Perché le case ad Amsterdam sono storte?

Le case ad Amsterdam sono storte: ecco perché

Viaggiando per il nord Europa è possibile accorgersi che le case ad Amsterdam sono storte. Questa particolare caratteristica dei suoi paesaggi magici attrae ed affascina moltissimi turisti ogni anno.

Al contrario di quanto si possa pensare, le case dell’Olanda non sono storte per degli errori a livello costruttivo. Dietro a questa scelta architettonica, infatti, vi è una motivazione precisa.

Le teorie di una particolare scelta architettonica

Passeggiando tra strette vie e canali è inevitabile notare che gli edifici di Amsterdam non sono dritti. Molti sporgono in avanti mentre altri si inclinano lateralmente. Tutti alti, stretti e con grandi finestre che si affacciano su paesaggi suggestivi.

La risposta è più complessa di quel che si pensi e sono molte le teorie. L’unica cosa certa è che non si tratta di un errore costruttivo ma di una scelta progettuale ben definita.

Quando si tratta di spiegare il perché di questa particolare progettazione è fondamentale tenere in considerazione molti fattori che caratterizzano la città.

Alla scoperta delle città autosufficienti nel mondo

 Terreno e fondamenta

Amsterdam ha dei grandi problemi di fondazione. La città, infatti, posa su terreni poco solidi e particolarmente paludosi. La presenza di grandi quantità d’acqua, infatti, risulta essere un problema quando si tratta di progettare gli edifici.

Proprio per questo, creare strutture che risultano il più leggere possibile è una vera e propria necessità. Per soddisfare questi requisiti, quindi, le case venivano costruite interamente su pali di legno che, però, col tempo hanno perso robustezza. Inoltre, le abitazioni sono state create con i fianchi attaccati agli altri, in maniera tale migliorare l’equilibrio generali.

Purtroppo, però, una casa senza supporto laterale finisce per cedere lateralmente, mostrano un’inclinazione evidente.

Case ad Amsterdam sono storte

Perché le case ad Amsterdam sono storte? – Immagine di Unsplash di Javier M

Il problema dei pali in legno

Gli edifici costruiti su pali di legno presentano una problematica non indifferente.

Infatti, nel momento in cui il livello dell’acqua in città si abbassa, controllato da Waterschap (un’agenzia governativa), i pali fuoriescono esponendosi all’aria. Questa esposizione all’aria e, dunque, il contatto con l’ossigeno porta i pali a marcire, cedendo.

La scarsa solidità, infatti, porta le case a piegarsi apparendo, agli occhi di chi vive o visita la città, storte.

Ad oggi, infine, si cerca di risolvere il problema con le nuove costruzioni grazie all’utilizzo di pali in cemento capaci di raggiungere oltre diciotto metri di profondità, raggiungendo lo strato di terreno più solido. In questo modo gli edifici risultano più stabili e sicuri, apparendo dritti.

Case storte e curiosità

Passeggiando tra le strade di Amsterdam è possibile osservare che alcune case sono costruite con una facciata inclinata in avanti, risultando più sporgente nella parte superiore, rispetto a quella inferiore. Questa particolare caratteristica in olandese viene chiamata ‘op de vlucht bouwen’.

Un tempo, secondo i regolamenti edilizi, le case dovevano essere costruite con una vera e propria inclinazione in avanti. L’obiettivo di questa scelta era quello di far scorrere via, in caso di pioggia, l’acqua dal tetto. In questo modo, era possibile evitare che questa scorresse nei solai, realizzati in legno, indebolendo l’intera struttura.

Il piano superiore, inoltre, in questo modo risultava più ampio.

Osservando con attenzione, poi, è possibile notare che alcune case presentano un gancio posizionato ai piani alti. Questo, un tempo, serviva per immagazzinare le merci trasportate grazie ai canali poiché le strette scale interne non permettevano di spostare oggetti di grandi dimensioni con facilità.

Grazie al gancio esterno, quindi, era possibile sollevare e trasportare tutto ai piani alti con facilità, mettendo in salvo in poco tempo ogni cosa anche in caso di allagamento.

In Olanda si viaggia gratis se si sale in treno con un libro

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli abitanti dei Paesi Bassi sono ben 17.200.671 abitanti, con una densità di 409 abitanti per chilometro quadrato (tra le più alte a livello Europeo).
  • La massima concentrazione della popolazione dei Paesi Bassi è nel sistema urbano della Randstad Holland.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione