Come ristrutturare un bagno piccolo

Complici i cambiamenti in atto nella nostra società, le abitazione contemporanee sono sempre più piccole. Per progettare o ristrutturare in ambienti ridotti bisogna tenere presenti alcuni accorgimenti grazie ai quali si può valorizzare al meglio lo spazio disponibile. Questo approccio è valido sia che si debba rimodernare una cucina che ristrutturare un bagno piccolo.

Ristrutturare un bagno piccolo: cosa c’è da sapere

In un monolocale o in un bilocale, il bagno piccolo è in genere il locale di servizio principale. Ma un bagno di pochi metri quadrati può anche essere il secondo bagno di una abitazione più grande. Uno spazio che potrebbe essere stato ricavato in un secondo momento rispetto al progetto iniziale. 

Per definire  cosa si intende con il termine bagno piccolo occorre innanzitutto tenere presente che in una abitazione le dimensioni del bagno non sono mai al di sotto di 3,5 metri quadrati.

In ogni caso per conoscere i requisiti per un bagno a norma occorre fare sempre riferimento al Regolamento edilizio Comunale poiché le cose possono cambiare da un Comune all’altro. 

Fondamentali in un bagno piccolo non sono solo i metri quadrati totali ma anche la distribuzione di essi nello spazio. Un bagno piccolo  può essere lungo e stretto e presentare quindi problemi di spazio specifici dei quali tenere presente in fase di ristrutturazione, per fare in  modo di migliorarli.

Bagni piccoli e moderni, come arredarli

I colori per valorizzare un bagno piccolo

I colori possono fare molto per cambiare la percezione di un ambiente. Nel caso specifico di un bagno piccolo i colori dovrebbero essere scelti con l’intento di ampliare  visivamente lo spazio. Per ottenere questo risultato occorre orientare la scelta sui colori freddi e sulle tonalità tenui come i colori pastello. Inoltre è molto importante anche tenere presente i possibili abbinamenti di colore. Ad esempio si potrebbe valorizzare l’ambiente accostando ai toni neutri dei pavimenti, dei rivestimenti e dei mobili i colori accesi degli accessori . In bagno si può optare per un rivestimento con carta da parati ma in un bagno piccolo è meglio usare carte che come decorazione hanno un tema che gioca con un effetti prospettici. evitando i toni cupi o  gli sfondi troppo decorativi.

Piastrelle e pavimenti per ristrutturare un bagno piccolo

Se si sceglie di rivestire il bagno piccolo con le  piastrelle meglio evitare i formati piccoli e quadrati. Sono più adatte invece le piastrelle di grandi dimensioni e fughe impercettibili. Questo vale anche per le pavimentazioni. Per creare maggiore continuità a livello spaziale  inoltre è consigliabile adoperare lo stesso tipo di rivestimento per le pareti e il pavimento.  Da evitare anche gli stacchi cromatici. Inoltre il rivestimento non dovrebbe essere tutta altezza bensì arrivare a metà parete, ad un’altezza di circa 1,25 mt da terra. In alternativa si può scegliere di piastrellare solo le zone maggiormente sottoposte alla presenza dell’acqua come la parete della doccia o della vasca, quella dietro al lavabo e quella dove sono posizionati i sanitari . ln linea generale per i rivestimenti del bagno piccolo conviene ricercare una certa uniformità che si potrebbe avere anche utilizzando come rivestimenti  la resina o il microcemento.

Come ristrutturare un bagno piccolo e moderno

Come ristrutturare un bagno piccolo – Photo by Sanibell BV on Unsplash

I sanitari  per ristrutturare il bagno piccolo

Per quello che riguarda i sanitari in un bagno piccolo è sempre meglio optare per modelli sospesi e small size In questo modo il pavimento resterà più libero facendo sembrare il locale più grande. Non ultimo, il vantaggio è anche per la pulizia poiché essendo uno spazio piccolo deve comunque essere agevole e pratico.   

Per un bagno piccolo è sufficiente un lavabo con profondità di 25. Può essere sospeso a muro o in angolo tra due pareti. In alternativa optare per una soluzioni con lavabo da appoggio su mensola. Come modelli in un bagno piccolo, sono preferibili lavabi dalle linee arrotondate e di spessore ridotto. Da valutare per recuperare spazio anche i lavabi con rubinetto laterale. 

Anche per il  wc è meglio optare per modello sospeso con cassetta di scarico interna nel muro in modo da non  interrompere  la continuità della parete.

Anche la presenza della vasca sarebbe da evitare nei bagni piccoli ma se la si preferisce alla doccia si può ricorrere ad una vasca ad angolo. Il box doccia invece dovrebbe essere dotato di vetri trasparenti che aumentano la sensazione di spazio. Il piatto doccia è preferibile in versione angolare semicircolare così da eliminare lo spigolo. In alternativa si può optare per un piatto doccia a pavimento.

Arredi ed accessori per ristrutturare il bagno piccolo

In generale conviene evitare di mettere troppi arredi in un bagno piccolo ma se necessario è meglio ricorrere ai mobili su misura. Lo spazio disponibile  dovrebbe comunque essere sfruttato al meglio. In altezza con mobili e i portaoggetti disposti in verticali e vani sospesi come quello che si possono ricavare nello spazio sotto il lavabo. 

Da sfruttare al meglio sono anche le nicchie per disporre delle mensole  o per installare un termo arredo. Per quanto riguarda le  porte  meglio scegliere soluzioni scorrevoli così come per le finestre: consentono di guadagnare spazio e di muoversi meglio.

L’accessorio che non dovrebbe mai mancare in bagno è lo specchio, tanto più in un bagno piccolo. Avendo una superficie riflettente lo specchio accresce la percezione dello spazio. Da privilegiare per un bagno piccolo sono i modelli a forma ovale o rotonda. Grazie allo specchio si può realizzare un vero escamotage per far sembrare più grande la stanza. Basta raddoppiare la presenza dello specchio posizionandoli su due pareti contigue o parallele in questo modo sembrerà raddoppiato anche lo spazio.

Conoscere l’energia dello specchio: come arredare la casa

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Le norme vigenti prevedono che in tutti i locali abitabili di una residenza ci sia illuminazione diretta, la sola eccezione viene fatta per i bagni e altri locali. Per il bagno grande o piccolo che sia deve esserci un’apertura per il ricambio dell’aria o un sistema di aspirazione. In ogni caso per ogni intervento si deve fare riferimento alle normative locali.
  • La normativa nazionale in tema di requisiti igienico sanitari principali dei locali d’abitazione stabilisce che in ogni abitazione deve esserci almeno una stanza da bagno dotata di: vaso, bidet, vasca da bagno o doccia, lavabo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it