Come andare a cavallo sulla spiaggia

Un sogno romantico per gli appassionati di equitazione è andare a cavallo sulla spiaggia. Un’attività che incuriosisce molte persone, anche chi non ha esperienza in questo ambito. Passeggiare a cavallo piace a grandi e piccini; farlo al tramonto diventa un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Andare a cavallo sulla spiaggia è legale?

Credits: www.unsplash.com

È un’attività assolutamente legale. Un’attenzione da riservare è legata però al periodo in cui è concesso farlo. Durante la stagione estiva non è sempre possibile; è consigliato consultare le direttive di ogni singolo comune, perché cambiano in autonomia locale. In generale non dovrebbero esserci problemi durante la bassa stagione, parliamo quindi dei mesi da ottobre/novembre a marzo/aprile.

A proposito di normative locali, è chiaramente consigliabile affidarsi a maneggi del posto. Gli istruttori saranno sicuramente preparati in merito alle direttive comunali sulle regole da rispettare e i periodi in cui è concesso andare a cavallo sulla spiaggia.

Capiamo quindi è piuttosto raro riuscire ad andare a cavallo in estate lungo le spiagge. Questo soprattutto perché è rischioso sia per il conducente del cavallo che per i turisti stessi una passeggiata tra le onde e le tante persone presenti. La sicurezza prima di tutto!

I luoghi dove è possibile andare a cavallo sulla spiaggia in inverno

Credits: www.unsplash.com

Abbiamo quindi visto che è molto più semplice passeggiare al galoppo di un cavallo nei mesi invernali e poter fargli sgranchire le gambe rinfrescandole con le onde del mare. In Italia è possibile come in molte altre parti del mondo. L’aspetto interessante del nostro Paese è che siamo una penisola, quindi ovunque ci troviamo, non saremo mai troppo lontani dal mare e, quindi, da una spiaggia dover poter cavalcare. Non sarà quindi difficile trovare un centro equestre vicino al luogo desiderato e godere finalmente della passeggiata desiderata.

In ogni regione d’Italia, anche quelle non bagnate dal mare ma dai laghi, è possibile andare a cavallo sulla spiaggia. Sarà piacevole anche lungo le sponde dei laghi del Nord Italia, godendo non di un lontano orizzonte, ma di paesaggi naturali indimenticabili.

Tra le spiagge più significative da vivere a cavallo si registra la Sardegna: una regione particolare, in primis perché è un’isola, e poi perché offre tantissime spiagge selvagge e incontaminate da scoprire strada facendo. Altro aspetto interessante è, infatti, trovare un luogo dopo lunghi e difficoltosi sentieri: il risultato sarà un angolo di paradiso tutto per voi dove poter godere la passeggiata a cavallo nel momento della giornata che preferite.

Andare a cavallo sulla spiaggia: alcuni aspetti a cui fare attenzione

Credits: www.unsplash.com

Per gli esperti e i meno esperti, bisogna far presente che andare a cavallo sulla spiaggia non è semplice: in primis per la presenza di sabbia perché l’animale è costretto a uno sforzo maggiore visto che per il peso tende ad affondare con le zampe. È lo stesso meccanismo che accade per l’essere umano quando cammina sulla sabbia asciutta: tendiamo a stancarci più in fretta. Per questo è consigliabile cavalcare lungo la battigia, dove le onde del mare rendono la sabbia più dura sotto le zampe dell’animale.

Un altro aspetto, non meno importante, è la gestione del cavallo stesso. Non sempre troviamo animali docili e obbedienti ai nostri comandi, più o meno esperti. Non bisogna improvvisarsi mai né decidere di andare da soli esponendo sé stessi e gli altri a inutili rischi.

Questo romantico sogno, oggi non è più solo un sogno ed è alla portata di tutti. È infatti possibile passeggiare a cavallo lungo le bellissime spiagge del nostro Paese.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Ogni cavallo sceglie un amico del cuore all’interno del suo branco. Il cavallo ha una vera e propria necessità di contatto sociale. Per questo motivo i cavalli che vivono nelle scuderie sono in grado di sviluppare un rapporto davvero speciale con il proprio padrone.
  • I cavalli hanno una memoria molto attiva. Ricordano luoghi, persone e circostanze. Lo conferma anche uno studio condotto dall’etologo Sankey, dell’università di Rennes, e pubblicato sulla rivista Animal Behaviour. Questi imponenti animali sembra, infatti, che abbiano tante capacità, tra cui quella di ricordare le persone che si sono mostrate amichevoli, mostrando a loro modo una forma di riconoscenza.
  • Come parlano fra loro i cavalli? Non è certo il nitrito il principale mezzo di comunicazione di questi animali, del quale si servono solo in casi eccezionali o di emergenza come ad esempio avvisare gli altri membri del branco di un pericolo. Fra loro si capiscono in silenzio, usando il movimento delle orecchie. Muovendole in un arco di 180 gradi, abbassandole, appiattendole, rizzandole, un cavallo comunica ai suoi simili quel che pensa e prova.  (Fonte www.gohorse.it)

 

Credits immagine in evidenza: Credits: www.unsplash.com

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.