Vai al contenuto
I cibi che abbassano la pressione

I cibi che abbassano la pressione

Condividi L'articolo su

L’ipertensione arteriosa è una condizione che interessa 15 milioni di italiani. Alcuni alimenti possono contribuire al suo controllo, ecco nel dettaglio quali sono i cibi che abbassano la pressione.

L’ipertensione arteriosa è un problema di cui soffrono molti italiani, circa il 30% della popolazione adulta di ambo i sessi. Si tratta sostanzialmente di una condizione caratterizzata dall’elevata pressione del sangue nelle arterie che può avere diverse cause. Molto importante il consulto e la diagnosi da parte di un medico che prescriverà la cura adatta valutando una serie di fattori oggettivi e soggettivi. In tutti i casi è bene sapere che l’alimentazione può costituire un metodo preventivo di tale condizione. Ci sono infatti alcuni cibi che abbassano la pressione, ecco quali sono.

Cibi che abbassano la pressione

Tra i cibi in grado di avere un effetto sulla pressione arteriosa ci sono:

  • aglio
  • cipolla
  • alimenti diuretici
  • cibi a basso contenuto di sodio.

Habitante a tavola: le uova fanno alzare il colesterolo?

Aglio e cipolla

Aglio e cipolla rientrano nei cibi che abbassano la pressione arteriosa in quanto appartenenti alla famiglia delle Alliacee. In quanto tali possiedono la capacità di indurre vasodilatazione. Ciò significa che contribuiscono ad aumentare il diametro delle arterie che comporterà a sua volta una minore potenza del flusso sanguigno ovvero un abbassamento della pressione arteriosa. Inoltre aglio e cipolla possiedono buone quantità di flavonoidi e polifenoli, ovvero composti vegetali con proprietà antiossidanti.

I cibi che abbassano la pressione
I cibi che abbassano la pressione – PEXELS

Alimenti diuretici

Un altro modo per abbassare la pressione arteriosa è quella di diminuire il volume complessivo del sangue a cui consegue inevitabilmente anche una riduzione della pressione arteriosa. In pratica quello che fanno gli alimenti diuretici è aumentare la funzione di filtrazione dei reni e di conseguenza espellere un maggiore quantitativo di acqua dall’organismo. Fanno parte di questa categoria la stessa acqua e tutti quei cibi che sono ricchi di acqua, come la frutta e la verdura. In particolare possono essere considerati cibi che abbassano la pressione: l’ananas, il cetriolo, il carciofo, il finocchio e la mela.

Junk Food: che cos’è davvero il “cibo spazzatura”

Alimenti a basso contenuto di sodio

Il sodio, quando in eccesso, è un fattore che può predisporre alla condizione di pressione arteriosa. Di conseguenza ridurre questo eccesso consente di ridurre anche la pressione. Questo è uno dei motivi per cui gli esperti raccomandano una dieta iposodica per prevenire patologie cardiovascolari. Il sale da cucina, con il suo elevato contenuto in sodio, è un cattivo alleato della salute del cuore. Fatta eccezione per il sale gli alimenti generalmente non sono di per sé molto ricchi in sodio, ma lo diventano quando subiscono determinati processi di conservazione (salatura e salamoia), cottura e consumo. Bisogna considerare che i cibi che abbassano la pressione, poveri di sodio, sono sostanzialmente gli alimenti freschi: pesce, carne e latticini come yogurt e ricotta, oltre che frutta, verdura e ortaggi. Ciò che è importante è non aggiungere troppo sale in fase di cottura o come condimento.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il primo rapporto sulle abitudini alimentari degli italiani, stilato da Censis-Coldiretti, fornisce interessanti informazione su come i connazionali si approcciano al cibo. In merito alla frequenza media settimanale con cui durante pranzi e cene sono presenti i vari alimenti il rapporto rivela che per quanto riguarda i pranzi: frutta, pane e verdura sono presenti sulla tavola degli italiani 5 volte su 7, la pasta 4,6 volte su 7, la carne 3 volte su 7 e infine il dolce è sulla tavola per 2 pranzi a settimana, così anche il riso e il pesce. Nel caso della cena invece verdura, frutta e pane sono presenti 5 volte su 7, come nei pranzi, la carne 2,8 volte su 7, la pasta 2,5 volte su 7, il riso è presente 1,6 volte su 7 e anche nel caso di pesce e dolce meno di due volte.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News