5 buone abitudini per stimolare la creatività sul lavoro

Anche i lavori più creativi possono subire gli effetti della routine. Le idee si esauriscono e si fa fatica a stare dietro alle richieste di clienti, mercato o pubblico. Come fare allora per rimettere in circolo energia positiva e trovare nuove ispirazioni? Ecco 5 buone abitudini per stimolare la creatività sul lavoro.

Svegliarsi presto

Svegliarsi presto al mattino è il primo esercizio da compiere per stimolare la creatività. Sono tanti i benefici che si possono trarre da questa semplice abitudine, perché svegliarsi presto non solo permette di avere più tempo a disposizione per fare tutto, ma aiuta anche ad essere più produttivi. Infatti le prime ore del mattino sono il momento della giornata in cui le nostre funzioni intellettuali sono al massimo, e in cui si è più energici, cosa che ci permette di organizzare e affrontare meglio i compiti della giornata. Il mattino presto poi è un momento di rara quiete, durante quelle ore il telefono non squilla, non arrivano mail e si può godere di una pace che difficilmente si riesce a ritrovare in altri momenti della giornata. 

Prendersi del tempo per se stessi

Tra le 5 buone abitudini per stimolare la creatività sul lavoro c’è quella di dedicare del tempo a se stessi. Che sia restare soli per qualche tempo durante la giornata, magari proprio al mattino presto, svuotando la mente da tutti i pensieri che riguardano la routine, o attraverso l’esercizio della meditazione. Oppure dedicando del tempo agli affetti, ritagliandosi lo spazio di un caffè con gli amici o con la famiglia, per fare il pieno di stimoli positivi. Prendersi del tempo per se stessi è fondamentale per ricaricare le batterie e contribuisce a stimolare nuove idee. 

shutterstock_By sebr

 

Leggere

Leggere è un esercizio molto importante per stimolare l’immaginazione e per rimanere informati su quello che ci succede intorno. Prendere l’abitudine di leggere le notizie al mattino, magari consultando più fonti per acquisire diversi punti di vista, oppure qualche pagina di un libro, aiuta a mantenere la mente allenata e offre sempre nuovi spunti per conversare, sul lavoro o per affrontare nuovi progetti.

Passeggiare

Camminare è un’attività che genera enormi vantaggi. Proprio per questo tra le 5 buone abitudini per stimolare la creatività sul lavoro c’è proprio passeggiare. I vantaggi di questa attività non sono solo fisici, ma influiscono anche sulla produttività. Infatti camminare offre un buon momento per riflettere ed elaborare nuove idee, permette di scaricare le tensioni e rimettere in sesto gli equilibri schiarendo le idee. Ma in generale fare attività fisica, soprattutto al mattino, permette di aumentare il flusso del sangue e ossigena il cervello, rilasciando endorfine che favoriscono l’umore e la salute, e stimola la creatività.

Fare una lista delle cose da fare 

Ultima tra le 5 buone abitudini per stimolare la creatività sul lavoro è fare una lista delle cose da fare. Questo serve non solo a rispettare tutti gli impegni e le scadenze, ma anche a tenere sempre in ordine le idee, permettendoci di focalizzarci sulle priorità senza mai tralasciare lavori per i quali non abbiamo ancora elaborato una strategia. La lista giornaliera permette anche di individuare i compiti più gravosi che dovremo svolgere durante la giornata e di cominciare a lavorare proprio occupandosi di quelle attività più impegnative, che richiedono il maggior sforzo di energie ed è meglio portare a termine quando si è più freschi.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Ridere stimola la creatività, abbandonarsi ad una sana risata, fa perdere le inibizioni, almeno temporaneamente, e permette di vivere uno stato di beata innocenza che libera le idee. Allenarsi a ridere durante la giornata permette di infrangere il solito schema del pensiero e considerare nuovi punti di vista, perché l’umorismo allena la mente ad essere flessibile.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province