Le nuove tendenze di design dell’estate 2020

Diamo uno sguardo alle nuove tendenze di design che parlano di un’estate 2020 insolita. Anche il design, infatti, si esprime attraverso la voglia di ripartire, che sa di speranza ed essenzialità, a seguito di un periodo storico particolare. Tratti fondamentali che caratterizzano un nuovo modo di vivere la casa, luogo che ci ha protetti in un momento difficile.

Estate 2020, quali saranno le nuove tendenze di design? Ecco la casa degli abitanti italiani post Covid 

Durante la quarantena c’è stato un riavvicinamento alla natura, un po’ dovuto alla voglia di evadere, un po’ al sovraccarico della tecnologia sempre più dominante nelle nostre vite. Molti abitanti, infatti, hanno dichiarato che preferirebbero una casa in periferia – ma con prati, fiumi o laghi intorno – ad una casa in centro città. Anche a costo di dover rinunciare all’infinita offerta culturale e sociale che queste località possono offrire all’abitante, in favore della più limitata offerta della provincia; oppure con la consapevolezza che, per partecipare attivamente alle varie iniziative del centro città, sarà necessario un tragitto in auto o con i cari vecchi treni.

Dunque, stiamo assistendo a una presa di consapevolezza post Covid di essere stati catapultati in un’epoca iperconnessa, dalla quale ci si vuole un po’ distaccare per un lento e rigenerante ritorno alla natura.

Partiamo dal colore, elemento fondamentale per esprimere le proprie emozioni.  Come si colorano le case degli abitanti italiani nel periodo post Covid?

Le tendenze del design 2020 post Covid


Il ritorno alla natura e i colori della terra

La massima espressione del ritorno alla natura e alle cose semplici nel design si esprime con un elemento primordiale: il legno. Le case degli abitanti italiani, infatti, si tingono di colori rilassanti e che tendono a girare intorno alle palette dei colori del legno e della terra. Con l’eccezione del blu (nominato da Pantone colore dell’anno), che vive anch’esso un ritorno, moltissimi dei nuovi prodotti dei grandi marchi di design italiano e internazionale hanno scelto colori come terracotta, senape, marroni, in palette abbinabili ma che sembrano smorzare gli entusiasmi di altri anni in cui prevalevano i colori fluo o super carichi.

tendenze design estate 2020 Il ritorno alla natura e i colori della terra

Foto di Shutterstock

Spazi luminosi: la luce per rigenerare

Gli abitanti italiani hanno riscoperto l’importanza dell’illuminazione in casa, che è sempre più dominante, forse come conseguenza del tempo passato tra le mura domestiche durante il lockdowm. Per il futuro i proprietari di casa auspicano maggiore luce naturale e viste rigeneranti. Bene per chi le ha già, per gli altri, è il momento di ripensare a infissi e balcone e alla struttura stessa della casa.

Pillole di Interior Design: come scegliere l’illuminazione giusta per la casa

Il bagno è la stanza più importante della casa

Il bagno è la stanza più importante della casa perché costituisce il luogo in cui si trascorre più tempo, seguito da zona living e camera da letto. Sia uomini che donne lo desiderano completo di ogni comfort e di ogni tipo di accessorio.

Una tendenza che avevamo visto affermarsi già prima della quarantena, ma che durante la “convivenza forzata” nella propria casa ha visto questa stanza protagonista e la preferita degli italiani.

Un bagno che non è più soltanto funzionale, ma è vera e propria massima espressione di sé, che viene curato in ogni dettaglio di design: l’arredo del bagno è quello che oggi pesa di più nel mercato della casa.

Pillole di interior design: il bagno in rosa

shutterstock_1358211986 By Ume illustration

Fiori e stile jungle, il floralismo in casa

Torna la voglia di dare colore alle pareti di casa, aggiungendo elementi di design che richiamano la natura e, in particolare, il floralismo.

Scarica la guida per i nostri consigli per dare una nuova luce alla tua casa, colorando le pareti

L’elemento verde delle piante ormai care a moltissimi appartamenti si colora con elementi floreali anche coraggiosi alle pareti, sui tappeti (ne stanno uscendo in produzione) e come dettagli in camera da letto. Pu

Il fiore trasforma lo stile jungle degli scorsi anni, in un gusto  più raffinato ma che soddisfa la nostra voglia di natura.

Lo stile minimal e scandinavo

Il rigore anni 50 incontra il minimalismo scandinavo. Anche se molte fiere, come il Salone del Mobile sono saltate (ma il 2021 è in preparazione), le aziende hanno continuato a presentare le loro novità. Tra le più evidenti  uno stile rigoroso e pulito anni 50 in cui tornano materiali come marmo e legno scuro rinfrescati dall’incontro con il contemporaneo scandinavo.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Lo stile scandinavo è caratterizzato dalla semplicità, dal minimalismo e dalla funzionalità. Emerso all’inizio del Ventesimo secolo, si è poi sviluppato negli anni Cinquanta in Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e
  • Il popolo scandinavo ha un grande rispetto per la natura. I popoli che abitavano la Scandinavia hanno sempre avuto un rapporto quasi simbiotico con foreste, fiumi e montagne. Per tale motivo, il legno è il materiale protagonista dello stile in questione.
  • Oltre alla salvaguardia per la natura, un altro aspetto fondamentale è l’attenzione rivolta verso gli sprechi. Tale approccio si riflette anche nel mondo della produzione di mobili.

 TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it