Vai al contenuto
Fiori di carta - fai da te

Fiori di carta: idee, materiali e consigli per realizzarli

Condividi L'articolo su

I fiori di carta sono una decorazione originale per la casa, durano a lungo e non hanno bisogno di manutenzione costante come quelli freschi. Inoltre realizzarli può essere un’attività molto divertente.

Spesso si è indecisi su come abbellire la propria abitazione, tutto sembra scontato. Un’idea può essere quella di ricorrere al fai da te e realizzare dei fiori di carta. Le tipologie sono praticamente infinite sia per tipo di materiale da usare che per risultato finale. Ecco alcuni consigli e idee utili per la realizzazione di questa decorazione.

Fiori di carta: che materiale usare?

Quella dei fiori di carta è in realtà un’arte molto antica che in pratica risale all’epoca dell’invenzione di questo materiale. Nello specifico per la realizzazione di questa decorazione si consiglia si utilizzare una carta che sia particolarmente leggera e facile da piegare. In questo modo lo svolgimento del lavoro risulterà più semplice. Si consiglia di usare, quindi, le seguenti tipologie di carta:

  • di riso
  • velina
  • crespa
  • di giornale.

La scelta dipenderà ovviamente dal tipo di risultato finale che si vuole ottenere.

Idee per creare lanterne luminose fai da te

Come procedere: idee e consigli utili

In linea generale si procede decidendo il tipo di fiore da realizzare, ricavare un numero congruo di petali ritagliando la carta e poi assemblare il tutto. La carta velina, vista la natura del materiale, consente di riprodurre fiori davvero realistici, come margherite, dalie o calle. Servirà ovviamente della carta velina, un cartoncino, forbici, colla vinilica e filo di ferro. Con un cartoncino rigido ritagliare la forma di petalo desiderata. Questo ci servirà come cartamodello per realizzare tutti i petali. Ottenuto un numero di ritagli sufficiente allo scopo, disporli l’uno sull’altro, fissandoli al centro con un po’ di colla vinilica. Quando quest’ultima sarà asciutta procedere modellando i petali in modo da dare la forma di fiore scelta. Se si volesse aggiungere un gambo, utile per esempio per porre i fiori in un vaso, procedere prendendo un filo di ferro, precedentemente avvolto in carta velina di colore verde, e fissare anch’esso con la colla vinilica alla base del fiore.

Fiori di carta - fai da te
Fiori di carta: idee, materiali e consigli per realizzarli – PEXELS di Tamanna Rumee

Fiori con la carta crespa

La carta crespa è particolarmente indicata se si vogliono realizzare fiori che risultino voluminosi poiché è leggermente ruvida, ondulata e molto elastica. Con questo tipo di materiale si possono realizzare per esempio delle rose o dei garofani. Bisognerà procurarsi quindi un rotolo di carta velina, dello spago e delle forbici. Dal rotolo ricavare dieci fogli di uguali dimensioni, poi questi andranno sovrapposti e ripiegati a fisarmonica. A questo punto si procede fissando il centro della carta con dello spago e un nodo ben stretto. Ora per dare la forma ai petali con la forbice smussare gli angoli dei fogli sovrapposti e formare quindi delle mezzelune. Fatto questo l’ultimo passaggio prevede la separazione di ogni singolo strato fino ad ottenere la forma desiderata. Anche per le altre tipologie di carta il procedimento è pressoché uguale a quelli descritti.

Fiori di carta: una decorazione sostenibile

Si tratta di un’ottima idea per decorare la propria casa con elementi naturali essendo però sostenibili, Difatti in questo modo si evita di “sprecare” i fiori freschi che durano pochi giorni prima di appassire e al contempo si ricicla un materiale che con molta probabilità finirebbe nella spazzatura. Perciò per essere green è bene usare un materiale già presente in casa piuttosto che comprarne del nuovo.

Idee fai da te per creare profumi per la casa

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • L’indagine lanciata da TaskRabbit e condotta da MPS Research nel giugno 2021 ha analizzato il rapporto degli italiani con il fai da te. Sebbene l’Italia sia sempre stata popolata da amanti di questo hobby, 4 italiani su 10, la pandemia ha ulteriormente incentivato questa attività. Difatti un po’ per esigenza e un po’ per il maggior tempo libero a disposizione durante il lockdown il 10% degli italiani si è appassionato al bricolage. In particolare si stima che il 14% si è cimentato per la prima volta nel montaggio mobili, il 14% nelle riparazioni idrauliche, il 13% in quelle elettriche e il 12% nella tinteggiatura delle pareti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News