dimensione dell’acquisto che il web non può offrire.

Shopping: dal web torna nei negozi

Gli acquisti online sono in diminuzione del 3,7% ed è la prima volta che accade dal 2016. Nonostante la pandemia abbia spinto i consumatori a rivolgersi ai negozi virtuali durante i vari lockdown, una volta allentate le misure di contenimento i cittadini hanno riscoperto la voglia di tornare ad acquistare nei negozi “fisici”.

lo shopping dal web torna nei negozi

lo shopping dal web torna nei negozi – shutterstock foto di MintImages

I dati dell’analisi Coldiretti/Censis: primo storico calo dal 2016

Oltre 6 italiani su 10 (64%) hanno spostato parte dei propri acquisti dal web ai negozi tradizionali, con una tendenza a recuperare il contatto diretto con i prodotti. Ciò è quanto emerge, nonostante le preoccupazioni per la risalita dei contagi, da una analisi Coldiretti/Censis sui dati Istat relativi al commercio al dettaglio. Questi evidenziano il primo calo delle vendite online dal 2016. Questo è un dato storico, infatti gli acquisti online sono in diminuzione del 3,7%, mentre recuperano terreno imprese operanti su piccole superfici (+5,8%).

Negli acquisti nei luoghi fisici, dai negozi ai mercati gli italiani hanno ritrovato una dimensione che non è appagata dal web. Questa esigenza è stata avvertita soprattutto dalle donne (68%) e dai gruppi benestanti (70%). Il fenomeno è trainato soprattutto dall’esperienza dei mercati contadini, indicato dal 73% degli italiani come il luogo dove tornare a fare acquisti, ciò per mantenere il rapporto di fiducia tra consumatore e azienda agricola. Un’opportunità resa possibile dal fatto che l’Italia è il Paese dell’Unione Europea con la più estesa rete organizzata di mercati contadini. Infatti conta 12.000 agricoltori coinvolti in circa 1.200 farmer market di Campagna Amica.

Quanto hanno speso quest’anno gli italiani per il Natale?

Quello che gli italiani adorano acquistare

Gli italiani adorano acquistare nei negozi soprattutto abbigliamento. I dati relativi agli acquisti nel periodo che precede le festività natalizie, mostrano come l’industria dell’abbigliamento abbia avuto un incremento anno su anno del 58,5%, seguita dalla vendita di gioielli (+37,1%). La loro forte crescita in Italia è dovuta ad un progressivo ritorno alla normalità, dopo le forti restrizioni causate dalla pandemia. Ciò ha sancito la ripresa della socialità così come il ritorno degli eventi in presenza, che hanno spinto gli italiani a tornare nei negozi per scegliere con mano abiti e gioielli per ogni occasione. Infine, nel settore dell’elettronica e degli elettrodomestici, si è registrato un modesto aumento del 1,6%, che mostra anche come gli italiani continuino a mostrare interesse per la tecnologia in ogni aspetto della quotidianità.

Pertanto, secondo Mastercard economics institute, che ha cercato di comprendere meglio cosa l’Italia può aspettarsi dal prossimo anno, offrendo una panoramica sulle tendenze consumer del 2022 a livello mondiale le tre parole d’ordine che plasmeranno l’economia globale sono la capacità di risparmio, i trend di spesa e l’accelerazione del digitale.

Sprechi energetici: il 77% degli italiani è attento ai consumi

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Crescono i consumi – Secondo i dati raccolti dall’osservatorio Spending Pulse i consumi nel periodo dello shopping natalizio sono in ripresa con un aumento delle vendite al dettaglio del 9,4% rispetto allo stesso periodo nel 2020. Risultati positivi che, se gli italiani confermeranno l’abitudine a non programmare gli acquisti con largo anticipo, ma correranno a fare regali nelle ultime settimane di festa, potranno ulteriormente migliorare.
  • In Italia nel 2022 ci si aspetta che i risparmi degli italiani raggiungano circa 121 miliardi di euro, confermando al tempo stesso una duplice tendenza: continuare ad accantonare e mettere da parte i risparmi spinti dalla generale incertezza, ma anche un’importante ripresa dei consumi forte del desiderio di ritorno alla normalità. In merito ai trend di acquisti il report rivela che il prossimo anno in Italia crescerà la domanda per l’acquisto di servizi ed esperienze, grazie al progressivo miglioramento della situazione d’emergenza e la maggiore libertà di spostamento.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.