Impianto eolico domestico: resa e costi

L’eolico domestico è anche conosciuto come mini eolico o micro eolico. Prima di decidere di comprarlo, è necessario valutare la ventosità della zona in cui verrà collocato, la potenza della turbina eolica, gli incentivi e le offerte sul mercato.

Impianto eolico domestico: resa e costi

Negli ultimi anni, ci si sposta sempre più verso la ricerca di fonti energetiche alternative e pulite per trovare soluzioni innovative adattabili al contesto domestico. Un impianto eolico è facilmente adattabile ad un utilizzo domestico.

Energie rinnovabili: in Italia i primi impianti eolici in mezzo al mare

Quanto costa un impianto eolico domestico

Nell’ultimo decennio l’energia eolica è diventata l’energia rinnovabile meno costosa, grazie ad un abbassamento dei costi di circa l’85%. I motivi di questa riduzione di prezzi sono da ricercare nell’arrivo di competitor che hanno spinto le aziende europee ad abbassare i costi di questi impianti, e nel progresso tecnologico, che sta portando al perfezionamento delle tecnologie eoliche.

Il costo dell’energia eolica è legato all’investimento iniziale. In Italia, il costo di installazione di una turbina orizzontale da 600 kW è compreso tra i 900 e i 1300 euro/kW, di cui il 70% è rappresentato dal costo dell’impianto stesso. L’installazione di una turbina verticale di piccola taglia, invece, ha un costo più elevato, che si aggira attorno ai 1500 – 2000 euro/kW sia perché non esiste ancora un mercato sviluppato e competitivo, sia perché si hanno ritardi alle normative che permettano l’allacciamento alla rete elettrica di tali sistemi. In entrambi i casi, le spese di manutenzione sono piuttosto contenute rispetto ad energie rinnovabili come il solare.

Energia Eolica: una possibile risposta per il futuro del pianeta

La resa di un impianto eolico domestico

Per calcolare quanto rende un impianto eolico domestico bisogna considerare le dimensioni della turbina e la velocità del vento che consente il movimento delle pale. Un impianto eolico domestico, se installato in posizione ottimale, è in grado di produrre circa 1000 – 1800 kWh all’anno per ogni kW di potenza (una grande turbina con una capacità di 2.5 – 3 MW sarà in grado di produrre circa 6 – 7 milioni di kWh all’anno). Ciò vuol dire che riuscirebbe ad alimentare fino a metà dell’energia della casa di cui necessita una famiglia italiana che mediamente consuma 2700 kWh all’anno di energia elettrica.

La velocità del vento

L’impianto eolico domestico ha dei costi relativamente accessibili. Prima di decidere di averne uno in casa è importante considerare la velocità del vento nel luogo in cui è prevista la sua installazione. Bisogna verificare che il tetto o il giardino prescelto per la collocazione dell’impianto soddisfino i requisiti minimi di ventosità che rendono conveniente l’installazione di una microturbina eolica. In modo particolare sono alcune zone costiere o montane, nonché le isole, ad avere una buona velocità del vento, mentre la maggior parte della penisola e i più grandi centri urbani italiani presentano una ventosità insufficiente per il buon funzionamento di un impianto eolico domestico.

L’energia eolica in Italia

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • L’energia eolica è l’energia del vento, cioè l’energia cinetica di una massa d’aria in movimento. Si tratta di una fonte di energia alternativa a quella prodotta dalla combustione dei combustibili fossili, rinnovabile e pulita. Gli effetti sull’ambiente sono in genere meno problematici rispetto a quelli provenienti da altre fonti di energia.
  • L’efficienza massima degli impianti eolici può essere calcolata mediante la Legge di Betz. Essa afferma e dimostra che l’energia massima che può essere prodotta da un generatore corrisponde al 59,3 % dell’energia prodotta dal vento che lo attraversa.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web