Consigli e idee per sfruttare il seminterrato

Se una casa lo permette, poter  sfruttare il seminterrato,  arredarlo e renderlo una parte integrante della casa è una opportunità da cogliere al volo.  Questo perché in una abitazione è fondamentale saper utilizzare bene tutti  i metri quadrati a disposizione.

Le caratteristiche di un locale seminterrato abitabile

Ci sono molti modi in cui un seminterrato vuoto e inutilizzato possa essere trasformato in una stanza utile e vissuta. Ma prima di scoprire come sfruttare il seminterrato occorre innanzitutto definirne il concetto.

Per definizione è considerato seminterrato il piano di un edificio che viene ricavato in parte al disotto e in parte al disopra del piano stradale. 

Perchè un seminterrato possa considerarsi abitabile ci sono dei requisiti a norma di legge che devono essere soddisfatti. Tra questi l’altezza minima del solaio che deve essere di almeno 240 cm  per i vani accessori e 270 cm per i locali principali. Devono inoltre  essere rispettati anche nei seminterrati abitabili i rapporti aero illuminanti così come i  requisiti igienico-sanitari, qualora si voglia realizzare ad esempio un secondo bagno. Prima di procedere con i lavori di adeguamento quindi è bene confrontarsi con un tecnico. Egli vi aiuterà a prendere visioni delle normative vigenti le quali possono variare a seconda dei regolamenti locali.

Bagno a norma, come realizzarlo in conformità agli obblighi di legge

Sfruttare il seminterrato come taverna per le feste

Quando si è sicuri di avere rispettato i requisiti di abilità, possiamo cominciare a pensare  in quale modo sfruttare il seminterrato.

Molto spesso questo spazio viene utilizzato come taverna. Una stanza destinata quindi alle feste con amici e parenti. In questo caso il locale dovrà essere arredato con un bel tavolo estensibile, delle comode sedie o delle panche a muro dove far sedere gli ospiti.

Nella taverna, può essere ricavato anche un secondo soggiorno con poltrone e divani dove ricevere e fare conversazione con i propri invitati. In questo modo il seminterrato potrà essere sfruttato per organizzare compleanni o ricevere i parenti durante le festività.

Il  locale lavanderia sfruttando il seminterrato

Potrebbe rivelarsi una scelta pratica e funzionale destinare invece i locali del seminterrato ad uno spazio lavanderia. Una soluzione che permetta quindi di avere in solo locale la lavatrice, l’asciugatrice e lo spazio per tutte le operazioni legate al lavaggio e alla stiratura della biancheria. In questo modo si recupera al piano superiore  lo spazio che avremmo destinato a questa attività e a questi elettrodomestici. Ricaveremo così più spazio in bagno (locale in genere destinato alla lavanderia) o nel ripostiglio ai piani superiori.

Sfruttare il seminterrato come lavanderia

shutterstock_1076242730

Ricavare l’ufficio o la palestra nel seminterrato

Altro utilizzo che  può essere fatto del locale seminterrato è quello di trasformarlo in ufficio. In questo caso è molto importante tenere presente anche l’illuminazione del locale. Quindi oltre ai punti luce posizionate attentamente scegliete anche arredi e finiture di colore chiaro  alle pareti così da migliorare la luminosità in questo spazio. Soluzione perfetta se lavorate da casa e avete bisogno di privacy. Ovviamente l’ufficio potrà essere utile per dedicarvi ai vostri hobby come dipingere, creare oggetti fai da te ecc…

Per chi ama praticare sport anche avere in casa una palestra a disposizione può essere un’opportunità irrinunciabile. Il seminterrato potrebbe in questo caso il posto giusto dove realizzarla. Lo spazio dovrà essere opportunamente  sistematico con  la pavimentazione più idonea anche per fare esercizi a terra. Inoltre dotrà essere arredato con la cyclette, il tapis roulant e tutti gli altri attrezzi utili per restare in forma.

Sfruttare il seminterrato come cantina o dispensa

Gli appassionati di vino possono  pensare di sfruttare il seminterrato nella cantina per vini. In tal caso è utile conoscere le caratteristiche termiche del locale perché per conservare il vino si dovrà essere sicuri di avere le giuste temperature.  Fatto questo si può allestire lo spazio con gli scaffali utili a conservare le bottiglie nel modo più opportuno .

Se i metri quadri lo consentono, si può realizzare nel seminterrato anche un angolo bar. E’ sufficiente disporre a muro una  parete attrezzata e posizionare dei comodi sgabelli al bancone. Per sfruttare le qualità del locale seminterrato, resta valida per tutti  la possibilità di realizzare sotto i livello di strada una dispensa per conservare le derrate alimentare. Ovviamente per  fare questo l’ambiente dovrà essere sanificato e asciutto per fa sì che gli alimenti si conservano bene in luogo salubre.

Perché usare un umidificatore per ambienti e quali essenze scegliere

Realizzare uno spazio benessere nel seminterrato 

In alcuni casi il locale seminterrato può essere usato per realizzare  una Spa con vasche idromassaggio o addirittura una piscina coperta. In questi casi la cosa fondamentale  è che il locale venga  trattato per resistere all’umidità. Installando quindi un impianto di riscaldamento e di deumidificazione.

In linea generale se i metri quadrati lo consentono uno dei modi migliori  perché  lo spazio seminterrato possa essere sfruttato al meglio è quello di gestirlo come uno spazio flessibile. Che possa quindi essere destinato ad attività diverse durante la giornata. Ad esempio stanza giochi dei bambini durante il giorno e confortevole sala cinema per tutta la famiglia la sera.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • I locali  seminterrati sono ambienti particolarmente soggetti all’umidità. Perché il locale possa essere utilizzato è opportuno verificare che sia dotato di adeguato l’isolamento termico.
  • I seminterrati possono risultare ambienti molto bui. Per dare maggiore luminosità all’ambiente è consigliato arredare locale con specchi o altri elementi capaci di riflettere la luce e dare all’ambiente una luminosità maggiore.

    TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

    Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it