Quanto costa tenere un cavallo a casa?

Stai pensando di comprare un cavallo o ne possiedi già uno? Se hai abbastanza spazio puoi scegliere di tenerlo a casa invece che al maneggio. Ecco quanto costa tenere un cavallo a casa.

Tenere un cavallo a casa invece che al maneggio

Prima di acquistare un cavallo tieni in considerazione diversi fattori, come lo spazio per stallarlo e i costi. Tenere il cavallo in un maneggio attrezzato significa pagare un fisso mensile che può arrivare a costare quanto un piccolo appartamento di campagna. Se hai abbastanza spazio, la scelta giusta per te e per il tuo animale da compagnia prediletto è quella di tenerlo a casa. In questo modo troverai ogni giorno fuori dall’uscio questo fantastico animale che ti terrà compagnia. Tuttavia, dovrai avere il tempo la pazienza per prendertene cura, in quanto tutto quello che risparmierai in soldi ti costerà in termini di manutenzione. Pertanto, l’igiene del cavallo e la sua nutrizione dovranno essere prioritarie rispetto all’attività di equitazione in sé. Se non hai abbastanza tempo e soldi per questo investimento pondera con accortezza questa scelta.

Come andare a cavallo sulla spiaggia

Riuscire a tenere un cavallo a casa

Tenere un cavallo a casa non è un’attività così semplice. Se non hai abbastanza tempo, puoi sempre considerare di farti aiutare da un operaio. Tuttavia, questo è solo uno dei moltissimi costi che comporta la scelta di tenere un cavallo nel proprio appezzamento di terra. Infatti, la procedura per ottenere il codice allevatoriale, e il progetto per costruire la stalla, il fienile e la concimaia comportano un investimento iniziale, in termini di tempo e soldi, da non sottovalutare. Che però, ti permetterà di cambiare il tuo concetto di abitare.

cavallo a casa

Unsplash foto di jon tyson

Quanto costa tenere un cavallo a casa?

Innanzitutto bisogna tenere in conto vari aspetti. Per le cure di base, per esempio, se il cavallo è in salute, la spesa medica minima presso un veterinario è in media di 600 euro l’anno, quasi 50 euro al mese. Per assicurarsi che non ci siano problemi dentali è necessario affidarsi al dentista equino almeno una volta all’anno, dove una visita costa circa 60 euro. Inoltre la visita dal maniscalco per controllare il pareggio e la ferratura dello zoccolo è di almeno 300 euro all’anno. Oltre a questi costi, occorre considerare i quelli del box, della lettiera e della paglia che possono arrivare a più di 1000 euro l’anno. In più, il cavallo deve sempre avere a disposizione del fieno di qualità, mangime, sali minerali e acqua da bere. E una buona attrezzatura che costa tra i 150 ed i 400 euro. Per un totale complessivo di 1800 euro l’anno.

Ritorno alla terra: come aprire un allevamento di bovini

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Sono molti i proprietari dei cavalli che decidono di optare per l’assicurazione equina per le cure mediche di base. Questa infatti consente di risparmiare perché si aggira intorno ai 30 euro mensili.
  • Il cavallo è un animale sociale da branco. Non sta bene se non vive con i suoi simili, infatti dovreste considerare di abbinarlo a un erbivoro o a un altro equino per un miglior benessere psicofisico.
  • Tenere un cavallo a casa è sicuramente più economico, al maneggio infatti si andrebbero a spendere 3600 euro l’anno. Tuttavia, il mantenimento dei cavalli, animali imprevedibili, e la loro educazione è molto dispendiosa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.