Emma Morano, la persona più longeva italiana: i segreti della sua lunga vita

Emma Morano è la persona italiana più longeva mai verificata. Una dieta precisa, un gianduiotto al dì, grappa fatta in casa, un matrimonio durato poco, niente farmaci e il pensiero positivo sono stati i segreti della sua longevità.

Nata il 29 novembre 1899 a Civiasco, in Piemonte e morta il 15 aprile 2017 a Verbania, sempre in Piemonte, all’età di 117 anni e 137 giorni, è l’abitante italiana che ha vissuto più a lungo. Scopriamo insieme i segreti della sua vita lunga.

Ecco la classifica ufficiale dei Paesi più longevi al mondo

La persona che ha vissuto di più in Italia e la dieta segreta

Emma Morano ha detenuto il titolo di decana d’Italia e d’Europa dal 2 aprile 2013 e di decana di tutto il mondo dal 12 maggio 2016 fino alla sua morte.

Ad oggi occupa il settimo posto nella lista delle persone più longeve al mondo accertate ed è la seconda europea più longeva di sempre dopo Jeanne Calment, nonché la prima e unica persona nata in Italia ad aver compiuto 117 anni. È inoltre una delle 9 persone che nella storia dell’umanità hanno raggiunto con certezza i 117 anni. 

La sua straordinaria longevità ha incuriosito studiosi da tutto il mondo. Nel 2011 ha infatti ricevuto la visita del ricercatore statunitense James Clement, impegnato in uno studio diretto da George Church in collaborazione con la Harvard Medical School di Boston, volto a scoprire, a livello mondiale, tramite analisi del DNA, il segreto della sua lunga vita.

La dieta segreta di Emma Morano per vivere più a lungo

“Dieta segreta” che Emma, persona più longeva in Italia, ha condiviso generosamente, rilasciando numerose interviste e svelando i trucchi del mestiere.

Tre uova al giorno, semolino e carne macinata mangiata rigorosamente cruda: è questa la dieta che ha garantito la longevità alla persona più longeva italiana.

Nel caso di Emma Morano l’alimentazione di certo è stata centrale e fondamentale per una vita il salute e longevità. Ma non è tutto: un gianduiotto al giorno e l’abitudine di bere ogni tanto un bicchiere di grappa fatta in casa, ma soprattutto la volontà di pensare sempre in modo positivo al domani. Emma ha anche dichiarato che le ha sicuramente giovato l’essere stata sposata solo per poco tempo (l’unione con il marito non è stata felice, soprattutto a causa di ripetuti maltrattamenti e di violenze fisiche, così nel 1938 la signora Morano decide, seppur rimanendo formalmente sposata, di separarsi di fatto dal marito, mandandolo via di casa).

Le emozioni e il sistema immunitario: osserviamo il loro stretto legame

Inoltre, il suo medico di famiglia ha dichiarato che, nei quasi 30 anni in cui si è affidata alle sue cure mediche, Emma non ha mai fatto uso di farmaci se non in un paio di situazioni.

La persona più longeva in Italia e la sua famiglia

Emma, originaria nel vercellese e abitante a Verbania sul Lago Maggiore, è stata la primogenita di otto figli – tre maschi e cinque femmine – in una famiglia nella quale la longevità era comunque diffusa: la madre e due sorelle hanno superato i novant’anni mentre una sorella è morta a 102.

La scienza conferma: è emerso che per i figli dei centenari, rispetto alla popolazione generale, il rischio di ammalarsi di ipertensione, ictus e diabete si dimezza. E basta avere un genitore che superi la boa degli 87 anni per vedere l’incidenza del cancro ridursi del 24 per cento.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

La nuova decana del mondo:

La giapponese Kane Tanaka, alla impressionante età di 116 anni, ha ottenuto il riconoscimento ufficiale del Guinness dei primati come donna vivente più anziana al mondo. La donna, residente a Fukuoka, nel sud-ovest del Giappone, è nata il 2 gennaio del 1903, ed è madre di quattro figli. Tanaka afferma di avere l’abitudine di alzarsi alle 6 del mattino, e di avere una passione per la matematica. In precedenza il record apparteneva ad un’altra giapponese, Chiyo Miyako, morta a luglio all’età di 117 anni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by