Abitare Sociale: a Matera nasce Borgo Argenta

Borgo Argenta: è stato inaugurato a Matera il primo Senior Co-Housing del Sud Italia. Unico nel suo genere in tutto il Mezzogiorno, questo è destinato alle persone anziane con un sufficiente grado di autonomia e al turismo assistenziale.

Abitare Sociale: a Matera nasce Borgo Argenta. La struttura adibita al Co-Housing assistenziale, che nasce in continuità a Villa Anna, è immersa nel verde in Località San Francesco. Nello specifico Borgo Argenta conta 20 piccole casette di mq e uno spazio per le attività comuni. Ciò lo rende un vero e proprio borgo residenziale, il primo nel Sud Italia.

L’inaugurazione di Borgo Argenta

Concepito come primo borgo residenziale assistenziale del Sud Italia, la struttura è destinata sia agli anziani che ai visitatori che scelgono di scoprire il territorio lucano. Al taglio del nastro hanno partecipato Monsignor Pino Caiazzo, arcivescovo Diocesi di Matera-Irsina, il direttore generale di Argenta, Domenico Tripaldi e l’assessore comunale alle politiche sociali Valeria Piscopiello.

Come scegliere una poltrona per anziani per il soggiorno

Gli alloggi di Borgo Argenta

Gli alloggi di Borgo Argenta sono caratterizzati da un’ampia vetrata panoramica con veranda privata, un ampio soggiorno e un attrezzato angolo cottura. Inoltre, sia la camera singola, che quella doppia, sono dotate di un bagno attrezzato con doccia.

Tutti gli alloggi, privi di barriere architettoniche e costruiti nel rispetto delle specifiche tecniche dettate dalla Regione Basilicata, sono destinati a persone anziane o a coppie che necessitano di leggera assistenza, anche solo sanitaria domiciliare. Infatti, è necessario che singoli o coppie che hanno bisogno di vivere in un contesto controllato e protetto abbiano un sufficiente grado di autonomia anche parziale nella gestione dei farmaci. Inoltre, sono accetti tutti quelli che vivono una certa fragilità sociale, ad esempio reti familiari rarefatte e residuali. Inoltre, non devono sussistere disturbi, patologie e decadimenti che pregiudichino la corretta gestione sia della vita autonoma che di quella comunitaria.

Quanti sono gli anziani in Italia: i dati

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli over 65 in Italia sono 14 milioni e costituiscono il 23% della popolazione. Secondo I dati del sistema di sorveglianza PASSI d’Argento di ISS nel periodo 2017-2020 il 18% degli ultra 65 enni interrogati è considerato fragile, cioè bisognoso di assistenza. Nel 93% dei casi riceve aiuto dai familiari (spesso altrettanto anziani), nel 13% dei casi da conoscenti e amici, nel 21% dei casi da una persona pagata (come una badante), nell’1,5% dei casi da associazioni di volontariato, e solo il 2,7% riceve assistenza a domicilio da parte di operatori del servizio pubblico. Fra i disabili con più di 65 anni a ricevere assistenza domiciliare è il 9,9%, mentre il 36% viene supportato da una badante e solo il 2,7% da un centro diurno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.