Come pulire l’argento: i rimedi per farlo in casa

Che si tratti di posate, stoviglie di vario genere, oggettistica o gioielli la patina nera che si crea su tutto ciò che è in argento è davvero brutta da vedere. Ma quali sono i migliori metodi naturali per pulire l’argento?

Gli oggetti in argento ricordano un po’ le vecchie credenze delle nonne pieni di oggetti di questo genere. Ancora oggi sono in molti a possederli e metterli in bella mostra in casa ma come fare a rimuovere quella fastidiosa patina nera? Ecco alcuni semplici metodi per pulire l’argento.

Metodi per pulire l’argento

Quando ci si trova a dover pulire l’argento ci sono sostanzialmente due strade percorribili:

  1. una “più sintetica” che implica il ricorso a specifici agenti chimici presenti in commercio;
  2. una “più naturale” che, invece, comporta l’uso di prodotti generalmente già presenti in casa.

Qui vengono proposti i metodi facenti parte la seconda categoria, quindi l’impiego di prodotti naturali che comunque assicurano un ottimo risultato finale. Alcune modalità di pulizia sono ben note, altre più insolite, ma comunque tutte efficaci.

L’ABC dell’igiene perfetta nella propria casa

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un vero e proprio alleato nella pulizia della casa. Funziona anche per pulire l’argento annerito. Per tale scopo è necessario far bollire dell’acqua in una pentola e aggiungere 50 grammi di bicarbonato per ogni litro di liquido, ovviamente da quantità di questo dipenderà da quanti oggetti pulire. Una volta sciolto il bicarbonato far raffreddare e solo a questo punto immergere ciò che si deve pulire. Lasciare agire per qualche minuto e quando gli oggetti in questione saranno tornati al colore originale sciacquare e asciugare con un panno.

Aceto di vino

Anche l’aceto di vino è un buon rimedio per pulire l’argento annerito grazie alle sue proprietà antiossidanti. Si tratta di un metodo semplice e veloce. Far bollire dell’acqua in una pentola e poi versarla in un contenitore capiente a cui aggiungere due cucchiaini abbondanti di aceto. A questo punto immergervi gli oggetti anneriti per almeno mezz’ora. Dopodiché sciacquare e asciugare con cura.

Succo di limone e bicarbonato

In questo caso versare il succo di limone, unito a due cucchiaini di bicarbonato, sull’argenteria da lucidare quindi strofinare con un panno di cotone. Quando le macchie risultano sparite, sciacquare e asciugare l’oggetto con un panno morbido e asciutto.

Pulire l'argento

Come pulire l’argento: i rimedi per farlo in casa – PIXABAY

Pulire l’argento con il dentifricio

Pulire l’argenteria ossidata con il dentifricio è molto semplice. Sarà sufficiente ricoprite l’oggetto da smacchiare con la pasta e poi strofinarlo con un panno finché il nero venga completamente rimosso. Poi sciacquare con cura e infine asciugare.

Acqua di cottura delle patate

Può sembrare strano eppure questo metodo funziona ed è anche un modo per riutilizzare quello che sarebbe solo una scarto della preparazione dei pasti. Per pulire l’argento con l’acqua di cottura delle patate è sufficiente unire a questa un po’ di aceto di vino bianco. In questo modo si otterrà uno sgrassatore naturale in cui immergere l’argenteria. Lasciare in ammollo per un’oretta e poi risciacquare e asciugare.

Sale grosso e alluminio

Per pulire l’argento con questo metodo è necessario foderare un recipiente in vetro con dell’alluminio, poi gettarvi una buona manciata di sale grosso e riporvi gli oggetti anneriti. A questo punto aggiungere dell’acqua bollente e far agire il tutto per circa un’ora. Trascorso il tempo asciugare accuratamente l’argenteria con un panno.

Aumenta l’interesse per le pulizie di casa eco-friendly

Con la birra

Questo metodo è un po’ più lungo rispetto ai precedenti ed è consigliabile per oggetti relativamente piccoli. Si procede riempiendo un boccale di birra, immergere l’argenteria e lasciar riposare per una notte intera. Al mattino poi sciacquare con abbondante acqua.

Usare la cenere per pulire l’argento

Questo metodo più invernale è adatto a coloro che possiedono un camino in casa. La cenere era utilizzata dalle nonne per sbiancare e pulire diversi tipi di materiali e funziona anche sull’argento annerito. In questo caso sarà necessario innanzitutto setacciare la cenere e poi aggiungervi dell’acqua fino a ottenere un impasto morbido. Poi con un panno o un batuffolo di cotone inumidito strofinare tale miscela sull’argento annerito finché la patina non risulti completamente eliminata.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo una ricerca condotta da Everli ben 7 italiani su 10 preferiscono rimedi naturali per la pulizia della propria casa. Le soluzioni ecologiche più spesso utilizzare e predilette sono: il bicarbonato di sodio, per l’86% degli intervistati, l’aceto per il 76%, il limone per il 36%, c’è poi il sapone di Marsiglia puro per il 29% e infine gli oli essenziali il 5%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Biologa