Casa dolce casa ai tempi del Coronavirus

Mai come in questo momento ci rendiamo conto di quanto sia importante che la nostra casa ci rispecchi, ci dia la possibilità di svolgere al suo interno una vita il più confortevole e protetta possibile in armonia con noi stessi e con chi ci circonda.

Effettivamente presi dal vortice della vita moderna – spiega ad Habitante  l’Interior Designer Lara Cabani – spesso entriamo in casa la sera per cenare se non solamente per dormire, i fine settimana, stanchi dei ritmi serrati del lavoro e delle città si cerca rifugio in agriturismi di campagna, in gite fuori porta o last minute diretti verso paesi lontani, che gli aerei ci permettono magicamente di raggiungere in poche ore e poi succede l’impensabile che ci costringe a stravolgere completamente le nostre abitudini, i nostri ritmi e ci si accorge che la casa, dove forzatamente ci viene chiesto di rimanere, non ci appartiene. A tratti facciamo fatica a condividere spazi limitati con le persone della nostra stessa famiglia ed in certi momenti anche con noi stessi.

Ma cosa davvero ci manca di più nella nostra dimora?

Psicologicamente a una casa chiediamo protezione e riparo, ma non si tratta solo di sicurezza, che non deve assolutamente mancare, ma di protezione nel senso più alto del termine: calore, accoglienza, serenità, appartenenza… perché in un qualsiasi momento di difficoltà entrare in casa e sentirsi in un luogo che sentiamo nostro e ci fa sentire al sicuro non ha valore. Per questo non abbiamo bisogno di una casa grande anziché piccola, sofisticata o semplice, chiassosa o lineare, ma semplicemente di un luogo che ci faccia stare bene, versatile al punto giusto per le esigenze individuali o famigliari, che dovrà adattarsi a chi vorrà improvvisarsi cuoco ed a chi avrà bisogno di lavorare, a chi vorrà meditare o fare sport, a chi avrà bisogno di giocare oppure di studiare, insomma funzionalità ed estetica correttamente calibrate dovranno far sì che al suo interno si possa affrontare ogni necessità.

Il microliving è il nuovo modo di abitare

Come procedere per ottenere tutto questo? Ci sono almeno sei punti che devono essere presi in considerazione al di là dello stile che più ci riflette: colore, comfort acustico, luminosità, spazio esterno o verde, profumi e ricordi.

La scelta del colore in una casa è uno degli aspetti fondamentali che insieme a mobili ed accessori gioca un ruolo centrale nell’effetto estetico e decorativo. Tinte pastello o forti, glamour o neutre possono rendere un ambiente più o meno nostro. Quante volte siamo entrati in case che per le loro tonalità non ci hanno fatto sentire a nostro agio sin dal primo momento? Quando si entra in una stanza l’impatto visivo è il primo a colpirci e ad incidere sul comfort che ne traiamo, per questo motivo è indispensabile scegliere bene le gradazioni giuste, giocando anche con i materiali per ottenere gli effetti desiderati.

10 errori da evitare nell’uso del colore

Non dimentichiamoci che ogni colore, per quanto possa piacerci, porta con sé caratteristiche proprie ed emana sensazioni, ci sono colori freddi e caldi, rilassanti, energizzanti e neutri. Il nostro obiettivo è scegliere la tinta che più ci piace dosandola correttamente negli ambienti in abbinamento a nuance che la ravvivino o smorzino per ottenere un effetto che faccia stare bene, onde evitare un ambiente che possa risultare troppo stressante o troppo rilassante, troppo buio o accecante.

Interior Design: il benessere in casa

Altro aspetto importante nella realizzazione di un ambiente accogliente è il Comfort acustico. Al di là della buona insonorizzazione rispetto ai rumori esterni, che va sicuramente sempre effettuata, si deve predisporre un buon isolamento interno tra le stanze relax o studio e la zona living, così da migliorare la convivenza tra i componenti della famiglia nell’alternanza e contemporaneità tra riposo, studio, lavoro, lettura, gioco ed hobby così da permettere a ciascuno di avere i propri momenti di concentrazione o intimità. Valutiamo anche, se amanti della musica o del cinema, di studiare e realizzare sin dall’inizio della progettazione della casa, un impianto che ci permetta di avere un’ottima diffusione in tutta la casa o limitatamente alle zone desiderate e di vedere un film quasi come al cinema comodamente sul divano di casa.

Isolamento acustico domestico: design ed ecosostenibilità

La luce è vita e pertanto è senza dubbio un elemento che, se distribuito correttamente, può rendere una casa particolarmente accogliente. Per questo motivo prima di procedere con la realizzazione di un progetto abitativo si deve sempre verificare l’esposizione dell’immobile così da poter scegliere l’adeguato orientamento delle varie stanze e permettere al nostro organismo di adattarsi con naturalezza all’alternanza delle varie fasi della giornata, perché è vero che la luminosità in una casa non deve mai mancare ma va anche gestita nel modo corretto.

Si utilizzino allora tendaggi sottili che permettano alla luce di entrare ma che proteggano al contempo ambienti e loro ospiti dalla luce diretta che può essere molto fastidiosa in certi momenti della giornata arrivando anche ad abbagliare od a creare fastidiosi riflessi sui vari schermi. Alla luce naturale va accostata la luce artificiale. Posizionando luci che permettano una corretta illuminazione priva di ombre fastidiose otteniamo una buona visibilità nelle varie stanze, ma non ci si deve limitare a questo, si possono creare atmosfere, giochi di luce, quadri artistici o semplicemente differenziare i vari angoli della stanza a seconda dell’uso che si vuole attribuirgli nell’arco della giornata, ottenendo così spazi illuminati per lo studio o il lavoro, per la meditazione, per la lettura, per il gioco o semplicemente per il riposo. Esistono in commercio una gamma senza fine di luci, non resta che sceglierle perché si addicano al meglio alla nostra persona ed alle nostre esigenze.

Se si ha un giardino o un balcone è bene attrezzarlo per trascorrere tempo all’aria aperta, progettando un patio o un piccolo angolo esterno che possa all’occorrenza accoglierci, valutando anche di inserire un piccolo angolo aromatico, ma se questo non fosse possibile cerchiamo di scegliere per l’interno della casa piante che possano ripulire l’aria e trasmettere energia. Esiste verde da interno per tutti i gusti e per tutti gli ambienti, profumato, fiorito, con più o meno necessità di luce e cure, si possono creare anche meravigliose soluzioni pensili, in mancanza di spazio, che doneranno alla casa un gusto sofisticato che richiama paesi lontani…

Un ultimo aspetto ma non meno importante è quello del cuore. Qui campo libero a foto ed oggetti cari, legati all’infanzia, regalati o appartenuti a persone importanti della nostra vita, o ancora acquistati in qualche viaggio. Questi se esposti correttamente, con un solo sguardo riporteranno alla mente colori, profumi e voci che riempiranno immediatamente i nostri pensieri. Un effetto benefico non indifferente sull’umore e sull’energia positiva della casa si può ottenere anche con i profumi. Sul mercato si trovano bellissime candele con essenze più o meno delicate, incensi, ed oli essenziali, realizzati con sostanze naturali, utilizziamoli a nostro piacere ed a seconda delle nostre necessità, le spezie portano in luoghi lontani, l’ambra infonde energia, la cannella aiuta la meditazione, l’arancio così come tutti gli agrumi trasmette vitalità, l’eucalipto allevia le allergie, tea tree, lavanda, salvia, limone purificano, ginepro e mirto diffondono il profumo della nostra macchia mediterranea…

Decorare la casa con le candele: 5 consigli interessanti

L’obiettivo, in sintesi, quando si intraprende la realizzazione di un nuovo progetto, deve essere non solo quello di ottenere un’abitazione in stile con ciò che si legge sui libri o allineata alle riviste ed ai gusti dei suoi proprietari, ma anche che rispecchi serenità, calore ed appartenenza, una casa deve diventare la massima espressione di chi la vive, il luogo dove trovare rifugio, dove recuperare le energie per ‘uscire a riveder le stelle’ più forti e più sereni e con la certezza che rientrare a casa sarà sempre e comunque un piacere che scalderà il cuore.

Lara Cabani

.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Interior e Naval Designer