Vai al contenuto
aziende italiane lampade design

Quali sono le principali aziende di lampade di design italiane?

Condividi L'articolo su

La lampada riveste da sempre un ruolo importante nell’arredamento delle nostre case. A piantana, da parete, da tavolo, grande o piccola, di qualunque materiale, forma e design. Scopriamo quali sono le migliori aziende di lampade di design in Italia.

Utilizzate non solo per illuminare spazi e ambienti, ma anche come complementi d’arredo a sé stanti, le lampade assumono così un ruolo da protagoniste dei nostri ambienti domestici. Vi presentiamo quindi di seguito alcune delle principali aziende italiane di lampade di design.

Artemide

Fondata nel 1960 da Ernesto Gismondi, Artemide è oggi una delle principali aziende di lampade di design italiane, nota in tutto il mondo. Il gruppo Artemide infatti conta oggi 55 showroom monomarca nelle più importanti città del mondo. E cinque unità produttive in Italia, Francia, Ungheria e Canada, due vetrerie e una struttura di Ricerca e Innovazione con laboratori di prototipazione e test all’avanguardia.

Le collezioni Artemide sono sempre state caratterizzate da ricerca tecnologica e importanti collaborazioni con i grandi architetti e designer. Le lampade di Artemide rappresentano oggi un intreccio di valori: l’approccio alla luce umana e responsabile si coniuga a un saper fare progettuale e materico, in un incontro tra tecnologia di ultima generazione e antichi saperi, perfetta espressione di progetti sostenibili.

Sono davvero numerose le lampade di Artemide diventate vere e proprie icone di design. Tra queste ricordiamo Callimaco (1982) e Pausania (1983) nata dalla collaborazione con il designer Ettore Sottsass. O ancora la più recente collezione IN EI nata nel 2012, dalla collaborazione con lo stilista giapponese Issey Miyake, e vincitrice del Compasso d’Oro nel 2014.

lampade a piantana
lampade a piantana – Photo by Francesca Tosolini on Unsplash

Barovier&Toso

“In sette secoli di storia abbiamo visto mode andare e venire. Alcune minimaliste, altre più barocche, ma tutte ugualmente prese ad inseguire il tempo che passa, nella disperata ricerca del “nuovo”.
A Venezia il tempo, invece, scorre lento. Non c’è fretta, solo tempo e spazio necessari per affinare un’arte. Così, abbiamo deciso di prenderci il nostro tempo, per fare qualcosa di unico e originale. Qualcosa che possa durare per sempre”. 

Si presenta così, con queste parole poetiche, l’azienda vetraria di Murano a Venezia. L’attività imprenditoriale della famiglia Barovier ebbe inizio alla metà del XIII secolo e, come Fratelli Barovier venne rifondata nel 1878, divenendo quindi Artisti Barovier. E poi nel 1942, con la fusione con le vetrerie F.lli Toso, assunse il nome attuale, Barovier&Toso.

Le creazioni Barovier&Toso sono opere uniche, in cristallo veneziano soffiato a bocca e realizzate a mano da maestri vetrai di Murano, depositari di una tradizione secolare che solca la storia da generazioni.
T
ra le sue preziose creazioni, la lampada da terra My Marilyn nata dalla collaborazione con la light designer Giorgia Brusemini. Il diffusore è in vetro bianco opalino mentre preziosi rocchetti di cristallo realizzati a mano con la tecnica del “rostrato” avvolgono la base della lampada.

Le perfette lampade da scrivania e da tavolo

Flos

L’azienda è nata a Merano, come un piccolo laboratorio che sperimentava nuovi materiali, e nuove ricerche stilistiche. Così, già nei primi anni ‘70, l’azienda si fa conoscere non solo in Italia ma anche nel resto del mondo grazie a grandi designer che l’hanno accompagnata fino ad arrivare ad esporre pezzi iconici nei musei internazionali di tutto il mondo, in particolare al MoMa di New York.

Dino Gavina e Cesare Cassina furono anima e motori propulsori della nascita e del futuro successo di Flos. La Flos si distingue nel settore dell’illuminazione, in particolare tra le aziende di lampade di design, non solo per le novità stilistiche che in quegli anni scatenano molto successo ma anche per l’introduzione di materiali che prima non erano nemmeno presi in considerazione nelle attività produttive, come il cocoon, precedentemente utilizzato solamente come materiale per l’imballaggio. 

I prodotti iconici di Flos sono davvero tanti, ma sicuramente quello più noto nell’immaginario collettivo quando si parla di lampade di design, è sicuramente Arco.

La lampada Arco fu ideata nel 1962 dai designer Achille e Pier Giacomo Castiglioni. È una lampada da terra a luce diretta, con base di marmo bianco di Carrara. Stelo telescopico in acciaio inossidabile satinato. Riflettore orientabile e regolabile in altezza in alluminio stampato, lucidato e zapponato.

Tra le altre icone Flos, ricordiamo anche Snoopy, Taccia e Parentesi che ancora oggi, dopo tanto tempo, incantano le persone e impreziosiscono le case di tutto il mondo.

lampada da terra modello arco
lampada da terra ad arco – Photo by Louis Hansel on Unsplash

Fontana Arte

Il brand Fontana Arte risale al lontano 1932, quando, per dare un nuovo impulso alla produzione di prestigiosi oggetti d’arredo, Gio Ponti si associa a Pietro Chiesa nella direzione artistica della Luigi Fontana. La Luigi Fontana era una storica industria milanese nata nel 1881 che, dopo aver prodotto per anni lastre di vetro per il settore edile, aveva sviluppato una ricercata produzione di oggetti d’arredo – soprattutto pezzi unici e su ordinazione – realizzati utilizzando il vetro come materia prima.

Con la nascita di “Fontana Arte” l’azienda si avvia quindi ad una produzione di carattere più artigianale: dalle vetrate artistiche alle serie limitate di oggetti per l’arredo e l’illuminazione. E cosi, grazie soprattutto alle energie creative di Pietro Chiesa, un maestro versatile, di vasta cultura e grande esperienza tecnica, Fontana Arte inizia ad imporsi nel settore dell’interior design con diversi oggetti e complementi d’arredo, alcuni dei quali sono entrati nella storia del design e sono ancora oggi in produzione, come il tavolo curvo Fontana (1932), il vaso Cartoccio (1932), la lampada da terra Luminator (1933).

Negli anni sono stati davvero numerosi i designer che hanno collaborato con Fontana Arte, sia italiani che internazionali. Solo per citarne alcuni, Marco Acerbis, Gae Aulenti, Matilde Cassani, Andreas Engesvik, Paola Navone, Gio Ponti, Karim Rashid, e molti altri.
Tra le sue lampade diventate simbolo del design italiano non possiamo non citare l’Uovo, design di Ben Swildens e la Fontanella, design di Federico Peri.

Martinelli luce

Martinelli Luce nasce nel 1950 grazie all’intuizione ed alla volontà di Elio Martinelli, uno dei più significativi designer degli anni Sessanta e Settanta nel campo dell’ illuminazione.
L’azienda oggi è gestita dai figli Emiliana e Marco, che portano avanti le caratteristiche distintive di Martinelli luce. Un linguaggio estetico ispirato alla natura e alla purezza delle forme geometriche, unito all’innovazione tecnologica e alla capacità di rispondere alle richieste dei diversi mercati, hanno fatto sì che questa azienda diventasse negli anni un punto di riferimento nel settore delle aziende italiane di lampade di design, apprezzate e note in tutto il mondo.

Davvero ricco il portfolio di designer internazionali che hanno collaborato e creato per Martinelli Luce.
Tra i suoi prodotti iconici, la lampada da tavolo Cobra del 1968. E poi, passando ad anni più recenti, la serie Lunaop di Emiliana Martinelli, una lampada a sospensione con sorgente luminosa a LED, progettata per garantire un alto rendimento luminoso con un minimo impatto visivo.

lampada da tavolo
lampada da tavolo – Photo by Francesca Tosolini on Unsplash

Oluce

Fondata nel 1945, Oluce è una delle più storiche aziende italiane di design attive nel campo dell’illuminazione. Le sue lampade sono elementi d’arredo, capaci di creare un dialogo attraverso le generazioni e diventare parte integrante del tessuto stesso delle case che abitano.

L’azienda Oluce ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui due Compassi d’Oro, due Design Award e la Medaglia d’Oro alla XIII Triennale di Milano. La collaborazione con importanti designer ha portato alla nascita di lampade di design, alcune delle quali sono presenti oggi nelle più importanti collezioni permanenti di design del mondo.
Vico Magistretti, Christophe Pillet, Francesco Rota, Gordon Guillaumier sono solo alcuni dei grandi nomi che hanno creato pezzi iconici per Oluce.

Tra le sue lampade di design, Superluna, Design Victor Vasilev, 2015. Una sottile asta metallica che nasconde al suo interno le componenti elettriche e custodisce la sorgente luminosa: il LED si apre sullo stelo in corrispondenza delle calotte semisferiche che riflettono la sua luce ruotando sul proprio asse.

Come fare correttamente lo smaltimento delle lampadine usate

Slamp

Un’azienda giovane, presente nel panorama delle lampade di design da relativamente pochi anni, ma già molto apprezzata a livello internazionale, Slamp nasce nel 1994 come azienda di creazione di lampade di design originali, eclettiche e contemporanee.
Tutte le lampade sono realizzate a mano nell’atelier di Roma, utilizzando materiali unici e collaborando con i più noti architetti e designer internazionali.

Tra i suoi prodotti iconici “La belle étoile” con il design di Adriano Rachele, una lampada a sospensione ispirata ai volteggi aggraziati di una ballerina, infrangibile, leggera, realizzata interamente a mano. 

Tra le collaborazioni più recenti: Zaha Hadid, Doriana e Massimiliano Fuksas, Daniel Libeskind, Alessandro Mendini, Robert Wilson, Studio Job, Elisa Giovannoni, Riccardo Dalisi, Nigel Coates, Lorenza Bozzoli, Analogia Project, Zanini De Zanine.

Arredare Moderno

Arredare Moderno è una piattaforma online che ha a disposizione le migliori marche di lampade Made in Italy offrendole a prezzi davvero competitivi sul mercato.

Sull’e-commerce potrai trovare lampade da terra, da esterno, vasi luminosi, sedute illuminate, tavoli illuminati, arredi illuminati, banconi bar illuminati e statue colonne illuminate. Per un arredo e un’illuminazione moderna e di design Arredare Moderno è l’e-commerce dell’arredo di qualità ed eleganza.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati di Federlegno, il macrosistema illuminazione e arredamento, ha chiuso il 2021 con un +11% rispetto al 2019, per un valore complessivo di fatturato pari a oltre 26 miliardi di euro e un saldo commerciale attivo pari a 9,3 miliardi di euro in crescita del +19,7% sul 2020
  • Grazie alle tecnologie digitali, e ai cosiddetti sistemi di smart lighting oggi è possibile modulare automaticamente emissioni e accensioni dei singoli dispositivi di luce, attraverso un semplice comando vocale, o tramite app sul proprio smartphone.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News