Il colore ottanio nell’arredamento: abbinamenti e come usarlo in casa

L’ottanio, nelle sue diverse sfumature, dona all’ambiente carattere, eleganza e raffinatezza. Non solo risulta anche un colore molto rilassante per chi vi abita.

Negli ultimi anni l’ottanio è entrato di diritto a far parte dei colori di tendenza per la casa. Nelle giuste dosi si adatta bene a diversi ambienti domestici e vari stili d’arredamento. Ecco come abbinarlo al meglio nella propria abitazione.

Pareti color ottanio

L’ottanio nasce dall’incontro del blu e del verde ed è spesso usato per la tinteggiatura di una o più pareti della casa. La particolarità di questo colore è in grado di dare carattere all’ambiente, esaltandolo e in un certo senso riempiendolo senza però oscurarlo. Nell’abbinamento con gli stili d’arredamento questa tonalità risulta molto versatile poiché si sposa bene sia nei contesti più moderni e minimal, che in quelli bohemien ed eclettici.

Il color tortora nell’arredamento: vintage o trend?

Con quali colori abbinare l’ottanio?

Piuttosto che usare l’ottanio per tinteggiare l’intera camera è preferibile optare per un gioco di colori. Le tonalità, sia calde che fredde, che meglio si abbinano a questo colore sono:

  • bianco
  • avorio
  • grigio
  • tortora
  • rosa antico
  • oro
  • senape
  • bordeaux
Ottanio - color ottanio

Il colore ottanio nell’arredamento: abbinamenti e come usarlo in casa – PEXELS

Materiali che si sposano bene con l’ottanio

Per quanto riguarda l’arredamento vero e proprio cosa è meglio abbinare, in termini di materiali, con il colore ottanio? Come anticipato questa tonalità si sposa bene in diversi stili d’arredo, di conseguenza anche il ventaglio di materiali da poter usare sono diversi. L’ottanio si abbina bene sicuramente con mobili in legno, anche di diverse tonalità, e anche in metallo laccato.

Ottanio - color ottanio

Il colore ottanio nell’arredamento: abbinamenti e come usarlo in casa – PEXELS

In quali stanze preferire questo colore

Gli ambienti in cui preferire questa tonalità di blu-verde sono sicuramente la zona living e la camera da letto. Questo si collega al fatto che si tratta di un colore dal potere rilassante, quindi perfetto nelle aree della casa solitamente destinate al riposo notturno e al relax. Generalmente in questa stanze si opta per la tinteggiatura di una o due pareti. Una di queste è sicuramente quella che ospiterà il divano nel caso del soggiorno, qui sarà bene creare un contrasto quindi optare per un sofà dal colore neutro, bianco, avorio, beige chiaro o rosa antico. Nella zona notte un’idea interessante è quella di tinteggiare di ottanio la parete a cui andrà poggiato il letto e poi quella che in genere ospita la cassettiera e lo specchio. In alternativa quest’ultima potrà essere quella destinata all’armadio, o se si dispone del bagno in camera la parete che presenta la porta di quest’ultimo ambiente. Sempre nel caso dell’ultima opzione si può pensare di portare di mantenere questo stile e tinteggiare di color ottanio la parete della doccia o della vasca.

Come arredare la casa con il colore Bordeaux: i consigli dell’architetto

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La ricerca “Gli stili emotivi dell’abitare” condotta da Sigma Coatings, brand di Ppg Univer, ha rivelato quali sono i colori che gli italiani preferiscono per l’interno della propria casa. Il 24% degli intervistati afferma che il colore preferito in casa propria è il bianco in quanto richiama pulizia, luce e tranquillità. La restante parte, ovvero il 76%, preferisce invece circondarsi di colore.
  • Sempre dalla medesima ricerca, nell’ambito di coloro che prediligono i colori,  è stata fatta una differenziazione delle preferenze in base al luogo di residenza degli intervistati. Ciò che è risultato è che al nord Italia il colore preferito nel 23% dei casi è il giallo per la cucina e il soggiorno. Al centro nella zona notte e living il 10% sceglie il blu mentre il 9% il verde. Infine al sud predomina l’azzurro, per il 12% degli intervistati specialmente nelle zone  relax, come verande e soggiorni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Biologa