10 domande per scegliere un interior designer

La ricerca di un interior designer in grado di soddisfare le vostre esigenze non è così semplice, dipende infatti dai tuoi obiettivi e dal tuo budget. Ecco 10 domande per scegliere un interior designer.

Come scegliere un interior designer

Per trovare un interior designer capace di rispondere alle vostre esigenze è importante fare molte domande. Un buon interior designer è creativo e propositivo, tuttavia è fondamentale che sappia entrare in empatia con i clienti per comprenderne le richieste e trasformarle in qualcosa di tangibile. Per iniziare potete chiedergli di mostrarvi un portfolio con le foto di alcune proprietà prima e dopo il suo lavoro. Per conoscere in maniera del tutto rispettosa e capire in che modo lavora l’interior designer, ecco 10 domande specifiche che vi faranno capire se è quello adatto al vostro progetto.

Come si affronta un progetto di interni?

1 Potrei visionare il suo portfolio lavori?

Questa domanda aiuta a capire i metodi e l’approccio dell’interior designer alla progettazione. Capirete perché adotta un certo stile e come risolve specifiche problematiche.

2 In che modo lavora nel suo studio e come svolge la sua consulenza?

Conoscere in che maniera lavora il progettista è importante per capirne le caratteristiche e le tempistiche. Inoltre vi aiuterà a capire in che modo si rapporta con fornitori e rivenditori.

3 Ha uno stile consolidato o cerca di adattare la sua tecnica e la sua creatività al gusto del cliente?

Questa domanda vi tornerà utile per comprendere quanto l’interior design sia flessibile. Se è capace di ascoltare il cliente e andare incontro alle vostre esigenze.

scegliere un interior designer

Unsplash foto di balazs ketyi

4 Ha bisogno di un sopralluogo prima dell’intervento progettuale o le bastano delle indicazioni preliminari fornire il preventivo?

La risposta a questa domanda vi farà capire quali sono le peculiarità del professionista. Se è per esempio eccessivamente frettoloso o troppo meticoloso.

5 Quali sono i tempi di esecuzione per la progettazione richiesta?

Anche in questo caso tempi troppo corti o troppo lunghi tracciano un profilo particolare del professionista, su cui poter riflettere e capire se è adatto a voi.

6 Oltre alla redazione del progetto, quali altri servizi fornisce?

A volte l’interior designer oltre alla progettazione degli interni si occupa di più aspetti, come l’acquisto di arredi e materiali, la direzione dei lavori e lo svolgimento di pratiche comunai per la concessione di particolari autorizzazioni. In questo modo avrete la garanzia di un miglior servizio se l’interior designer conosce l’intero progetto nei suoi dettagli.

Come si diventa Interior Designer?

7 Nel preventivo saranno riportate le voci relative alle modalità di acconto e del saldo?

Questa domanda mette in risalto chiarezza dell’interior designer nel riportare le voci riguardanti le modalità di pagamento. Pertanto vi permetterà di affrontare con serenità le scadenze e stabilire un piano generale di spese da sostenere.

8 Quali sono i documenti necessari per avviare il progetto e che tipo di analisi vanno effettuate prima di iniziare?

È fondamentale avere informazioni relative al tipo di intervento affinché un progettista possa formulare al meglio qualsiasi ipotesi progettuale, tanto quanto la conoscenza delle esigenze del cliente.

9 Vorrei sapere quali particolari problematiche ha evidenziato e quali punti di forza?

Fare una domanda del genere è utile a testare il grado di empatia che il progettista ha nei confronti dei suoi clienti e del lavoro che andrà a svolgere. Un buon interior designer oltre a pensare all’entità economica del progetto, mostra entusiasmo verso il progetto che realizzerà.

scegliere un interior designer

Unsplash foto di christina wocintechchat

10 Cortesemente, potrebbe indicarmi dov’è il bagno?

Questa domanda, anche se bizzarra vi rivelerà molti dettagli sulla persona che avete di fronte. Se l’incontro si svolge nello studio del progettista raggiungere un altro ambiente, diverso dal luogo in cui si svolge l’incontro, come il bagno vi permetterà di visionare altre caratteristiche del professionista. Non confondete però la mancanza di cura con il disordine: una scrivania poco ordinata ma operativa denota una positiva attività professionale, un bagno dai colori eccentrici ma ben pulito esprime una certa dose di creatività e rispetto per chi lo utilizzerà.

Perché affidarsi a un Interior Designer per rinnovare casa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Il progettista di interni è un esperto che studia gli elementi spaziali, strutturali e materiali degli ambienti. Per esempio, un designer d’interni può creare la miglior combinazione di colori, scegliere gli accessori, i mobili e gli oggetti di design che meglio si adattano ai tuoi ambienti. Può anche aiutare a sviluppare spazi che siano coerenti nel loro uso, ergonomia e tecnica di illuminazione.
  • L’interior designer disegna schizzi, elabora proposte con rendering 3D e immagini visive per condividere l’idea con il committente. Può anche gestire la squadra che lavorerà alla realizzazione del progetto, come falegnami, fornitori di mobili, architetti e decoratori. Pianifica il budget e gli orari di lavoro e ha una comprensione innata delle tendenze, dei colori e dei tessuti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.