Alla scoperta di Firenze: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Firenze: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

 

Alla scoperta della città di Firenze 

Siamo in Toscana, qui si trova Firenze, città di grandi maestri che l’hanno arricchita con un eccezionale patrimonio artistico. Ogni angolo della città racconta la sua storia secolare, che l’ha resa importante centro per l’arte medievale e rinascimentale. Qui hanno vissuto Dante, e i nomi più importanti della pittura italiana come Cimabue e Giotto, Botticelli, Leonardo e Michelangelo, per citarne solo alcuni. Tra le vie, nelle piazze e negli edifici storici e religiosi, si possono ammirare le opere di questi grandi maestri, e scoprire il suo centro storico, Patrimonio dell’Umanità Unesco, con il Battistero di San Giovanni, Palazzo della Signoria, Ponte Vecchio, Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli. Firenze è anche una città con un’antica storia legata all’artigianato, da scoprire attraverso il progetto Autentica Firenze, che propone pacchetti che permettono di vivere un’esperienza lavorando con gli artigiani in città, toccando con mano il valore dell’artigianato, da sempre fiore all’occhiello della città.  Sono moltissimi i musei in città, dalla Galleria degli Uffizi, agli Appartamenti Reali ed Imperiali che occupano l’intero piano nobile di Palazzo Pitti. I Musei del Bargello, che includono il Museo Nazionale del Bargello, nell’antico Palazzo del Podestà di Firenze, primo Museo Nazionale italiano dedicato alle arti del Medioevo e del Rinascimento, le cappelle medicee, l’Orsanmichele, Casa Martinelli e Palazzo Davanzati. Il Museo Zeffirelli, dedicato al lavoro del Maestro Franco Zeffirelli, che ospita oltre trecento opere del Maestro Zeffirelli tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi. E il Museo Novecento, che espone circa 300 opere tra Fontana, Vedova, Rosai, De Chirico, Casorati, De Pisis, Morandi e Sironi in un percorso a ritroso, dagli anni ’90 ai primi del Novecento. Ma anche spazi dedicati all’arte contemporanea come il MAD Murate Art District, un centro di ricerca e produzione artistica che propone mostre, incontri, performance e workshop centrati sulle tematiche ed i linguaggi artistici del contemporaneo, situato nell’ex convento delle Murate.


Gli abitanti di Firenze: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Firenze si chiamano fiorentini e in totale sono 378.839 di cui 177.916 uomini e 200.923 donne.

 

Tutti i comuni della provincia di Firenze

I comuni limitrofi sono 6: (in ordine alfabetico)

Fiesole, Sesto Fiorentino, Bagno a Ripoli, Scandicci, Campi Bisenzio, Impruneta

Le frazioni sono 11: (in ordine alfabetico)

Baronta, Callai, Cascine Del Riccio, Croce Di Via, Ema I, Ema II, Montignano-Ugnano, Parigi, Piazza Calda, Pontignale, San Michele A Monteripaldi

https://www.comune.fi.it/


signorie in italia

Foto Di Fausto Lanzetti su Shutterstock

 

 

Alla scoperta della provincia di Firenze 

La provincia di Firenze è immersa in bellissimo paesaggio, ed è ricca di produzioni enogastronomiche, qui si può passeggiare in mezzo alla natura, e dedicarsi ad escursioni in bicicletta e a cavallo. Tra i luoghi da visitare Greve in Chianti con una grande piazza completamente circondata da portici, dove si svolgeva il mercato e dove ancora hanno luogo eventi come la Festa dei Fiori, nel primo fine settimana di maggio. Qui si può visitare anche la Chiesa di Santa Croce, dove ammirare un trittico di Bicci di Lorenzo, o il Museo di Arte Sacra, aperto all’interno dell’ex convento di San Francesco. Da visitare anche il borgo di Montefioralle, con il suo castello e l’originale cerchia di mura, la chiesa di Santo Stefano, che custodisce dipinti dal XIII al XV secolo. La Pieve di San Cresci, una delle più antiche pievi della diocesi di Fiesole, documentata per la prima volta nel 963. E poi il Castello di Verrazzano e il Castello di Vicchiomaggio. Da visitare anche il borgo medievale di Certaldo, Vinci, dove si può visitare il Museo Leonardiano,  la casa natale di Leonardo da Vinci. Ed ancora Castelfalfi e il territorio del Mugello, con borghi e residenze Medicee e l’Autodromo del Mugello. A Signa invece si può visitare il Museo della Paglia e dell’Intreccio, intitolato a Domenico Michelacci, che agli inizi del Settecento avviò la produzione di paglia su scala industriale. Questo comune fino agli anni Cinquanta del Novecento fu il centro della manifattura di cappelli di paglia, uno dei simboli della città di Firenze.

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere a Firenze il Pitti Immagine, la più importante fiera dedicata alla promozione dell’industria e del design della moda e MIDA, la Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze, un importante appuntamento che accoglie ogni anno negli spazi della Fortezza da Basso artigiani e imprese artigiane di ogni ambito e dimensione. Mentre a Greve del Chianti si tiene Expo Chianti Classico, che coinvolge i produttori di tutti i Comuni del Chianti Classico, un’occasione per conoscere il vino Chianti Classico nel suo territorio di produzione.

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici di Firenze troviamo la schiacciata, una focaccia soffice all’olio, poi il lampredotto, specialità tipicamente fiorentina, uno street food preparato con due fette di pane e stomaco bovino. La pappa al pomodoro e la ribollita, zuppa a base di fagioli cannellini e borlotti, cavolo nero, verza e cappuccio, patate, carote, cipolla e pane raffermo, con un tocco opzionale di pomodoro e di pancetta. Poi la famosa bistecca Fiorentina, lombata di vitellone di razza chianina, che pesa in genere circa un chilo ed è alta 5-6 cm, il peposo alla fornacina, stufato di muscolo di manzo cotto nel vino rosso e pepe nero. Ed ancora la trippa alla fiorentina, condita con salsa di pomodoro, prezzemolo, rosmarino e parmigiano grattugiato, i fagioli all’uccelletto soffritti in aglio, olio e salvia, salsa di pomodoro e rifiniti di sale e pepe. Tra i dolci la schiacciata dolce, lo zuccotto, pan di Spagna imbevuto di alchermes e farcito di ricotta, canditi e mandorle, il berlingozzo, dolce tipico di Carnevale, a base di farina, uova, olio, zucchero, latte e buccia d’arancia.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Anche la città di Firenze promuove iniziative a sostegno della campagna ministeriale e governativa #iorestoacasa. Tra queste il Teatro della Pergola e la Fondazione Teatro della Toscana hanno trovato il modo di tenere vivi i palcoscenici, attraverso un canale youtube dal nome Firenze Tv, aperto e condiviso, a cui potranno contribuire tutti i teatri fiorentini, gli artisti del territorio. Un progetto che permette di far arrivare il teatro direttamente a casa degli spettatori, con video originali creati ad hoc da artisti come Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Giancarlo Sepe, Gabriele Lavia, Andrée Ruth Shammah, Glauco Mauri, Roberto Sturno, Federica Di Martino, Vinicio Marchioni, Marco D’Amore, Giulio Scarpati, Michele Santeramo.

 

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province