Quanto dura il parquet prefinito: fare il giusto investimento

Quanto dura il parquet prefinito? Se vogliamo fare un investimento per la nostra casa dobbiamo conoscere pro e contro di questo tipo di rivestimento.

Un pavimento in parquet è capace di regalare atmosfere particolarmente suggestive nel contesto di una casa. Negli ultimi anni se ne è diffuso notevolmente l’impiego in ambito domestico, tanto che esso è diventato determinante per rendere più caldo ed elegante ogni interno.

Quanto dura il parquet prefinito: scegliere la tipologia più adatta

Quanto dura il parquet prefinito: fare il giusto investimento

Shutterstock – RomanR

Il parquet prefinito ha la caratteristica di essere immediatamente calpestabile. Non richiede infatti lamatura o verniciatura questa tipologia di pavimento in legno , composta da tavole finite sulla superficie già in fase produttiva.

Generalmente chiamato anche multistrato, si differenzia in sezione dalla tipologia tradizionale.
Ogni listone si compone di uno o più strati di supporto sul fondo, realizzati con un legno cosiddetto povero, ad esempio un listellare di Pino di Svezia impiallacciato o con derivati del legno, e uno strato nobile in legno pregiato (di calpestio), con un spessore compreso tra i 3,5 mm e i 6 mm, secondo le prescrizioni contenute nella norma UNI EN 13756, generalmente già verniciato, con lacca opaca trasparente, indurita con trattamento a raggi UV, per garantire una forte resistenza all’usura, e quindi pronto per la posa. Gli spessori dei prodotti migliori variano dai 7 ai 14/15 millimetri (di cui mm 4 di strato nobile) e i listoni raggiungono lunghezze da 180 a 220 cm e larghezze da 18 a 20 cm.

Quanto dura il parquet prefinito: pulizia e manutenzione 

Quanto dura il parquet prefinito: fare il giusto investimento

Shutterstock – Zephyr_p

La pulizia e la manutenzione del parquet prefinito non necessitano di operazioni particolarmente complesse. Bastano un panno appena inumidito con acqua e un detergente neutro per rendere il parquet pulito e splendente

Nell’arco di 15/20 anni il parquet prefinito garantisce un aspetto estetico ottimale. Se dovesse essere necessario, sui parquet di spessore mm 14/15 è possibile comunque effettuare la lamatura da 2 a 4 volte, applicando poi un tipo di verniciatura di rifinitura.

Quanto dura il parquet prefinito: fare il giusto investimento

Shutterstock – Stokkete

Le nostre nonne che dopo alcuni anni di utilizzo, all’apparire dei primi segni di consumo, aggiungevano la cera liquida nell’acqua di lavaggio per aumentare la protezione all’usura della vernicetta. I moderni prodotti sono dotati di additivi acrilici che, oltre a lavare il parquet, depositano un velo di ripristino dello strato originario rigenerandolo continuamente.

In questo modo non esiste più un limite alla durata del pavimento in legno sia che abbia uno strato elevato o esiguo di legno, lo stesso non si consumerà mai e quindi anche il prefinito più sottile durerà sempre tutta la vita.

Rinnovare la casa: come cambiare il parquet senza sostituirlo

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il parquet è un’opzione sempre molto apprezzata. Scegliere il parquet adatto non è semplice poiché sono tante le tipologie, le tonalità, i tipi di posa. Un parquet tradizionale massello è costituito da listoni grezzi, levigati e verniciati dopo la posa. È molto resistente e duraturo. I tempi di posa sono abbastanza lunghi dunque richiede un costo più elevato.
  • Il rivestimento vinilico in PVCdi ultima generazione è un pavimento d’appoggio. Il rivestimento LVT (Luxury Vinyl Tile ovvero Piastrelle Viniliche di Lusso) ha rivoluzionato l’uso del pavimento in PVC. Utilizzato in passato quasi esclusivamente per il settore professionale (scuole, uffici, palestre) oggi il pavimento in PVC LVT è molto apprezzato anche nell’arredamento d’interni privato: un prodotto adatto per creare superfici con un certo valore estetico.
  • pavimenti in resina, indicati per ogni esigenza e dal design unico e accattivante, rendono raffinata ogni abitazione, ufficio o spazio commerciale. Gli amanti dell’interior design scelgono sempre più questo materiale per il suo fascino contemporaneo.

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – LEKSTOCK 3D

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.