Quali sono i colori dell’arcobaleno? Tutte le curiosità e i significati

L’arcobaleno nel cielo è un fenomeno naturale che, alla sua apparizione, si guarda sempre con grande meraviglia. Ma quali sono i significati dei colori dell’arcobaleno e la loro corretta sequenza?

L’arcobaleno è un fenomeno atmosferico che crea, nel cielo, una scia di 7 bellissimi e luminosi colori. Simbolo della pace nel mondo, l’arcobaleno affascina sempre tutti i suoi spettatori, come se fosse la prima volta. Di seguito tutte le curiosità, la sequenza corretta e il significato dei colori dell’arcobaleno.

Cosa è e perché si manifesta l’arcobaleno?

L’arcobaleno è un fenomeno ottico atmosferico ed è il risultato della dispersione della luce del sole nelle gocce d’acqua, quindi si può verificare dopo un temporale, o presso una fontana, una cascata o una pozzanghera. Come fenomeno ottico, ha una posizione che varia in base la prospettiva dell’osservatore e la posizione del sole. L’arcobaleno genera una scia di luce nel cielo che si configura, per noi, nei meravigliosi colori che lo caratterizzano. 

Colori arcobaleno: quanti sono?

Fin da piccoli, abituati a vederne sempre e solo 7, non avremmo dubbi nel rispondere. Eppure, in realtà, sarebbero molti di più. Questo evento naturale, che lascia sempre tutti a bocca aperta, si presenta come un arco di colori e sfumature non netti. Il numero 7 è il numero medio identificabile e percepibile per l’occhio umano e per il suo cervello. I momenti migliori per ammirare l’arcobaleno sono il mattino e il tardo pomeriggio. In questi momenti è facilitato il processo di dispersione della luce, grazie all’inclinazione dei raggi solari. Ciò permetterà di vedere un arcobaleno più vivo e colorato che mai.

Colori arcobaleno

Colori arcobaleno: quali sono e ordine di sequenza – Unsplash – foto di Look up look down photography

Ordine di sequenza dei colori dell’arcobaleno

I colori dell’arcobaleno, percepiti dall’occhio umano, sono sette. In ordine di sequenza abbiamo:

  • rosso,
  • arancione,
  • giallo,
  • verde,
  • blu,
  • indaco 
  • viola.

Colori arcobaleno: significati e proprietà

1 Rosso

Il rosso è il primo colore dell’arcobaleno partendo dall’esterno. Simbolo prediletto dell’eros e della passione, si riferisce alla fiamma di fuoco che accende due cuori innamorati. Quest’associazione lo rende il colore prediletto dell’amore: ricordiamo che fino all’Ottocento le spose indossavano abiti rossi e tutti gli oggetti legati a questo sentimento, come cuori o rose per San Valentino, sono rossi. Colore vivace e vivo, è utilizzato anche per simboleggiare la rabbia, la vergogna, il sangue, il pericolo e soprattutto il primo dei quattro elementi, il fuoco. Il rosso, come ogni altro colore, provoca degli effetti sulla mente delle persone. Il colore rosso riesce a mantenere vivi i sensi e attivare tutte le nostre energie. Stimola la forza, la carica vitale e il movimento, per cui è perfetto per ambienti dinamici come salotto, ufficio e cucina. Da evitare, invece, nelle stanze di riposo e relax, come la camera da letto.

2 Arancione

L’arancione è situato tra il rosso e il giallo e prende il nome dall’arancia. Prima della scoperta del frutto, infatti, il colore non aveva un nome preciso ma veniva indicato come una variante di rosso. Simbolo di entusiasmo, armonia e pace con i sensi, l’arancione è spesso associato all’estate, per antonomasia, il periodo felice, fresco e positivo in cui si vive all’aria aperta. Secondo la cromoterapia, il colore arancione viene utilizzato per combattere depressione e l’ipocondria, rendendo le menti umane ottimiste, estroverse e ricche di energia. Simbolo di salute mentale e fisica, è uno dei colori più utilizzati nel marketing, dagli alimentari ai viaggi, per diffondere queste sensazioni.

Colori che conciliano il sonno: il ruolo delle texture in camera da letto

3 Giallo

Nel corso degli anni, intorno al giallo, si è creata una ricca e varia simbologia. Sicuramente, come prima cosa, il giallo è il simbolo della luce: il sole, i raggi solari e lo stesso calore sono sinonimo di questo colore. Tutto ciò lo rende estremamente positivo, facendolo diventare il colore dell’allegria e della gioia per eccellenza. Il colore è anche utilizzato per simboleggiare la saggezza, la nobiltà e la ricchezza. Per quanto riguarda le sue proprietà sul corpo fisico, il giallo regolarizza la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa. Parlando della mente, il colore trasmette sicurezza, energia, creatività e voglia di vivere, allontanando ogni pensiero negativo. Nell’arredamento, il colore giallo è perfetto per il salotto o la cucina.

4 Verde

Il verde è il colore in perfetto equilibrio fra i toni caldi e i toni freddi. Simbolo prediletto della natura, è associato a tutto ciò che la riguarda: foglie, alberi, prati, erbe e ortaggi. Il colore è anche utilizzato come sinonimo di fertilità, speranza, rinascita, ma talvolta è associato anche a sentimenti negativi, come l’invidia e la gelosia. La cromoterapia classifica il verde come un curatore per ansia e depressione, grazie alle sue proprietà calmanti e rilassanti.

5 Blu

Il blu è il colore della calma e della serenità per eccellenza. Simbolo dell’acqua e dell’aria, il colore riesce ad avere ottimi effetti sulla mente. Il blu aiuta a ritrovare la pace, la serenità e l’equilibro, perciò è consigliato utilizzare negli ambienti prediletti per il sonno, il relax e il riposo di mente e corpo.

Colori arcobaleno

Colori arcobaleno: quali sono e ordine di sequenza – Unsplash – foto di Robert Katzki

6 Indaco

L’indaco è il colore che nasce dalla fusione di blu e viola. Questa tonalità simboleggia la spiritualità e le capacità interiori. Nella cromoterapia il colore è utilizzato, dal punto di vista fisico, per trattare il sistema nervoso. Si presenta ottimo, come anestetico, in caso di epistassi, rinorrea, riduzione di olfatto o udito. L’indaco influenza i nostri sensi, migliorando l’umore in casi di depressione o di negatività. Ha una grande capacità rilassante e meditativa.

7 Viola

Ultimo colore dell’arco di luce ma non meno importante, il viola è sin dall’antichità simbolo di regalità e nobiltà. Un’altra lettura del colore, lo associa all’occulto, alla magia e al mistero. Infine, citiamo il significato più comune, la sfortuna e la superstizione. Il viola ha effetti sia sul corpo che sulla psiche. Attenua l’appetito e durante le sedute di  cromoterapia stimola la produzione di globuli bianchi, depurando il sangue. Sulla mente, permette di incentivare la concentrazione e la creatività. Il colore è perfetto, quindi, per ambienti di studio o di lavoro.

Tendenze Colori Casa 2023: i trend dell’arredamento post Covid

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La cromoterapia è stata inventata nel 1878, quando l’americano Edwin Babitt pubblicò il suo libro The principle of Light and Color, che ebbe diffusione mondiale.
  • L’arcobaleno e i suoi colori sono simbolo del Pride e del LGBT. La prima bandiera arcobaleno fu progettata nel 1978 da Gilbert Baker per un Gay Pride a San Francisco.
  • L’arcobaleno più lungo del mondo è stato quello di Yangmingshan, il 30 novembre 2017:  si tratta di una durata di ben 8 ore e 58 minuti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by