Emergenza Coronavirus: Favole al telefono per sentirci più vicini

C’era una volta… … il ragionier Bianchi, di Varese. Era un rappresentante di commercio e sei giorni su sette girava l’Italia intera, a Est, a Ovest, a Sud, a Nord e in mezzo, vendendo medicinali. La domenica tornava a casa sua, e il lunedì mattina ripartiva. Ma prima che partisse la sua bambina gli diceva: – Mi raccomando, papà: tutte le sere una storia. – Gianni Rodari

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono ci aiuta a sentirci tutti più vicini.

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono per sentirci più vicini

Credits: www.pixabay.com

Vi ricordate l’incipit del libro di Gianni Rodari “Favole al telefono”? Lo scrittore ricorda che, quando si trovava lontano da casa, per sentirsi più vicino a sua figlia la chiamava ogni sera e le raccontava una favola. Ora in tempo di Coronavirus l’idea è stata ripresa da in Italia da alcune associazioni.

In questi giorni, in cui dobbiamo stare il più possibile a casa in compagnia dei bambini, ci sono tanti modi per poter trascorrere il tempo insieme. Creatività e fantasia sono le parole d’ordine, ma se non dovessero bastare, scende in campo il racconto di favole per farli sognare a occhi aperti!

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono con Damatrà

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono per sentirci più vicini

Credits: www.unsplash.com

Una bella idea per una lettura più originale si chiama Favole al telefono, proprio come il noto libro di Rodari. Si tratta di un’iniziativa che consente ad ogni bambino di ricevere una favola da ascoltare appunto al telefono. I più piccoli sono i primi a cui va alleviato questo stato di chiusura in casa e, dunque, accorciare le distanze con il mondo esterno può fargli solo bene.

L’idea è della Onlus Damatrà di Udine, nata con lo scopo di promuovere la ricerca educativa e culturale attraverso la narrazione, l’arte e l’espressione creativa. Tra le sue attività c’è anche quella di promuovere il piacere della lettura e la cultura dell’ascolto.

L’iniziativa fa parte del progetto di educazione alla lettura LeggiAMO 0-18 del Friuli-Venezia Giulia e si realizza in collaborazione con una serie di biblioteche e associazioni regionali. Decine di volontari sono stati istruiti per svolgere le chiamate con i bambini al meglio.

Gli appuntamenti con le Favole al Telefono, tutti completamente gratuiti, sono fissati dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 19.00 alle 21.00 di:

  • giovedì 12
  • venerdì 13 marzo
  • sabato 14 marzo
  • giovedì 19
  • venerdì 20 marzo
  • sabato 21 marzo 2020

È necessario però prenotare la propria fiaba, non bisogna per forza risiedere in Friuli Venezia Giulia: è possibile, quindi, chiamare da tutta Italia al numero 3474492414 (risponde Damatrà, lun-ven dalle 9.00 alle 17.00).

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono con L’Arcolaio

Emergenza Coronavirus: Favole al telefono per sentirci più vicini

Credits: L’Arcolaio

In Italia stanno nascendo anche altre iniziative simili. Vi segnaliamo ad esempio quella de L’Arcolaio alla quale sono invitati a partecipare anche i “bambini” più grandi, fino a 99 anni! Non occorre neppure la prenotazione, ma si può chiamare direttamente quando si vuole ascoltare la storia negli orari indicati: martedì e giovedì dalle 17:00 alle 19:00.

Un bel modo per continuare a gustarsi insieme il piacere della lettura, anche di questi tempi.

Per i bambini-adulti e per i nostalgici delle favole, potete dare rilettura online all’opera di Gianni Rodari nella biblioteca online dell’Istituto Comprensivo Statale Briatico qui.

Tempo libero: agli italiani piace leggere online

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Dopo Filastrocche in cielo e in terra (1960), le Favole al telefono (1962) hanno costituito il secondo importante appuntamento di Rodari col grande pubblico infantile, sono entrate a pieno titolo nella scuola e nelle case dei bambini di tutto il mondo e hanno mostrato che la straordinaria capacità di invenzione dello scrittore poteva coniugarsi con l’osservazione della realtà contemporanea senza scadere mai nel moralismo e in una soffocante vocazione didattica.
  • Open Library è un progetto di Internet Archive che ha l’ambizioso obiettivo di catalogare tutti i libri esistenti. Contiene link per acquistare le opere ancora in commercio nelle librerie mentre consente di leggere direttamente online o scaricare gratuitamente gli ebook di pubblico dominio (su cui non vige più il copyright).
  • Se ai grandi classici della letteratura mondiale preferisci le opere di autori emergenti, siano essere racconti brevi, fanfiction o veri e propri romanzi, collegati a Wattpad. Si tratta di un servizio internazionale che mette a disposizione di appassionati e aspiranti scrittori una piattaforma mediante la quale promuovere gratuitamente le proprie opere.
  • Se hai un account Amazon, puoi accedere ai libri che hai acquistato o hai scaricato dal Kindle Store collegandoti a Kindle Cloud Reader, un servizio offerto dalla stessa Amazon che consente di leggere gli ebook direttamente dal browser.
  • Project Gutenberg è un sito Internet che ospita centinaia di ebook in tutte le lingue del mondo. È nato sulle basi di un progetto avviato nel lontano 1971 dall’informatico Michael Hart, quello di digitalizzare le opere letterarie di tutto il mondo rendendole accessibili a tutti. Permette di scaricare e di leggere direttamente online opere di pubblico dominio non più protette da copyright, fra cui è possibile trovare tutti i più grandi classici della letteratura mondiale.

Credits immagine in evidenza: www.pixabay.com

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.