Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

Studiare e scegliere il pavimento più adatto per la casa è essenziale quanto complicato. La soluzione da ricercare deve essere duratura e in linea con lo stile dell’abitazione. Le ultime tendenze prediligono rivestimenti a terra funzionali e che rispettino la salute.

Per scegliere se inserire in casa un rivestimento in gres o il parquet, è importante tenere conto del proprio gusto personale, dello stile dell’interno, del budget disponibile e della destinazione d’uso.

Parquet: caratteristiche e qualità

Il parquet è una pavimentazione composta da legno massiccio di diverso spessore (da 10 a 22 millimetri) o dall’unione di singoli elementi di legno. L’effetto naturale del legno attrae sempre particolarmente perché capace di dare agli ambienti un’atmosfera raffinata ed confortevole. Il parquet offre diversi vantaggi come l’isolamento acustico e termico. Al contempo però è costoso, i tempi di posa sono abbastanza lunghi e la manutenzione risulta complicata: deve essere accurata e regolare in modo da rendere più lento il processo di ossidazione del legno (per la pulizia del parquet è sconsigliato l’utilizzo di acqua).

Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

parquet prefinito in legno di Rovere WeroLegno quattordici di Nanni Giancarlo & C.

Gres porcellanato: caratteristiche e qualità

Il gres porcellanato è una ceramica a pasta compatta (greificata), dura, non porosa ed estremamente resistente. Un composto totalmente rivoluzionario che, grazie alla sua versatilità, si è imposto sul mercato come il pavimento del futuro. Grazie all’alto livello di innovazione tecnologica, è possibile ottenere piastrelle in grado di riprodurre tutte le essenze dei legni presenti in natura (rispettandone fedelmente i colori e i dettagli).

Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

Fap Ceramiche Nest 2018 moodboard

Il gres porcellanato effetto legno: un’ottima alternativa al parquet

I pavimenti in legno hanno un fascino indubbiamente particolare. Oggi però il mercato offre diverse alternative. Al primo posto, appunto, il gres porcellanato effetto legno: un materiale versatile ed elegante, sempre più utilizzato come alternativa al parquet.

Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

Ceramiche KEOPE Ambiente Beatlvory

I vantaggi di un pavimento in gres porcellanato effetto legno rispetto ad un parquet, sono di natura tecnica (legati alla resistenza e alla durevolezza del prodotto) e di natura economica (il gres non richiede spese rispetto invece ai costi di oli, cere e levigatura che rientrano nella manutenzione ordinaria e periodica di un parquet). Inoltre, il gres porcellanato è duraturo e sicuro, ideale per pavimenti o rivestimenti interni ed esterni. Il gres, quindi, è un prodotto

  • non assorbente (grado di assorbimento d’acqua inferiore allo 0,05%);
  • durevole e resistente ad urti, pressioni, graffi, usura, attacchi chimici e colorazioni;
  • resistente all’acqua, all’umidità e all’azione disgregante del gelo (in contesti esterni);
  • sicuro ovvero privo di impermeabilizzanti chimici, vernici o resine;
  • mediamente più economico rispetto a parquet, pietra e marmo;
  • di semplice manutenzione (facilmente lavabile con tradizionali detergenti per pavimenti);
  • offre una straordinaria varietà di formati e finiture;
  • ecologico.
Parquet e gres porcellanato: caratteristiche e qualità

FAP Ceramiche gres porcellanato effetto legno

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Il gres porcellanato è composto per circa il 40-50% da argille caoliniche e plastiche; per circa il 45-48% da feldspati e feldspatoidi; per circa il 6-7% da sabbie silicee. Inoltre vengono addizionati come componenti secondari l’idrosilicato di magnesio (talco) per aumentare la fusibilità; il silicato di calcio; il silicato di zirconio, ossido di zinco e alluminio come agenti sbiancanti.
  • Il parquet, utilizzato fin dal Medioevo, conobbe la sua massima diffusione in epoca barocca, quando divenne uno standard per gli interni di tutti i palazzi aristocratici. Agli inizi del Settecento, Luigi XIV di Francia scelse il parquet per rivestire i pavimenti della Reggia di Versailles. La storia del pavimento in legno per eccellenza è molto nobile.
  • Leggi anche Pillole di Interior Design: la scelta dei pavimenti

 

Immagine in evidenza Ceramiche KEOPE

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web