Realizzare castelli di sabbia in casa? Si può, con la sabbia cinetica

L’arrivo dell’estate porta con sé la voglia di mare e di spiaggia che i bambini associano immediatamente alla possibilità di ruzzolare sulla battigia e “sporcarsi” con la sabbia. Formine, palette e castelli sono simboli di questi momenti di gioco e divertimento all’aria aperta. Ma è possibile portare un po’ della vacanza al mare tra le mura domestiche? Certamente, con la sabbia cinetica!

realizzare castelli di sabbia in casa? Si può, con la sabbia cinetica!

Realizzare castelli di sabbia in casa? Si può, con la sabbia cinetica! – fonte freepik di mdjaff

Cos’è la sabbia cinetica?

Modellabile, friabile e spesso coloratissima: la sabbia cinetica è un composto formato per il 98% da sabbia pura e per il 2% da un “ingrediente segreto”, un polimero non tossico che fa parte del brevetto del prodotto.  Conosciuta anche con i nomi di kinetic sand o sabbia magica è un prodotto che consente ai bambini, ma anche ai più grandi, di trasformarla in forme sempre diverse proprio come accade in spiaggia. Rispetto a quella naturale può essere lavorata in strutture più elaborate e tagliata come la plastilina. Ma ovviamente le differenze non finiscono qua: la sabbia magica non si appiccica, non sporca e non si sparge per tutta la casa, evitando così il pericolo di trasformare il proprio appartamento in un ambiente caotico e selvaggio. Il suo punto debole è l’acqua, tuttavia in caso si bagnasse basterà lasciarla asciugare affinché torni al suo stato originario.

I piccoli di casa e la genitorialità: Impariamo a rispettare l’ambiente. Bambini alla scoperta della sostenibilità

L’ingrediente segreto della sabbia cinetica

Alla base della buona riuscita di questo prodotto troviamo una ricetta innovativa che ha unito un materiale naturale e facilmente reperibile come la sabbia con una miscela di siliconi, ovvero molecole composte da silicio e ossigeno. Componenti sicure e atossiche utilizzate anche nella produzione di prodotti per la cura della persona, tra i quali shampoo, balsami e cosmetici.

Una materiale nato dalle ricerche di chimici e scienziati che, prima dello sviluppo ludico e commerciale, hanno sviluppato il prodotto con lo scopo di pulire le macchie di olio o contenere le fuoriuscite di petrolio.

Dalla miscela segreta al fai-da-te

Sebbene non sia possibile replicare fedelmente il brevetto della kinetic sand sono sempre più diffusi sul web i tutorial per realizzare questa miscela direttamente tra le mura di casa. In particolare durante il periodo del lockdown la necessità di trovare intrattenimenti sempre nuovi e salutari per i bambini ha portato ad un vero e proprio boom del gioco. Ecco quindi due ricette fai-da-te.

Sabbia cinetica naturale – ingredienti

  • 4 bicchieri di semola rimacinata
  • ½ bicchiere di olio di semi

Sabbia cinetica colorata – ingredienti

  • 300 gr di farina integrale
  • 300 gr di amido di mais
  • 60 ml di olio da cucina a scelta
  • colorante alimentare.

In entrambi i casi porre gli elementi in un contenitore – ciotola iniziando a miscelare quelli solidi e amalgamandoli pian piano con gli olii. Otterrete così un composto semi solido e molto facile da compattare.

Realizzare castelli di sabbia in casa? Si può, con la sabbia cinetica!

Realizzare castelli di sabbia in casa? Si può, con la sabbia cinetica! – fonte unsplash di markus spiske

Sviluppo del linguaggio e della concentrazione

Come tutti i giochi di manipolazione la sabbia cinetica assume la valenza di un ottimo strumento educativo in grado di favorire l’apprendimento e la creatività. In quest’ottica sempre più scuole materne e asili la stanno adottando come strumento didattico e al tempo stesso ludico. È testimoniato infatti come la sabbia magica sviluppi la sensibilità tattile e il pensiero creativo. Inoltre, interagire con gli altri bambini o con gli adulti durante la manipolazione della sabbia permette al bambino di ampliare il proprio vocabolario e di sviluppare maggiormente il linguaggio, accrescendo le capacità cognitive e la concentrazione.

Come costruire un letto montessoriano fai da te

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Esperienza tattile e manipolazione rappresentano nella didattica montessoriana strumenti fondamentali per l’autoeducazione del bambino e la formazione metodica dei sensi. Così come nei Laboratori Metodo Munari® che utilizzano l’esplorazione e la scoperta dei materiali per stimolare la conoscenza e la creatività.
  • Recentemente è stato evidenziato come numerosissime menti del mondo d’oggi abbiamo frequentato scuole montessoriane: i fondatori di Google Larry Page e Sergei Brin, il fondatore di Amazon Jeff Bezos, un pioniere dei videogame (SimCity) Will Wright, Jimmy Wales fondatore di Wikipedia, la scrittrice di libri di cucina Julia Child e il rapper Sean ” P.Diddy” Combs. Si stima che nel mondo siano circa 66.000, in 145 Stati, le scuole ispirate al metodo Montessori.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Architetto e Art Curator. Curiosa e appassionata di tutto ciò che non conosce: ama rilassarsi con un buon libro, viaggiare alla scoperta di nuovi luoghi e, last but not least, visitare mostre e musei.